Prodotti artigianali della Sicilia

La Sicilia è una delle regioni italiane con una maggiore varietà di produzione artigianale tipica di qualità che ancora oggi è fiore all’occhiello dell’economia siciliana. Nei prodotti tipici di questa regione si nasconde una storia lunga tanti secoli, custode del patrimonio culturale e storico della civiltà greca, di quella araba e della civiltà normanna. L’artigianato tipico e tradizionale è uno dei settori più importanti dell’economia della Sicilia oltre al turismo. Ancora oggi è infatti molto diffusa la lavorazione artigianale e fra le produzioni più caratteristiche e tipiche ci sono gli sfilati, la ceramica, la pietra di Modica, il corallo, la cartapesta, il ricamo e il merletto, la cioccolata preparata artigianalmente a Modica.

Prodotti artigianali della Sicilia

Prodotti artigianali della Sicilia

Ogni città e località della Sicilia vanta la produzione di oggetti dell’artigianato tipico realizzati secondo la classica manifattura tradizionale, ad esempio nella zona di Trapani è fiorente la tessitura dei tappeti, nel messinese e nel catanese è ancora oggi molto attiva la realizzazione di oggetti in terracotta e in ceramica decorati a mano, nei paesi vicino all’Etna è diffusa la lavorazione tipica della lava, a Paternò e Acireale molto caratteristico è infatti l’artigianato della pietra lavica.

Prodotti tipici dell’artigianato siciliano sono oggi apprezzati non solo da turisti ma sono addirittura esportati all’estero e così nei negozi di Harrods a Londra è possibile ad esempio trovare oggetti lavorati in Sicilia tanto che si può parlare di un vero e proprio fenomeno di internazionalizzazione dell’artigianato siciliano.

Carretto siciliano

Uno dei prodotti dell’artigianato artistico diventato un simbolo della Sicilia è il cosiddetto carretto siciliano che nel Seicento veniva utilizzato come mezzo di trasporto ed era decorato con immagini religiose. Il legno utilizzato era il frassino oppure l’abete, il noce o il faggio, l’intarsiatore e il decoratore gli conferivano poi una veste molto curata.

I colori tipici del carretto siciliano sono il rosso, il verde e l’azzurro.

Nel corso dell’Ottocento sui carretti venivano dipinte scene mitologiche o cavalleresche. Oggi il carretto siciliano viene ancora realizzato per tenere in vita questa importante e caratteristica tradizione folcloristica siciliana.

Ceramiche, lava e corallo

A Caltagirone, in provincia di Catania, sono molto rinomate le ceramiche, mentre nelle zone vicino all’Etna, in particolare a Giarre, in provincia di Catania, è diffusa ancora oggi la lavorazione della pietra lavica e in tutta la Sicilia è tipica la lavorazione del corallo.

Pupi e presepi

Dalla metà dell’Ottocento ad oggi a Palermo e Catania è viva la tradizionale lavorazione dei “pupi” che sono delle caratteristiche marionette originariamente realizzate in legno e poi in metallo e vestite con abiti preziosi e che sono state le protagoniste del teatro popolare siciliano, mentre al Settecento risale la lavorazione artistica dei presepi con statuine in terracotta, in maiolica o in cartapesta.

Tessuti

Per quanto riguarda la lavorazione tessile artigiana siciliana molto tipica è la “frazzata” di Erice, in provincia di Trapani, tecnica con la quale ancora oggi si realizzano tappeti dai colori vivaci tessuti a mano e decorati con stoffe di recupero, mentre lo sfilato è un tipo di ricamo siciliano caratteristico delle località di Castiglione, Sortino e Vittoria.

Siti web per approfondire l’artigianato tipico della Sicilia

  • Regione Sicilia – Assessorato al Turismo
    Sito ufficiale della Regione Sicilia Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo con tante informazioni sul territorio e sulle manifestazioni dedicate anche a prodotti tipici regionali.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *