Acquario di Cattolica

L’acquario di Cattolica permette di scoprire da vicino le bellezze del mondo sommerso e l’origine e l’evoluzione del pianeta Terra e delle prime specie. Una serie di percorsi guidano il visitatore nelle varie aree tematiche, mentre schede e pannelli posti lungo i percorsi forniscono informazioni e curiosità sulle varie specie animali e sui vari habitat.

Acquario di Cattolica: cos’è

Squali Nutrice, squali Toro, tartarughe terrestri, meduse, serpenti, insetti, all’interno delle strutture che ospitano l’acquario di Cattolica ci sono tanti mondi messi uno vicino all’altro, un modo per conoscere quella che è la storia della Terra e anche dell’uomo.

Dalla grande vasca degli assiali, alla vasca tattile, dalle teche con serpenti ai caimani nani all’interno dell’acquario di Cattolica è possibile vivere tanti tipi di emozioni.

Inoltre sono organizzati eventi speciali e iniziative uniche come ad esempio l’immersione nella vasca degli squali o la possibilità di vedere alcuni animali alle prese con le loro attività quotidiane. Il personale dell’acquario sarà a disposizione inoltre per fornire tutte le informazioni utili e per guidare adulti e bambini nei loro incontri ravvicinati con il mondo animale e sottomarino.

Acquario di Cattolica

Percorsi dell’acquario di Cattolica

L’acquario di Cattolica è organizzato in alcuni percorsi evidenziati da differenti colori che ripercorrono la storia del pianeta Terra e della sua evoluzione biologica, facendo scoprire ai suoi visitatori tutto il mondo sottomarino, partendo dal Mediterraneo e arrivando fino a mari come il Mar Rosso, l’Oceano Atlantico e il Pacifico.

Ecco i principali percorsi:

  • Percorso Blu. In questo percorso molto suggestivo si potrà scoprire l’affascinante storia della Terra e l’evoluzione biologica. Nelle vasche che si incontrano in questo percorso il visitatore potrà fare degli incontri ravvicinati con alcune specie incredibili come gli squali. In totale ci sono un centinaio di vasche con squali, tartarughe, pinguini, meduse e tante altre specie e si potranno scoprire le caratteristiche dei vari ambienti del mondo acquatico: Mar Mediterraneo, Oceano Atlantico, Oceano Pacifico, Oceano Indiano, Mar Rosso. Una delle vasche più suggestive del Percorso Blu è costituita dalla grande vasca degli squali che contiene 700.000 liti di acqua e alcune specie diverse di squali come gli squali Nutrice e gli squali Toro. Nella vasca tattile, invece, sarà possibile toccare con mano, con l’ausilio di un addetto dell’acquario, i Tritoni che possono essere lunghi fino anche a 190 cm e che sono molto docili; sono dotati di un aculeo velenoso alla base cella coda che, per ovvie ragioni di sicurezza, viene reciso periodicamente senza arrecare danni o dolore all’animale.
  • Percorso Giallo. Si tratta di un percorso alla scoperta degli animali che vivono nell’acqua dolce e quindi si trovano animali come i caimani nani del Rio delle Amazzoni e le lontre dei torrenti orientali. Il caimano nano è un rettile della famiglia degli alligatori e ha una mascella molto pericolosa dotata di ben ottanta denti. La lontra dalle piccole unghie orientali, detta Aonyx cinerea, è la lontra di dimensioni più piccoli esistente al mondo ed è purtroppo una specie in via d’estinzione a causa dell’inquinamento, della caccia e del degrado del suo habitat naturale.
  • Percorso Verde. È un percorso aperto nel 2009 che guida il visitatore alla scoperta di rane camaleonti, insetti, gechi, tartarughe terrestri, serpenti, lucertole, iguane. Si tratta di un’area che permette di conoscere il pianeta ancora meglio, osservando tante specie di animali esotici. I serpenti ospitati nelle teche sono circa 3.000, con specie di varia grandezza da quelle lunghe solo pochi centimetri a quelle che arrivano a una lunghezza di 10 metri.
  • Percorso Viola. Questo è un percorso interattivo per scoprire l’affascinante mondo dei suoni che producono le specie marine come pesci, mammiferi marini e invertebrati. Il mondo sommerso, infatti, al contrario di quanto si potrebbe pensare, non è un luogo silenzioso ma è ricco di suoni, basti pensare che le onde sonore nell’acqua hanno una velocità cinque volte superiore che nell’aria.

Eventi e iniziative

Presso l’acquario di Cattolica sono organizzati periodicamente numerosi eventi e iniziative per sensibilizzare il pubblico al rispetto dell’ambiente marino e dei suoi animali e per far conoscere, ad adulti e bambini, le bellezze e i segreti di questo incredibile mondo sommerso.

Tra le varie iniziative c’è ad esempio “Una giornata all’acquario” ovvero la possibilità di poter assistere al pasto di squali, lontre, tritoni e pinguini e un esperto informerà man mano gli ospiti dell’acquario su tante curiosità legate a questi animali.

Un altro appuntamento molto apprezzato e sicuramente suggestivo è l’“Immersione in vasca con gli squali”. Con la presenza di un personale subacqueo, il visitatore, indossando una tuta da sub e una sorta di casco a forma di sfera trasparente, si immergerà nella vasca degli squali all’interno di una gabbia in acciaio e in tal modo potrà avere questo incontro ravvicinato con alcuni degli animali più temuti del mare.

L’immersione non necessita dell’uso di bombole e respiratori perché viene utilizzata un tipo di attrezzatura alternativa pertanto tale immersione non necessita del brevetto da sub. Essa è inoltre riservata a un pubblico con un’età a partire almeno da 12 anni, è necessario essere in buona salute, dura circa 10 minuti ed è inoltre previsto un costo a parte e necessita di prenotazione.

Come raggiungerlo

Per raggiungere l’acquario di Cattolica in auto si deve uscire al casello di Cattolica dell’Autostrada A14 e da qui proseguire in direzione del lungomare di Cattolica dato che l’acquario si trova proprio sul lungomare tra Cattolica e Portoverde di Misano Adriatico.

Per chi arriva in treno, la stazione dove scendere è quella di Cattolica e da qui si deve prendere l’autobus n. 125 che ferma proprio in prossimità dell’acquario. (Per informazioni sugli orari degli autobus tel. 0541 300 811; 0541 300 533)

Informazioni di visita all’Acquario di Cattolica



Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *