Benefici della sigaretta elettronica

Tra i fumatori ora è necessario fare una distinzione tra chi fuma la sigaretta tradizionale e chi invece fa uso della cosiddetta sigaretta elettronica. Ma di cosa si tratta? Il boom delle vendite è legato a un’operazione di marketing oppure ci sono benefici rispetto al fumo della nicotina? Ecco allora una serie di utili informazioni per conoscere più da vicino il “fumo digitale”.

I benefici della sigaretta elettronica

Sono circa 400 mila gli italiani che hanno smesso di fumare le loro sigarette classiche e hanno preferito la cosiddetta e-cig, confidando nei benefici della sigaretta elettronica e diventando uno dei tanti “svapatori”, come appunto in gergo è chiamato chi usa questo prodotto. Ma in che cosa consiste?

Sicuramente è un fenomeno che negli ultimi tempi si è diffuso molto, tanto che ad esempio anche all’interno di centri commerciali si possono incontrare dei punti vendita esclusivi: basti pensare che in pochi mesi sono stati aperti addirittura 1.500 negozi con un giro d’affari superiore ai 250 milioni di euro solo nel 2012. In America il fenomeno si è già diffuso da qualche anno e quindi oggi si contano circa ben 3 milioni di fumatori di sigaretta elettronica.

Ma attorno alla e-cig è attivo un vivace dibattito tra chi è favorevole al suo utilizzo e chi è contrario: quali sono i benefici della sigaretta elettronica e soprattutto, ci sono rischi per la salute? E’ vero che può aiutare a perdere il vizio del fumo? Si può fumare in un luogo pubblico?

Cerchiamo allora di rispondere a queste e ad altre domande, ma soprattutto a quelle sui reali benefici della sigaretta elettronica.

benefici della sigaretta elettronica

Come funziona la sigaretta elettronica

L’uso della sigaretta elettronica, detta anche “e-cig”, è nato nel 2003 in Cina e di recente si è diffuso in tutto il mondo. Si tratta di un dispositivo elettronico per forma simile alla sigaretta tradizionale, dotato di una batteria ricaricabile che permette a chi la usa di inalare il vapore di una soluzione composta da

  • acqua
  • glicerolo
  • glicole propilenico 
  • aromi naturali

Per quanto riguarda la nicotina è bene precisare che essa può essere presente oppure no, a seconda del tipo di ricarica che si intende utilizzare.

Il vapore inalato restituisce un sapore e una sensazione che richiama per certi aspetti quella di quando si fuma una sigaretta tradizionale anche se, non essendoci la combustione, tutti i rischi cancerogeni dovuti ai residui di questo processo sono in teoria molto più bassi.

Per aspirare una sigaretta elettronica sono necessari circa 3 o 4 secondi ed è bene ricordarsi che se l’aspirazione dura di più, ad esempio 7 o più secondi, la batteria potrebbe bloccarsi per un breve periodo.

Componenti tecniche della sigaretta elettronica

Il dispositivo elettronico di una sigaretta elettronica è composto dalle seguenti principali parti:

  • batteria ricaricabile (in commercio ci sono vari tipi di caricabatterie anche tramite Usb o con presa da auto);
  • vaporizzatore (o cartomizzatore che riscalda il liquido della cartuccia o del serbatoio generando così una sospensione gassosa);
  • filtro con cartuccia (la cartuccia vecchia può essere sostituita con una nuova oppure si può usare un “tank” ovvero un serbatoio da ricaricare più volte; il liquido può inoltre essere acquistato già premiscelato oppure si possono comprare separatamente i componenti base, ovvero glicole propilenico, glicerolo, soluzione con nicotina e aromi, e miscelarli in base a concentrazioni diverse);
  • circuito elettronico interno;
  • led (simula la combustione).

benefici della sigaretta elettronica

Varianti e modelli

Gli “svapatori” o “e-smokwer”, come amano definirsi coloro che fumano la e-cig, hanno la possibilità di scegliere tra vari tipi di apparecchi, ma in ogni caso non variano i benefici della sigaretta elettronica. La caratteristica distintiva principale è data dalla differenza dei diversi tipi di liquidi da inalare, basti pensare che in commercio ne esistono ben oltre un centinaio, alcuni con nicotina e altri privi.

Il costo di una singola sigaretta elettronica può aggirarsi dai 30 agli 80 euro a cui va aggiunta la spesa per le cosiddette ricariche che singolarmente hanno un prezzo in media di circa 5-6 euro.

Benefici della sigaretta elettronica e rischi per la salute

Non ci sono ad oggi certezze assolute e scientifiche nell’affermare o meno che la sigaretta elettronica sia totalmente innocua per la salute. Si tratta infatti di apparecchi e miscele su cui ancora è necessario svolgere maggiori ricerche, ecco pertanto che c’è anche chi sostiene che andrebbe regolamentata di più la vendita e garantita la salute sia di chi fuma sia di chi è esposto al cosiddetto “vapore passivo”. Al contrario i benefici della sigaretta elettronica sono evidenti, perchè si smette di fumare le classiche, notoriamente dannosissime per la salute.

Proprio per il fatto che non sono stati ancora del tutto esclusi i rischi per la salute, il Ministro della salute ha imposto il divieto di vendita di prodotti contenenti nicotina ai minori di 16 anni e il “fumo elettronico” è stato vietato anche a bordo di Trenitalia e Ntv, negli aerei Alitalia, nei cinema, nei ristoranti, nelle scuole e in alcuni uffici comunali.

Sigaretta classica o sigaretta elettronica

Se si dovessero mettere a confronto i due tipi di sigarette quali sono i vantaggi che si potrebbero trarre dall’uso di quella elettronica? Appurato il fatto che la scelta migliore per la salute sarebbe quella di non fumare, secondo alcune ricerche scientifiche i benefici della sigaretta elettronica sono palesi, dato che il loro livello di tossicità è di circa mille volte inferiore a quello della tradizionale “bionda”, essendo ridotta l’inalazione delle centinaia di sostanze cancerogene presenti nel tabacco che brucia.

Ovviamente, è bene ricordare, che anche le sostanze inalate con i nebulizzatori della sigaretta elettronica possono essere tossiche in base alle dosi di nicotina presente.

Ciò che richiede comunque una maggiore regolamentazione e più controlli sono le sostanze contenute nella ricarica.

Finora i sostituti della nicotina venivano venduti in farmacia, oggi queste miscele delle ricariche per sigaretta elettronica si trovano in tanti punti vendita e andrebbero così intensificati, a detta di molti esperti, i controlli da estendere anche a tutti i modelli di sigaretta elettronica in commercio per impedire che un uso improprio dell’apparecchio o un difetto di costruzione possano arrecare danni, anche gravi, al consumatore.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *