Sigaretta elettronica senza nicotina

Una delle principali differenze tra la sigaretta tradizionale e quella elettronica è quella di poter scegliere se inserire nelle ricariche la nicotina oppure utilizzare liquidi nicotin-free ovvero privi di questo principio attivo, assai dannoso per la salute.

Sigaretta elettronica senza nicotina

Nelle sigarette tradizionali le sostanze nocive pericolose per la salute sono addirittura 4000 e inoltre la nicotina crea un effetto di dipendenza per cui smettere di fumare diventa assai difficile. Le e-sigarette, da questo punto di vista, si differenziano dalle tradizionali proprio perché c’è la possibilità di scegliere quelle nicotin-free ovvero si può inserire nelle cartucce del filtro solo glicerolo, glicole propilenico e aromi naturali, ottenendo cosi una perfetta sigaretta elettronica senza nicotina.

Dato che però ad oggi alla grande diffusione repentina delle sigarette elettroniche non si è affiancata una adeguata sperimentazione scientifica per accertarsi delle conseguenze dell’e-smoking, sia per i fumatori sia per il fumo passivo, l’utilizzo delle sigarette elettroniche, anche quelle prive di nicotina, è vietato nei luoghi pubblici.

Sigaretta elettronica senza nicotina

E-sigarette nicotin-free

Per scegliere una sigaretta elettronica senza nicotina è necessario acquistare le ricariche che riportino la dicitura senza nicotina oppure miscelare esclusivamente gli altri componenti ovvero il glicerolo, il glicole propilenico e gli aromi naturali disponibili in commercio in decine di varietà di gusti e tipologie. Il dispositivo della e-sigarette è il medesimo di quelle che contengono nicotina e così anche il liquido ha la stessa composizione, ciò che cambia è soltanto quindi l’assenza di nicotina.

Anche il cosiddetto effetto fumo non è dato ovviamente dalla presenza della nicotina, ma dal glicerolo e dal glicole propilenico, mentre l’effetto “hit”, ossia il colpo in gola che si percepisce quando si fuma la sigaretta di tabacco, rimane più che altro correlato alla presenza della nicotina, quindi nelle sigarette nicotin-free sarà più blando; al limite si può aumentare questo effetto miscelando alcuni tipi di aromi del tabacco che sono comunque privi di nicotina.

L’uso della sigaretta elettronica senza nicotina è sconsigliato a donne in gravidanza o che allattano e a persone con patologie cardiovascolari anche perché fino ad oggi non sono stati esclusi eventuali pericoli per il feto o il bambino o altri potenziali rischi per le vie respiratorie.

Livelli di nicotina

Anche nel caso di una sigaretta elettronica con nicotina, la quantità media di questo principio che viene inalata da uno svapatore a parità di consumo di una sigaretta tradizionale risulta comunque nel complesso inferiore.

Per fare un esempio pratico in una sigaretta tradizionale la nicotina presente si attesta su 0,8 mg circa, così chi fuma 20 sigarette al giorno ne assume 16 mg; nelle sigarette elettroniche la quantità di nicotina è calcolata in milligrammi per millilitro e per fumare le 20 sigarette tradizionali al giorno sarebbe necessario usare circa 6 cartucce di ricarica, in quanto una cartuccia in media corrisponde a 3-4 sigarette, che equivalgono a una dose di nicotina pari a circa 7 mg.

Da ciò si deduce che a parità di sigarette fumate la dose di nicotina presente nelle sigarette elettroniche è comunque inferiore rispetto al fumo tradizionale.

Ora però è bene sottolineare che si tratta solo di un esempio indicativo in quanto poi la differenza la fa anche il tipo di sigarette tradizionali prescelte, se più o meno forti, oppure il quantitativo di nicotina utilizzato dagli svapatori.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *