Massaggio cinese Tuina

Il massaggio Tui Na è una pratica di origine cinese che agisce sull’energia del corpo (il Qi) al fine di ristabilire l’equilibrio vitale e combattere numerose situazioni di disturbo fisico e mentale, ma anche vere e proprie malattie. In questa guida scopriremo le sue origini e la sua storia millenaria, con una descrizione delle principali tecniche utilizzate, delle sue applicazioni curative e dei casi nei quali è controindicato.

Il massaggio cinese Tuina

Il massaggio cinese Tuina (o tu? ná) è una terapia di manipolazione di origine cinese che spesso viene impiegata in associazione con altre tecniche come agopuntura, terapie con erbe medicinali, qi gong e tai chi.

Questo tipo di massaggio, effettuato con le mani, si basa su principi del taoismo cinese e delle arti marziali tradizionali e viene effettuato allo scopo di donare equilibrio al corpo. Uno stato di malessere o di malattia è infatti visto, secondo la tradizione cinese, come la conseguenza di un disequilibrio delle energie dell’organismo. Questo disequilibrio può essere dovuto a diverse cause come, ad esempio, fattori psicologici o emotivi, situazioni di stress, ma anche un non ottimale stile di vita e un’alimentazione non corretta. Il Tui Na è una tecnica che si prefigge come obiettivo primario il ritorno ad un buono stato di salute proprio attraverso il corretto ristabilimento delle energie del corpo e del loro flusso ottimale.

Massaggio cinese tuina

Secondo la medicina tradizionale cinese, nel corpo umano l’energia (ovvero il Qi) scorre attraverso particolari canali energetici, detti “meridiani”. Ciascuno di essi può essere considerato come la linea ipotetica che unisce i punti di energia che, fra l’altro, sono gli stessi che vengono sollecitati con l’agopuntura. Le aree sollecitate dal Tui Na sono le medesime interessate dalla pratica dell’agopuntura, e la loro manipolazione permette di ristabilire i corretti flussi energetici. All’atto pratico, questa manipolazione è finalizzata alla riduzione dei dolori muscolo-scheletrici, sia cronici che acuti, e diversi altri disturbi di natura dolorosa o patologica.

Il massaggiatore applica un’ampia gamma di movimenti come pressioni, pizzicamenti, trazioni, strofinamenti, frizioni sulle aree comprese fra ciascuna delle articolazioni (note come le “otto porte”) allo scopo di permettere il passaggio dell’energia vitale attraverso il corpo, lungo i meridiani energetici e nei muscoli.

Nel massaggio Tui Na sono coinvolti molti principi della medicina tradizionale cinese (MTC), e questa pratica viene correntemente insegnata nelle scuole di medicina orientale. Questo tipo di massaggio viene anche insegnato agli allievi avanzati di molte scuole di arti marziali dell’Asia orientale per permettere loro di trattare da soli le ferite e gli stati dolorosi dovuti all’intenso allenamento.

Storia del massaggio cinese Tuina

Tecniche di massaggio simili a quelle del Tui Na venivano praticate già all’epoca della dinastia Shang, all’incirca verso il 1700 a.C. Sono state infatti ritrovate antiche iscrizioni su frammenti di osso risalenti all’epoca, che riportavano l’utilizzo del massaggio per la cura di malattie nei bambini e di problemi di digestione negli adulti. Un famoso medico vissuto attorno al secondo secolo d.C., Zhang Zhongjing, nel suo libro “Jin Gui Yao Lue”, scrive che il massaggio Tui Na veniva impiegato come metodo terapeutico non appena iniziavano i sintomi di pesantezza agli arti, allo scopo di prevenire le malattie sin dalle prime battute.

Verso l’anno 700 la pratica del Tui Na iniziò ad essere insegnata come uno studio a sé stante presso l’Accademia medica imperiale. La terapia, inizialmente conosciuta come “anwu” o “anmo”, guadagnò presto in popolarità e si diffuse in molti altri paesi come ad esempio la Corea ed il Giappone. In seguito alla grande diffusione ed alla progressiva articolazione della struttura del massaggio, verso il 1600 l’anmo si fuse con un’altra tecnica e prese il nome definitivo di Tui Na (anche se in Giappone il termine anmo continua ad essere utilizzato).

storia del massaggio cinese tuina

Esattamente come quanto accade con altre pratiche della medicina tradizionale cinese, esistono molte scuole di Tui Na, che si discostano l’una dall’altra per via di differenti approcci alla disciplina, ai metodi ed alle tecniche. Le differenze fra queste scuole possono essere più o meno grandi.

Le principali scuole di massaggio Tui Na in Cina contemplano il metodo del “rotolamento” mirato alla manipolazione dei tessuti molli e al trattamento di stiramenti muscolari e traumi articolari. Alcune scuole sono specializzate in manipolazioni che vedono l’utilizzo di un solo dito alla volta, un metodo che ricalca molto da vicino le tecniche dell’agopuntura; il cosiddetto metodo Nei Gung invece si focalizza su esercizi e massaggi specifici per rivitalizzare i sistemi energetici “scarichi”. Altre scuole ancora si concentrano su metodiche di manipolazione finalizzate al riallineamento dei legamenti e delle articolazioni muscolo-scheletriche, e sono specializzate nel lenire il dolore causato dall’irritazione dei nervi e dai traumi alle articolazioni.

Applicazioni del massaggio cinese Tuina

Nella Cina antica, le terapie mediche venivano spesso classificate come trattamenti “esterni” o “interni”: il massaggio Tui Na fa chiaramente parte dei trattamenti esterni e le sue caratteristiche peculiari lo rendono adatto anche per persone fisicamente fragili come gli anziani e i bambini. Attualmente esistono tecniche specializzate per bambini, adulti e anziani, ma anche trattamenti di tipo traumatologico, ortopedico, riabilitativo, della medicina dello sport e cosmetici.

Il massaggio cinese Tui Na è indicato per il trattamento di problemi a livello muscolo-scheletrico e disordini dell’apparato digerente, respiratorio e riproduttivo causati principalmente da stati emotivi alterati e dallo stress.

Il massaggio Tui Na è molto efficace per i dolori articolari, come ad esempio l’artrite, ma anche per spasmi muscolari, infiammazioni del nervo sciatico, mal di schiena, dolori al collo e alle spalle. Questo trattamento è indicato anche come trattamento per problemi cronici come ad esempio emicrania, mal di testa, nevrastenia, insonnia, costipazione e mancanza di concentrazione.

Può essere un’ottima soluzione per le persone meno giovani, dal momento che permette di trattare disturbi di natura cardiovascolare e tendenza alla pressione alta. Con la manipolazione, inoltre, si può raggiungere e mantenere uno stato di benessere generale molto importante per l’anziano. Il trattamento è anche indicato per bambini che soffrono di bronchite, diarrea, stitichezza, influenza, pancia gonfia, inappetenza e diversi altri disturbi dell’età pediatrica, e per il trattamento dei problemi tipici dell’adolescenza come ansia, irritabilità, disagio fisico, sindrome premestruale e mancanza di concentrazione.

Per chi è alla ricerca di un massaggio rilassante, dolce e dall’effetto sedante, in Tui Na non è particolarmente indicato dal momento che ha un approccio più incisivo ed il suo fine ultimo non è il rilassamento, ma la cura di particolari situazioni patologiche o disturbi fisici.

Manipolazioni più comuni del massaggio cinese Tui Na

In una sessione tipica di massaggio Tui Na il cliente è scalzo e indossa vesti ampie e morbide, e viene fatto sdraiare su un tavolo per massaggi o su un tappeto di gomma. Il massaggiatore esamina la situazione generale del cliente ed i suoi specifici problemi, scegliendo poi in base a questi il protocollo di manipolazione più indicato che vada a toccare specifiche zone doloranti, meridiani energetici, punti di agopuntura, muscoli e giunture. Le sessioni di massaggio Tui Na durano solitamente da 30 minuti ad un’ora e, a seconda del problema, il cliente può ritornare per sottoporti ad ulteriori sedute.

Nel massaggio Tui Na, a differenza di altre pratiche basate su pressioni di tipo statico (come ad esempio il massaggio Shiatsu), i movimenti eseguiti dal massaggiatore sono più dinamici. Fra le molte manipolazioni utilizzate nel massaggio Tui Na, le tecniche (dette F?) più diffuse sono rappresentate da:

  • An F?: il movimento consiste nella pressione statica su un’area limitata del corpo effettuata con i pollici, il palmo della mano o, nelle manipolazioni più decise, il pugno. Il progressivo aumento della pressione causa dapprima torpore, poi distensione ed infine una sensazione “radiante” nel corpo del paziente. A seconda della manipolazione si può ottenere un effetto tonificante o rilassante.
  • Rou F?: viene applicato un massaggio con il palmo della mano, il tenar (il rilievo carnoso situato alla base del pollice) o i polpastrelli. Questo movimento è circolare e, per intenderci, assomiglia a quello utilizzato per lavorare un impasto. Se il massaggio è lento e dolce serve a tonificare, mentre movimenti decisi mirano a disperdere la tensione.
  • Mo F?: si tratta di una frizione applicata in senso rotatorio, senza tuttavia esercitare una pressione. Solitamente questo movimento viene eseguito per preparare un’area da trattare con tecniche successive, oppure per rilassare la zona in seguito ad un trattamento.
  • Tui F?: utilizzando il pollice, il pugno o il palmo della mano si effettua una spinta trasversale di una zona della pelle, causandone il riscaldamento e lo “scollamento” dai tessuti sottostanti.
  • Nian F?: il metodo consiste nell’utilizzo dei polpastrelli del pollice e dell’indice che vengono utilizzati per pizzicare una particolare area del corpo attraverso movimenti rapidi e di media forza.
  • Na F?: opponendo il pollice alle dita si massaggia una certa zona del corpo, ad esempio pizzicando la pelle o massaggiando le spalle.
  • Nie F?: assomiglia alla precedente, con la differenza che con un pizzicotto si solleva la pelle tirandola verso l’esterno. Il movimento serve a disperdere le energie in eccesso.
  • Fen F?: una particolare zona della cute viene sollevata e tirata in due direzioni opposte, anche in questo caso allo scopo di disperdere l’energia.
  • Yi Zhi Chan F?: il polso viene fatto oscillare, applicando al contempo una pressione più o meno forte.
  • Dou F?: consiste nello scuotere e mettere in vibrazione gli arti afferrando l’estremità delle braccia o delle gambe. Questa tecnica viene utilizzata per rilassare disperdere la tensione.
  • Zhen F?: si tratta di una particolare vibrazione trasmessa con un movimento della mano.
  • Guen F?: consiste nel chiudere la mano con un pugno non completamente stretto, effettuando sul corpo un rotolamento, applicando una pressione, mediante l’ipotenar (il rilievo carnoso che si trova alla base del mignolo). Si tratta di uno dei movimenti più tipici del Tui Na, e serve per disperdere le energie e rilassare la zona trattata.
  • Ca F?: si tratta di un’energica frizione sulla pelle effettuata per riscaldare una particolare zona.

Allo scopo di migliorare l’efficacia delle manipolazioni nel massaggio Tui Na si possono utilizzare erbe medicinali sotto forma di vari preparati come poltiglie, creme, compresse o linimenti. Al termine del massaggio il cliente avverte una sensazione di rilassamento ma si sente, al contempo, pieno di energie. Chi ha sperimentato sia l’agopuntura che il massaggio Shiatsu definisce spesso il TuiNa come una via di mezzo fra queste due pratiche.

Controindicazioni del massaggio cinese Tuina

La pratica è considerata generalmente sicura e tutte le persone in salute, senza distinzione di età, vi si possono sottoporre tranquillamente. Esistono tuttavia delle eccezioni: questo massaggio è controindicato per le persone interessate da infezioni allo stato attivo, ferite aperte e lesioni della pelle, dermatosi ulcerose o infettive, neoplasie cutanee o sottocutanee nella zona da trattare.

È sconsigliato l’utilizzo anche in caso di flebiti, fratture ossee, lussazioni, perforazioni gastriche o intestinali, patologie dell’apparato cardiovascolare gravi, in caso di forte indebolimento fisico o stati febbrili e negli anziani che soffrono di osteoporosi. Le donne in stato di gravidanza, nel periodo post-parto, durante la fase premestruale ed il ciclo dovrebbero evitare il massaggio Tui Na. Si sconsiglia inoltre di sottoporvisi in caso di forte stress emotivo o dopo aver consumato un pasto particolarmente pesante.

Come aprire un centro benessere

  • Kit per aprire un centro benessere
    Si tratta di un kit per l’imprenditoria che aiuta a risolvere tutte le difficoltà, i dubbi e le problematiche collegate con l’apertura di una SPA, di un Hammam, di una sauna o di centro benessere, e a decidere come realizzare al meglio questa iniziativa imprenditoriale. Una soluzione economica, efficace e intelligente per progettare, valutare, realizzare e lanciare con successo la vostra impresa nel settore del benessere.

Approfondire il massaggio cinese Tuina

Siti internet

Non esistono siti specializzati sul massaggio Tui Na in lingua italiana, ciononostante è possibile approfondire la conoscenza di questo massaggio visitando alcune pagine web come ad esempio:

Video

  • Corso di Massaggio Tui Na (Micromassaggio Cinese)
  • Tuina (Massaggio tradizionale cinese) – http://www.youtube.com/watch?v=P-jEFzEVy_M
  • Tecniche Tuina – http://www.youtube.com/watch?v=1Ts3sGeiuHk

Libri

Titolo: Tuina. La riscoperta di un’antica terapia manuale cinese
Collana: L’altra medicina
Autori: Chaoyang Fan, Josef Hummelsberger, Gerlinde Wislsperger
Tradotto da: B. Breuer
Editore: Edizioni Mediterranee
Anno: 2002
Lunghezza: 198 pagine

Titolo: Atlante illustrato di tuina
Collana: L’altra medicina/Studio (vol. 50)
Autore: Luan Changye
Tradotto da: G. Nobile
Editore: Red Edizioni
Anno: 1995
Lunghezza: 62 pagine

Titolo: Tui-na e micromassaggio cinese. Con DVD
Autore: Daniele Santagà
Editore: Macro Edizioni
Anno: 2008

Titolo: Il libro del Tuina. Teoria e pratica
Collana: Le vie dell’armonia. Quaderni tecnici (vol. 33)
Autore: Jun Chen
Tradotto da: R. Tresoldi
Editore: Luni
Anno: 2004
Lunghezza: 121 pagine

Titolo: TuiNa. Massaggi per bambini più sani e più felici
Collana: Salute & benessere
Autore: Maria Mercati
Tradotto da: F. Angelini
Editore: Pisani
Anno: 2004
Lunghezza: 95 pagine



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *