Allenamento in palestra

La palestra ideale è quella che rispecchia le nostre esigenze: struttura polifunzionale, centro benessere o fitness club, purchè ci piaccia. Dal “giardino del maestro” agli odierni centri polifunzionali per i fitness. I primi luoghi in cui sono state organizzate delle attività sportive risalgono al primo secolo a.C. Si trattava allora di piccole aree, generalmente all’aperto, entro cui il maestro preparava personalmente i propri allievi, solitamente non più di tre o quattro, e perlopiù nell’ambito delle discipline che in Italia e in tutto il resto dell’Occidente, classifichiamo come “arti marziali”.

Da allora la palestra hanno fatto molti passi in avanti, ma anche alcuni indietro. In linea con un’evoluzione culturale che ci ha portato a ricercare la perfezione del proprio corpo e a sottovalutare, molto spesso, la cura della mente, oggi le palestre sono luoghi super-tecnolocizzati, sempre più ampi e polifunzionali, luoghi in cui a volte ci sentiamo spinti più ad esibire i risultati conseguiti che a conseguire un benessere psico-fisico duraturo. Ma in ogni caso sappiate che l’allenamento in palestra porta solo giovamento al fisico e alla mente.

allenamento in palestra

Allenamento in palestra: scegliere quella ideale

Altre volte, al contrario, ci possiamo trovare di fronte a casi opposti: centri strettamente specializzati solo in alcune discipline, o strutture che invitano a scegliere solo una fra tante possibilità, magari attraverso contratti e altre formule di pagamento che limitano l’accesso a determinate sale piuttosto che alla piscina o al campo da tennis.

La scelta della struttura ideale per l’allenamento in palestra, oggi, può risultare davvero difficile. Ma il principio da seguire è uno, ed è meno scontato di quanto possa sembrare: la scelta di una palestra va condotta tenendo strettamente conto delle proprie esigenze. Non è un caso che, in questo principio generale, l’aspetto più difficile sia proprio quello di definire le nostre esigenze.

Potremmo classificare queste esigenze in:

  • legate al tempo a disposizione
  • legate alla tipologia di attività da svolgere
  • di altro tipo
    come la voglia o meno di variare attività sportiva all’interno della stessa palestra, o la predilezione per determinati tipi di ambienti (piò o meno formali, più o meno riconosciuti, più o meno ben collegati con i nostri luoghi abituali, casa scuola o ufficio) e naturalmente
  • di tipo economico

La scelta del luogo ideale dove fare il nostro allenamento in palestra dovrà scaturire dalla valutazione di tutti questi fattori.

Allenamento in palestra: gli orari

Fra tutti, uno dei fattori più determinanti nella scelta di una palestra, è il fattore tempo: quanto tempo vogliamo dedicare all’attività fisica? E come vogliamo distribuire questo tempo nell’arco della giornata o della settimana? E, ancora, siamo certi di poter dedicare un periodo continuativo a queste attività? Il problema non è di poco conto se si considera il fatto che andare in palestra ha un costo non indifferente e che, questo costo può variare molto a seconda delle “formule” di frequenza che scegliamo.

Generalmente il prezzo di un abbonamento aumenta in maniera proporzionale al tempo che intendiamo spendere in palestra (un mese costerà meno di un trimestre) ma attenzione, perchè all’aumentare dell’arco di tempo continuativo che decidiamo di spendere, il costo unitario di un singolo mese, ad esempio, diminuisce in maniera abbastanza rilevante.

Così come se dovessimo scegliere di fare un abbonamento annuale: rispetto a un abbonamento trimestrale o semestrale costerà certamente di più ma se siamo certi di poter disporre continuativamente per un anno, di almeno un’ora o due al giorno da dedicare alle nostre attività fisiche preferite, allora converrebbe rispetto alla scelta, ad esempio, dell’abbonamento semestrale.

Naturalmente il tempo giornaliero che vogliamo e possiamo dedicare a queste attività può variare, e non ci sono regole per sceglierne la quantità giusta. Quello che conta è avvicinarsi a un certo grado di costanza e, naturalmente, essere disposti a rispettare gli orari dei corsi che abbiamo scelto, se ne abbiamo scelti.

Una delle formule più in voga negli ultimi tempi è, tuttavia, quella “open”, proprio per ovviare a questioni di disponibilità di tempo. La formula open, anche chiamata all inclusive, o tutto incluso, (ma anche Gold, o Platino in molte strutture) è quella che permette di frequentare un gruppo molto ampio di attività che, fino a pochi anni fa, si era costretti a selezionare e pagare singolarmente, corsi diversi ognuno con degli orari di inizio e fine, con evidenti ripercussioni sul piano della libera gestione del proprio tempo.

Generalmente accanto a formule tutto (ma davvero tutto) incluso, le palestre più moderne offrono anche pacchetti basati sulla piena disponibilità di un arco temporale delimitato (in genere non più di 90 minuti oppure tutta la mezza giornata, mattina o pomeriggio) da poter sfruttare più o meno liberamente frequentando diverse attività all’interno di quelle proposte.

Il consiglio è sempre, dunque, quello di tenere bene a mente le proprie esigenze reali, evitando di lasciarci prendere dalla smania di passare ore ed ore in palestra (comportamento, fra l’altro, altamente deleterio per il corpo) o, al contrario, dalla pigrizia: quanto davvero ha senso pagare per un abbonamento all inclusive per un anno se sappiamo di poter fare attività sportiva solo due volte alla settimana per mezz’ora nella pausa pranzo?

Meglio non strafare certo, ma meglio ancora se la nostra palestra ha orari di apertura molto ampi (dalle ore 7.00/8.00 del mattino alle 21.00/22.00) e un numero il più possibile limitato di giorni di chiusura. Attenzione allora, anche ai centri che chiudono per i mesi estivi o che per lunghi periodi non garantiscono l’effettivo svolgimento di tutte le attività.

scelta della palestra

Attività sportive e strutture per l’allenamento in palestra

Scegliere una palestra piuttosto che un’altra significa anche e soprattutto avere prima ben chiaro quali attività abbiamo intenzione di svolgere. Ci sono infatti centri specializzati in determinate attività, di solito quelle meno praticate o comunque considerate più di nicchia, come l’arrampicata sportiva, le arti marziali, le discipline nuove come reiki, biodanza, cali.

In questi centri difficilmente troveremmo anche spazi per fare un’ora di aerobica o una sala pesi per rinvigorire in maniera più mirata il proprio tessuto muscolare. Sebbene tuttavia non manchino le eccezioni infatti, dobbiamo aspettarci di trovare queste attività in centri polifuzionali, centri dove generalmente si possono svolgere quasi tutte le attività piu praticate, ma non il contrario.

Alcune palestre inoltre, dispongono di ampi spazi e strutture molto variegate, adatte per ogni sorta di attività sportiva:

bikes per lo spinning

attività aerobiche con o senza gli attrezzi come:

  • aerobica
  • kickboxing
  • step
  • gag
  • rowing
  • running
  • walking
  • danza classica o moderna
  • balli latino-americani o di gruppo
  • pesistica
  • pugilistica

campi da tennis

attività legate all’acqua, come per esempio:

  • nuoto classico
  • nuoto pinnato
  • sub
  • aquagym
  • hydrospinning
  • acquabike
  • acquagag
  • hydrostep
  • circuito in acqua

Tutte attività queste, che necessitano di uno spazio molto particolare per poter essere svolte: una piscina. Se la nostra intenzione è quella di svolgere una o alcune di queste attività sportive è particolarmente importante valutare attraverso tutti i mezzi che ci può fornire il centro, il livello di qualità di questo spazio, fermo restando che non ci sarà permesso visitarla, cosa che invece accade per le sale. Chiediamo allora tutto quello che si deve sapere di una piscina: se la temperatura dell’acqua viene costantemente regolarizzata, se dispone di trampolini, se vi sono zone in cui il livello dell’acqua di consente di toccare il fondo, se vi sono piscine per i più piccoli, la sua linghezza, etc.

Altrettanto importante, una volta scelte le attività che intendiamo praticare, è verificare l’ampiezza e la pulizia degli spazi adibiti, la disponibilità degli attrezzi e, per quanto ci è possibile, la capacità degli istruttori.

Da non dimenticare, infine, gli spazi più propriamente adibiti alla cura del benessere, molto diffusi anche nelle palestre di ampiezza modesta: sauna, bagno turco, vasche con acque termali o purificanti, docce calce e fredde, percorsi di idrotonificazione, aree relax etc. sono oggi l’ultima moda dei centri sportivi.

Da verificare, se possibile, anche la vicinanza di aree ristoro (possono trovarsi nella palestra stessa) magari fornite di cibi sani e di qualità, per un progetto si benessere a tutto tondo. Attenzione, naturalmente, anche alla presenza o meno di personal trainers, di una segreteria attenta e competente, di medici e altro personale specializzato che possa seguirci in maniera costante durante il nostro percorso di cura del proprio corpo-mente.

Quanto costa l’allenamento in palestra

Quanto siamo disposti a spendere per il nostro benessere psicofisico? Oggi il prezzo medio di un semestre di palestra, con formula semi-open, sembra essere sensibilmente calato. Ma possiamo per questo non badare alle nostre tasche? Nonostante molto di quello che si deve sapere sui prezzi di un abbonamento in palestra sia stato spiegato in relazione alla quantità e alla distrubuzione del nostro tempo, il discorso non si esaurisce qui.

Volendo fare una stima più esatta dei costi, infatti, ci troveremmo di fronte a una rosa di tariffe che varia, in maniera a volte anche molto netta, fra nord e sud d’italia, capoluoghi di provincia e piccoli centri, addirittura si possono registrare grosse variazioni anche in realazione al quartiere in cui è situata il nostro centro.

Si va da un minimo di 20 euro mensili in abbonamento semestrale con la possibilità di svolgere una selezione molto limitata di attività (ad esempio un’attività aerobica in sala sommata a una certa quantità di tempo spendibile nella sala pesi, o la possibilità di accedere al centro solo in orari specifici, di solito o mattine o pomeriggi) a un massimo di 80 euro mensili, sempre in abbonamento semestrale.

Ciò vuol dire che un mese di attività sportiva in un centro magari molto moderno in pieno centro della città e senza formule che permettano sconti, può arrviare anche a 120/150 euro. Ma sono ancora delle eccezioni, fortunatamente.

Diversa è la questione però, per le attività acquatiche e, più in generale, per i centri dotati di piscine, che sono mediamente attività più care e ancora più dispendiose se non si ha la voglia o la possibilità di rinunciare a corsi in acqua sotto la supervisione dell’istruttore.

La palestra che ci piace

Insomma, scegliere una palestra non è fra le decisioni più semplici e immediate. Non solo perchè si debbono avere ben chiare le proprie esigenze. E non solo perchè richiede un buona quantità di tempo e pazienza per confrontare le varie offerte. Anche nella scelta di una palestra non può che essere fondamentale l’aspetto emozionale: una palestra, fondamentalmente, deve piacerci.

La palestra che frequenteremo sarà un luogo dove spenderemo una parte del nostro tempo libero, oltre che tante energie e calorie, è anche un luogo per uscire dalla routine più o meno sedentaria e ripetitiva della vita quotidiana, può essere un luogo dove coltivare alcune passioni o una semplice occasione di svago. E’ determinante valutarne gli ambienti anche a partire dalle persone che li abitano, cercare di intuire lo stile di questi ambienti oltre che il loro livello di dotazioni tecnologiche o l’ampiezza.

Ci sono palestre tendenzialmente frequentate da giovani e giovanissimi, centri popolati da atleti professionisti o semi – professionisti, strutture o aree pensate per la gente che vuole farsi notare, altre per coloro ai quali interessa solo praticare un pò di sano sport. Deve somigliarci, in qualche modo, e permetterci di sentirci a nostro agio con i suoi spazi e i suoi abitanti. La palestra ideale, è la palestra ideale per noi.

Siti internet per scegliere la palestra

  • Iperfitness
    un portale che raccoglie alcuni articoli di approfondimento sul fitness e un’ottimo elenco di palestre suddivise per regione
  • CONI
    il sito del Comitato Nazionale Olimpico Italiano
  • Sportal
    altro portale sullo sport, ricco di materiali multumediali
  • Benessere punto com
    ottimo portale sul mondo del fitness e del benessere a 360°


Una risposta

  1. Debby80

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *