Tromba

La tromba è uno strumento musicale appartenente alla famiglia degli aerofoni, in particolare degli ottoni, di cui riveste il ruolo di voce più acuta. La tromba ha un suono potente e squillante, utilizzato in tutti i generi musicali e di origine assai antica, quasi mitologica. Scoprila con noi leggendo questa guida gratuita di approfondimento dedicata a alla storia e ai tipi di tromba in commercio.

Tromba

La storia della tromba

Di tromba si parla da tempo immemorabile, probabilmente perché la sua costruzione è tra le più semplici che esistano. Già nella Bibbia, sono citate le trombe d’argento o Chatzozerà, suonate dai sacerdoti durante il regno di Salomone, e molti sono i passi storici e letterari dell’antichità che parlano di trombe utilizzate nelle guerre e nelle operazioni militari come incitamento ai soldati.

Tuttavia, le prime trombe di cui si ha documentazione, erano di bronzo, difficili da suonare e per questo utilizzate con l’ausilio di uno strumento per i muscoli facciali, chiamato Capistrum. In Egitto, la tromba era d’argento, di rame o di cono d’ariete. Altri strumenti simili tra la gente ebraica, oltre allo chatzozerà, erano lo Shofar. il Keras e il Keren.

Tra i romani invece, gli antenati della tromba furono la tuba, la tuba curva, la buccina e il cornus. Nel Medioevo invece cominciò ad utilizzarsi l’oricalco, una lega simile all’ottone.

Già prima del 1500 tuttavia, si sentì l’esigenza di modificare il tubo che formava la tromba Diritta, poiché causava grossi problemi di utilizzo: nacquero così le trombe Storte, Doppie, Corte e Ricurve.

La tromba a squillo, perfezionata da Halternhof con una pompa che sostituiva le puntine per gli spostamenti di semitono, permetteva soltanto di emettere i suoni armonici e alcuni suoni della scala diatonica, quindi non tutte le note possibili. Lo stesso Halternhof quindi applicò la pompa a coulisse alla tromba a squillo, ma non ebbe successo, mentre lo ottenne col trombone.

Successivamente si aggiunsero chiavi, molle e infine pistoni, per far emettere alla tromba più suoni possibile. Finchè nel 1829 Riedl, fabbricante viennese, aggiunse alla tromba i doppi pistoni, segnandone il suo massimo sviluppo e la nascita della tromba moderna, attualmente utilizzata. Adolf Sax cercò di perfezionare ulteriormente questo strumento con l’applicazione di sei pistoni, ma il tentativo non ebbe fortuna.

Gli elementi della tromba

Per suonare o anche solo per avvicinarsi a uno strumento, è bene conoscere ogni sua parte e sapere come si fabbrica. La tromba, che ha sezione cilindrica pur presentando una serie di elementi conici, viene costruita a partire da una grezza spirale in ottone,

Il tubo di ottone è ripiegato più volte ed è composto da diverse parti:

  • bocchino
    l’elemento che permette l’imboccatura e la produzione del suono tramite l’immissione di aria
  • pistoni
    i tasti che servono anche a regolare la pompa per suonare note diverse
  • campana
    la parte finale della tromba, che può essere di due tipi:

    • in due pezzi saldati allo strumento, i quali caratterizzano i modelli da studio o comunque economici
    • un pezzo unico con il corpo dello strumento, per i modelli da professionista, che crea una risonanza maggiore
  • pompa di intonazione
    si trova nella prima parte curva della tromba, può essere a U o reverse; regolandola, cioè facendola entrare o uscire di poco, si regola anche l’intonazione dello strumento, poiché si allunga o si accorcia la colonna d’aria; la pompa di intonazione possiede anche la chiave dell’acqua, una valvola che serve per far fuoriuscire la condensa che si accumula normalmente suonando lo strumento.

Materiali e tipi di tromba

A seconda dei materiali di cui sono costituite e rivestite le trombe, ne esistono principalmente di tre tipi:

  • trombe LT
    in ottone laccato oro, sono leggere, con campana stretta alla base e ampia nel padiglione; sono più facili da suonare e producono un suono squillante e forte, adatto agli ambienti esterni
  • trombe H
    in ottone laccato argento, sono pesanti e con una campana molto tozza; sono più difficili da suonare e sono meno squillanti, ma risultano più espressive, permettendo una maggiore dinamica del suono e una maggiore varietà timbrica
  • trombe G
    in rame, dal caratteristico colore rossiccio, sono rare, ma restituiscono suoni espressivi e caldi.

Il bocchino della tromba

Il bocchino della tromba, non è costituito da ancia in legno e struttura in ebano come per gli strumenti della famiglia dei legni, ma è in ottone come il resto dello strumento ed è formato da diverse parti:

  • il bordo, piatto è adatto per labbra grosse e curvo invece può andar bene per labbra sottili
  • la tazza o ginocchio, cioè la parte che si restringe dopo l’imboccatura, che può essere a forma di C per un suono più brillante, a forma di V per l’esaltazione degli scuri, o a forma di CV per maggiore sonorità

della tazza bisogna inoltre sapere che:

      • maggiore sarà lo spessore della tazza, più i suoni gravi saranno migliori
      • maggiore sarà il diametro, più note si potranno suonare
      • maggiore sarà la profondità e più belli verranno i suoni scuri, con profondità minore saranno migliori i suoni chiari
    • la penna, la parte finale del bocchino, che deve avere il diametro delle dimensioni giuste, rapportate alle dimensioni e alla pressione che conseguentemente si creerà nella tazza.
    • Il bocchino è la parte che si può cambiare di frequente nella tromba. Ogni trombettista, con l’esperienza, sceglierà bocchini diversi a seconda degli usi che ne dovrà fare, collezionandone diversi man mano che diventa professionista.

      Tonalità della tromba

      La tromba è uno strumento prodotto in diverse tonalità.

      La più usata in orchestra è la tromba in do.

      Esistono poi le trombe in Sib, in Re e in Mib.

      La tromba piccola è realizzata in Sib e in La, e produce un suono metallico e chiaro.

      La tromba basso ha suoni simili a quelli del trombone.

      Gli accessori della tromba

      La tromba è uno strumento che ha la possibilità di essere suonata con tantissimi accessori, per ottenere effetti sonori diversi o per aiutare nello studio dello strumento.

      • sordina
        è un elemento che si inserisce nella campana e permette di variare il colore del suono e talvolta l’intonazione. E’ un accessorio molto utilizzato
      • spirometro
        s
        i tratta di un elemento pensato per aiutare lo studente ad emettere un flusso d’aria che rimanga costante. E’ costituito da un tubicino di plastica, con una pallina da tenere sempre su durante l’emissione dell’aria
      • Berp
        è un elemento che serve come ausilio al principiante, da posizionare tra strumento e bocchino, per convogliare il flusso d’aria all’esterno
      • booster
        è un accessorio che permette di aumentare la massa del bocchino, per produrre suoni più pesanti, da innestare nel bocchino
      • adattatore
        questo accessorio è utile quando il diametro del bocchino e quello dello strumento non coincidono perfettamente. L’adattatore serve appunto a creare il massimo contatto tra bocchino e strumento
      • variatore di impedenza
        si tratta di un accessorio che aiuta lo studente a prendere confidenza con lo strumento; esso varia il volume della tazza
      • arpetta
        sostegno da posizionare sul canneggio per sostenere spartiti quando si è in movimento, per esempio sfilando con la banda
      • bottoni
        la parte superiore dei pistoni si può sostituire a causa dell’usura o per gusto estetico
      • appesantitori
        si tratta di sostituti dei pistoni che permettono di produrre suoni più grossi armonicamente parlando
      • olio e grasso
        servono per muovere meglio pompa e pistoni
      • piedistallo
        serve per appoggiare lo strumento a terra, senza rovinarlo; ne esistono di diverse misure e forme e possono talvolta essere richiudibili, per entrare all’interno della campana.

      I generi musicali della tromba

      La tromba è utilizzata in tutti i maggiori generi musicali. In orchestra, nella musica classica, fu utilizzata per la prima volta da Claudio Monteverdi nell’Orfeo. Nel jazz è uno strumento molto apprezzato. Nelle bande musicali, la tromba riveste un ruolo di grande importanza, essendo spesso lo strumento solista o portante di marce e pezzi bandistici.

      Scelta e acquisto della tromba

      > approfondisci come scegliere e acquistare la tromba



      Tags:

      3 Commenti

      1. andrea
      2. francesco
      3. sergio

      Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *