Settimana bianca: cosa mettere in valigia

Una delle vacanze più tipiche da fare durante la stagione invernale è la cosiddetta “settimana bianca”, sette giorni trascorsi interamente in montagna, in località sciistiche dotate di impianti di risalita, baite, strutture alberghiere, appartamenti in affitto, servizi di noleggio sci e attrezzatura sportiva di tutti i tipi e per tutte le età. Ma cosa è necessario preparare affinché la settimana bianca sia perfetta e cosa è necessario sapere o mettere in valigia per una vacanza all’insegna del divertimento e della sicurezza?

Settimana bianca: cosa mettere in valigia

La settimana bianca è il tipo di vacanza che ogni anno vede accomunati i desideri di adulti e bambini. Questo tipo di vacanza è prescelta innanzitutto da chi vuole sciare, ma è amata anche dai bambini o da coloro che scelgono di trascorrere delle piacevoli giornate a contatto con la natura e immersi nelle suggestive atmosfere che regalano i caratteristici paesi di montagna.

Cosa portare in valigia per la settimana bianca

Ogni anno sono migliaia le famiglie di italiani che scelgono di trascorre una settimana bianca o alcuni giorni di vacanza nelle località delle Alpi o degli Appennini. I periodi di maggiore affollamento sono le festività natalizie e il weekend in prossimità dell’8 dicembre oltre al mese di febbraio che è in genere considerato uno dei periodi migliori per chi vuole sciare in quanto le giornate iniziano ad allungarsi, le temperature pian piano diventano un po’ più miti e il manto nevoso in genere è in buone condizioni per fare delle belle discese sulle piste da sci.

Tra coloro che scelgono di trascorrere una settimana bianca non ci sono solo gli amanti dello sci, ma anche famiglie con bambini in quanto in molte località ci sono attrezzature e servizi adatti per i più piccoli, ci sono inoltre anche coloro che amano riposarsi e rigenerarsi a contatto con la natura e fare trekking, ciaspolate ed escursioni con le guide.

Ma affinché ogni vacanza sia organizzata nel migliore dei modi è necessario prima di partire preparare tutto l’occorrente e informarsi sul tipo di soggiorno che si è prenotato. Con questa guida pertanto si vuole offrire una sorta di vademecum utile a chi sceglie di trascorrere una settimana bianca e prima di mettersi in viaggio desidera avere quante più informazioni possibili.

Attrezzatura per sciare

Per chi intende sciare o praticare uno dei tanti sport invernali sulla neve è possibile optare fra due possibilità:

  • portare con sé la propria attrezzatura
  • affittare in loco tutto il necessario.

Per chi non possiede una adeguata attrezzatura per sciare, nelle varie località di montagna è possibile noleggiare ogni tipo di attrezzatura utile:

  • sci per adulti
  • sci per bambini
  • snowboard
  • scarponi da sci
  • casco
  • ciascpole
  • slittini (bob)
  • attrezzatura da trekking.

Il costo del noleggio varia da località a località e inoltre dipende anche dal periodo del noleggio e dalla durata. Il periodo di alta stagione in genere corrisponde alle festività natalizie (da verso il 20 dicembre fino all’Epifania) e al mese di febbraio che è considerato periodo di alta stagione.

I periodi meno costosi sono le settimane subito dopo il 6 gennaio, mentre la stagione sciistica in genere termina verso la fine di marzo.

Il costo del noleggio dell’attrezzatura varia anche in base al numero dei giorni in cui si intende prenderla a noleggio, nel senso che si ha una maggiore convenienza nel noleggiare l’attrezzatura ad esempio per un’intera settimana che magari per un solo giorno in quanto il costo giornaliero singolo è maggiore rispetto al costo giornaliero protratto per una settimana.

In genere i prezzi per un noleggio completo dell’attrezzatura vanno dai 15 ai 20 euro al giorno.

Abbigliamento

La scelta dell’abbigliamento per la montagna è molto importante ed è necessario distinguere l’abbigliamento utile per sciare da quello da indossare durante gli altri momenti della giornata. L’abbigliamento più adatto per andare sulla neve è necessario che risponda a questi requisiti:

  • proteggere dal freddo
  • essere comodo e favorire i movimenti
  • favorire la traspirazione
  • favorire la termoregolazione.

I migliori tessuti per giacconi o tute sono pertanto il Meraklon, il Goretex o il Pile.

L’abbigliamento adatto per sciare da mettere in valigia consiste in:

  • tuta da sci (intera o a due pezzi)
  • pantacollant (da indossare sotto la tuta da sci)
  • cappello
  • guanti sia in lana sia idrorepellenti
  • sciarpa
  • maglioni o pail.

Accessori per la neve

Tra gli accessori utili per sciare da mettere in valigia ci sono assolutamente:

  • guanti idrorepellenti e di lana
  • scarponi, doposci o moonboot
  • sciarpa
  • cappello
  • paraorecchi
  • occhiali da sole specifici per la montagna
  • casco (obbligatorio per i minori di 14 anni)
  • crema solare
  • crema protettiva per le labbra
  • zainetto o marsupio da portare a tracolla (per tenere portafoglio con denaro e documenti, cellulare, eventuali medicinali da prendere, crema solare).

Medicinali

Quando si prepara la valigia per la settimana bianca è consigliabile preparare anche un apposito beauty case con tutti i medicinali occorrenti. Alcuni tipi di disturbi sono legati all’alta quota e in genere i più comuni sono:

  • febbre
  • mal di testa
  • mal di orecchie
  • nausea
  • mal di auto (a causa delle curve che in genere si affrontano nel percorso per raggiungere le località di montagna).

Tra i medicinali più utili e importanti da mettere in valigia pertanto ci sono:

  • medicinali salvavita che si prendono quotidianamente
  • antipiretico per la febbre
  • analgesici per disturbi di vario tipo
  • antinfiammatorio
  • pomata per eventuali ematomi o distorsioni
  • crema antiscottature
  • farmaci per mal di auto
  • antidiarroici
  • termometro
  • cerotti, garze, disinfettante.

È molto importante proteggere il viso prestando particolare attenzione a labbra, naso e anche a orecchie con una adeguata protezione solare. Il sole di montagna infatti è molto più forte e nocivo per la pelle di quello preso al mare data la maggiore altitudine.

Le labbra e le mani inoltre vanno protette anche con appositi stick protettivi per evitare spiacevoli e dolorose screpolature dovute al vento, al freddo e al sole.

Valigia dei piccoli sulla neve

Se si portano anche i bambini piccoli è bene preparare appositamente per loro una apposita valigia “bambini” per la settimana bianca con tutto l’occorrente:

  • tuta idrorepellente
  • cappello
  • sciarpa
  • guanti
  • doposci e scarponcini
  • pantacollant e calzettoni caldi
  • ciuccio
  • biberon
  • tutto l’occorrente per la pappa: farine, omogeneizzati, pastine, latte, frullatore, piattino e posate per bambini
  • pannolini
  • creme solari
  • termometro
  • medicinali: antipiretici, antidiarroici, medicine salvavita che si somministrano regolarmente ad alcuni bambini.

Nel caso dei bambini è inoltre molto importante rispettare alcuni comportamenti riguardo all’altitudine. I bambini molto piccoli, con meno di 1 anno di età, possono infatti avere alcuni disturbi di salute o comportamentali se portati ad un’altitudine superiore ai 1.500 metri per questo in tali casi è bene assumere dei comportamenti preventivi come:

  • raggiungere quote al di sopra dei 1.500 in modo graduale ovvero a piedi durante delle escursioni e non in modo veloce attraverso ad esempio le funivie;
  • far deglutire spesso il bimbo e per questo dargli da bere piccoli sorsi o comunque fargli tenere in bocca il ciuccio.

Nel caso di bambini al di sotto dell’anno di età è comunque in genere sconsigliato portarli ad un’altezza superiore ai 1.500 metri di altitudine.

Tra i disturbi più frequenti per i bambini piccoli dovuti all’alta quota ci sono:

  • difficoltà respiratoria
  • mal di orecchi
  • inappetenza
  • disturbi del sonno
  • irritabilità.

Benessere nella neve

Preparare la valigia per la settimana bianca non significa soltanto portare con sé capi invernali pesanti e caldi per proteggersi dal freddo e dalla neve.

Uno dei capi da non dimenticare di mettere in valigia è infatti anche il costume da bagno, quindi in valigia è bene lasciare un po’ di posto anche a:

  • costume
  • cuffia
  • ciabatte
  • accappatoio.

In molte località di montagna e all’interno degli stessi alberghi è infatti sempre più frequente trovare anche centri benessere e piscine in cui potersi rilassare e a volte godere di uno splendido panorama sulla neve.

Da non dimenticare poi che andare in montagna è anche un’occasione, oltre che per praticare sport, fare passeggiate, giocare sulla neve anche per perdere peso: basti pensare che facendo un’ora di sci alpino si consumano circa 300 calorie mentre con un’ora di sci da fondo si bruciano oltre 400 calorie.

Sicurezza in valigia

Ecco ora la valigia per la settimana bianca è pronta o quasi… Oltre a tutto ciò che abbiamo già preparato sarebbe auspicabile mettere in valigia una buona dose di “sicurezza” ovvero prima di partire o appena arrivati in montagna è fondamentale informarsi su quali sono i comportamenti più utili e sicuri da adottare sui campi da sci.

Ecco pertanto che bisognerebbe mettere in valigia e imparare bene le regole dello sci:

  • rispettare gli altri pertanto adottare un comportamento che non danneggi né se stessi né gli altri;
  • avere padronanza del proprio comportamento sugli sci e pertanto adeguare il proprio modo di sciare alle capacità personali e alle condizioni meteorologiche e al tipo di neve;
  • rispettare la traiettoria e non ostacolare gli altri sciatori e non compiere manovre pericolose nel corso della discesa sulle piste da sci;
  • sorpassare gli altri sciatori con prudenza mantenendo sempre un’adeguata distanza di sicurezza;
  • fermarsi per delle soste non in mezzo alla pista ma sul bordo pista o comunque in punti che siano ben visibili e prima di riprendere la discesa assicurarsi di non ostacolare il passaggio degli altri sciatori;
  • nel caso si debba scendere o risalire una pista a piedi è importante procedere a bordo pista;
  • prestare la massima attenzione alla segnaletica e rispettarla e tenersi sempre informati e aggiornati sulle condizioni atmosferiche e sulle condizioni della neve sulla pista;
  • prestare soccorso a chi ne avesse necessità e allertare quanto prima i soccorritori;
  • fornire le proprie generalità personali sia nel caso si rimanga coinvolti in incidenti sulle piste da sci sia nel caso si fosse testimoni di incidenti accaduti ad altri;
  • evitare assolutamente lo sci fuori pista in quanto sciare sulla neve fresca è molto pericoloso e tale comportamento avventato e irresponsabile potrebbe favorire le valanghe;
  • indossare il casco da sci: dal 2005 è diventato obbligatorio per i minori di 14 anni, ma è consigliato anche agli adulti.


Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *