Come impostare la privacy di Whatsapp

Il vostro rapporto di coppia è stato messo in crisi per non aver risposto in pochi secondi a un messaggio su Whatsapp? Lo smartphone continua a suonare nei momenti meno opportuni a causa di un’affollata e animatissima chat di gruppo? Seguite i nostri suggerimenti e difendetevi dall’invadenza dell’applicazione più popolare degli ultimi anni.

Come impostare la privacy di Whatsapp

C’erano una volta gli sms, quei noiosi e costosi messaggi di testo che ci consumavano il credito del cellulare senza che ce ne accorgessimo, e che adesso sono relegati a qualche servizio trascurabile o a qualche parente troppo anziano per imparare ad usare altre app.

Whatsapp ha cambiato il modo di comunicare: messaggi, immagini, note vocali e valanghe di emoticon gratis e illimitate, gruppi di chat infiniti e continue notifiche a qualunque ora del giorno e della notte.  Il prezzo da scontare per queste comodità? La perdita della privacy.

Soprattutto dagli inizi di novembre 2014, con la comparsa delle famigerate spunte blu, la libertà di chi utilizza Whatsapp sembra inesorabilmente compromessa. I maniaci del controllo hanno trovato terreno fertile e possono marcare a uomo le loro prede seguendone ogni mossa, e le discussioni tra fidanzati e amici sono all’ordine del giorno: la mancata risposta immediata a qualche messaggio o un’ultima sbirciatina alla chat in piena notte possono mettere in crisi rapporti duraturi, e il bisogno di alzare il livello di privacy personale è diventato un’esigenza per molti imprescindibile.

Eccovi dunque sei indispensabili consigli per tutelare la vostra riservatezza personalizzando la più popolare applicazione di messaggistica istantanea!

  • Aggirare le due spunte blu

Introdotte alla fine del 2014 e imposte a tutti senza possibilità di scelta, compaiono quando il messaggio inviato è stato effettivamente letto dal destinatario (una spunta grigia indica invece l’avvenuta spedizione e la doppia spunta grigia ci comunica che il messaggio è arrivato a destinazione).

Per evitare che sul cellulare del nostro interlocutore compaiano le spunte blu sarà sufficiente non aprire la specifica conversazione, ma limitarsi a leggere l’ultimo messaggio ricevuto direttamente nella notifica apparsa sullo smartphone o accontentarsi delle prime due righe visibili nella pagina principale dell’app, dove troviamo l’elenco di tutte le chat aperte.

  • Eliminare l’ora dell’ultimo accesso

Non volete mostrare quando avete aperto per l’ultima volta l’app? Non dovete far altro che accedere alla schermata delle Impostazioni di Whatsapp, selezionare Account e quindi Privacy. Alla voce Ultimo accesso avrete la possibilità di lasciarlo a tutti, nasconderlo o mostrarlo solo ai vostri contatti.

  • Controllare download e salvataggio dei file multimediali

Se avete paura di esaurire il traffico dati quando non siete collegati in wi-fi, probabilmente non vorrete scaricare in automatico immagini e file audio ricevuti durante le vostre conversazioni su Whatsapp; inoltre, desiderando mantenere ordinata la gallery di immagini dello smartphone, farete in modo che tutto ciò che ricevete non vada ad intasarla in modo incontrollato; per scegliere le opzioni che fanno al caso vostro è sufficiente accedere ad Impostazioni, selezionare Impostazioni chat e regolare a vostro piacimento la gestione del download e del salvataggio dei file multimediali.

  • Silenziare le chat di gruppo

Non c’è nulla di più fastidioso che ricevere decine di notifiche ogni volta che qualche partecipante a una chat di gruppo digita qualcosa; le conversazioni tra gruppi di amici sono divertenti, ma nei momenti meno opportuni si trasformano in un’irritante tortura. Evitando di cancellarsi dal gruppo basterà silenziarlo: aprendo la conversazione e cliccando sul suo nome si apre il pannello delle impostazioni, dove alla voce Silenzioso sarete in grado di zittire il gruppo da un minimo di 8 ore a un intero anno. La scelta, ovviamente, è reversibile.

  • Mettere il lucchetto all’applicazione

Se usate uno smartphone Blackberry o Android e non amate bloccarlo con un codice, potete proteggere solo Whatsapp con un Chat Lock, una comoda applicazione che proteggerà le vostre conversazioni da occhi indiscreti.

  • Cancellare l’account

È la soluzione più sicura, ma anche la più drastica: se proprio non sopportiamo più di essere costantemente raggiunti da messaggi, foto ed emoticon non ci resta che rinunciare definitivamente a Whatsapp. Per cancellarsi occorre andare in Impostazioni, Account e… selezionare Elimina. Attenti solo… a non cadere in preda ai rimorsi!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *