Autorizzazione Assegni Familiari modello anf 43: come richiederli

Gli assegni familiari altro non sono che un supporto al reddito di alcune famiglie i cui componenti fanno parte di determinate categorie di lavoratori e si tratta di assegni che vengono erogati dall’Inps, salvo vengano rispettati alcuni requisiti.

assegni familiari

Solitamente gli importi degli assegni familiari sono proporzionati al reddito e alla famiglia e vengono calcolati ogni anno, in dipendenza dal cambiamento dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati calcolati dall’Istat.

Chi può richiedere gli assegni familiari e come?

Gli assegni familiari solitamente spettano ai:

  • lavoratori dipendenti italiani comunitari ed extracomunitari che lavorano in Italia per il proprio nucleo familiare, formato da richiedente e coniuge non separato legalmente ed effettivamente divorziato
  • figli ed equiparati minori e maggiorenni inabili
  • figli ed equiparati studenti o apprendisti tra i 18 e 21 anni solo se facenti parte di numerosi nipoti minori in linea retta viventi a carico dell’ascendente
  • fratelli, sorelle e nipoti del richiedente, orfani di entrambi i genitori e non titolari di pensioni ai superstiti.

Per quanto riguarda i lavoratori extracomunitari, questi hanno diritto agli assegni familiari soltanto qualora i familiari siano residenti in Italia o in paesi convenzionati. Per poter fare la richiesta, solitamente i lavoratori dipendenti dovranno presentare la domanda di assegno al nucleo al proprio datore di lavoro, utilizzando il modulo predisposto dall’INPS o dalla propria amministrazione, ma non è sempre facile perché esistono alcune situazioni familiari per i quali è necessario ottenere dall’Inps l’autorizzazione ovvero l’ANF 43.

Autorizzazione Assegni Familiari modello anf 43

Con il messaggio numero 4638 del 18 novembre 2016, l’Inps ha fornito chiarimenti in merito alle casistiche di richiesta dell’assegno per il nucleo familiare per le quali deve essere rilasciata l’autorizzazione ANF 43. Sostanzialmente occorre chiedere autorizzazione ANF qualora nel nucleo familiare ci siano:

  • figli di coniugi legalmente separati o divorziati
  • figli naturali dei coniugi che siano stati riconosciuti da tutti e due i genitori
  • figli di uno dei due coniugi nati nel corso di un matrimonio precedente
  • nipoti in linea retta che sono a carico del nonno o della nonna
  • familiari inabili anche se maggiorenni
  • familiari di cittadino italiano e non residenti in un paese estero
  • figli di età compresa tra 18 e 21 anni che fanno parte dei cosiddetti nuclei familiari numerosi.

Tale autorizzazione per l’erogazione degli ANF è rilasciata dall’Inps al Cittadino richiedente esclusivamente nel caso in cui quest’ultimo sia un lavoratore dipendente e la prestazione familiare debba essere corrisposta dal datore di lavoro che anticipa gli importi per conto dell’Istituto medesimo. In questo caso, la domanda va inoltrata direttamente all’Inps telematicamente e sarà l’Istituto stesso che dovrà verificare se non vi siano altri soggetti già autorizzati a fruire dell’assegno al nucleo per quel familiare e rilascerà l’autorizzazione. Questa, non è a tempo indeterminato ma va ricordato che ha una scadenza ed è necessario provvedere a chiederne il rinnovo per non avere sospensione nei pagamenti dell’ assegno al nucleo. Ricordiamo infine che i moduli anf 43 potranno essere scaricati direttamente dal sito ufficiale dell’Inps.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *