Prodotti artigianali del Piemonte

Il Piemonte è una regione in cui il settore industriale è molto sviluppato e all’avanguardia, ma anche l’artigianato con laboratori e piccole aziende è un settore importante dell’economia regionale. Ecco allora che in varie località si producono ancora oggi a mano mobili, arazzi, ceramiche o strumenti musicali.

Prodotti artigianali del Piemonte

Prodotti artigianali del Piemonte

Alcune delle lavorazione tipiche più diffuse nel Piemonte sono quella del legno e del restauro, dei metalli, della pietra e del vetro. Ci sono inoltre laboratori tessili in cui si eseguono ricami, arazzi e lavorazione di tessuti realizzati completamente a mano; famosi a livello internazionale sono i cappelli Borsalino di Alessandria.

Nella Val Maira, un territorio ricco di miniere, la lavorazione del ferro è una delle attività più importanti, mentre nella Val Germanasca è nota la lavorazione del marmo grazie alle cave che si trovano a Maiera, da cui è stato estratto anche il marmo per la realizzazione di importanti edifici storici del Piemonte come il duomo di Torino.

Nel Canavese è ancora oggi rinomata la lavorazione del rame, mentre nella provincia di Cuneo è nota la produzione di strumenti musicali come organi e arpe: a Quarta si realizzano strumenti a fiato in metallo e in legno e a Leinì si producono le fisarmoniche.

A Mondovì c’è invece una lunga tradizione in merito alla lavorazione della ceramica dove la prima fabbrica di ceramica fu fondata già all’inizio dell’Ottocento.

Marchio “Piemonte eccellenza artigiana”

La Giunta Regionale del Piemonte ha ideato un marchio per tutte quelle imprese che producono prodotti di Eccellenza Artigiana (Testo Unico per l’artigiano L.R. 1/2009).

Il marchio “Piemonte eccellenza artigiana” è costituito da una “M” e il labello araldico e certifica infatti una produzione di qualità ed è una garanzia anche per il consumatore che è certo così di acquistare prodotti locali e certificati realizzati da imprese artigiane.

In questo modo la Regione Piemonte intende salvaguardare e promuovere antichi mestieri sia per offrire nuove opportunità di lavoro sia per garantire al consumatore prodotti di qualità.

Ceramica

A Castellamonte è ancora oggi attiva la produzione di ceramiche per uso quotidiano e domestico, come piatti, vasi, tazze, e quella delle stufe in ceramica smaltata.

Le ceramiche ornamentali e le stoviglie sono invece una produzione tipica di Mondovì, Chiusa di Pesio e Villanova Mondovì, mentre mattoni realizzati a mano sono prodotti a Vinovo oltre a elementi di arredo e architettonici realizzati in terracotta.

Oggi alcuni laboratori di ceramica realizzano complementi di arredo sia per interni sia per esterni, oggettistica da regalo, pentole e piatti decorati a mano, oltre a una serie di manufatti realizzati anche su disegno del cliente.

Oreficeria

Una delle più importanti e rinomate località italiane per la lavorazione del settore orafo è proprio Valenza, in provincia di Alessandria, dove si concentra il più alto numero di imprese artigiane orafe e gioiellerie a livello nazionale.

Nel 1945, su iniziativa di alcuni orafi, a Valenza è stata fondata proprio l’Associazione orafa valenzana (Aov) di cui oggi fanno parte circa 500 aziende del settore e che tra i suoi obiettivi ha la tutela e la promozione della produzione orafa locale a livello internazionale.

Metalli

Tra i vari metalli lavorati in Piemonte, il rame è sicuramente tipico delle zone di Pont Canavese, Alpette e Cuorgnè, mentre la lavorazione del ferro è perlopiù concentrata in alcuni laboratori della provincia di Cuneo, a Vernante e a Rivarolo e data la presenza di alcune miniere nella Val Maira qui tale attività era fiorente già a partire dal Cinquecento e Venasca era uno dei centri più produttivi di tutta la zona.

Pietra e granito

I centri più importanti per la lavorazione della pietra in Piemonte sono Candoglia, Baveno, Mergozzo, Gravellona Toce e Ornavasso.

Il granito bianco di Montorfano, sulle sponde del lago di Mergozzo, è rinomato a livello nazionale tanto che con questo materiale nell’Ottocento vennero realizzate le colonne di San Paolo fuori le Mura a Roma.

Proprio alla storia di questo pregiato granito bianco è dedicato anche un museo: l’Ecomuseo del granito di Montorfano che comprende un percorso sull’intero territorio e nei dintorni, partendo proprio da Montorfano che fa appunto parte dei cosiddetti “Graniti dei Laghi” ovvero affioramenti rocciosi antichi: un grande museo a cielo aperto fino alla “Linea difensiva della Cadorna” dove riscoprire la storia del mestiere dei cavatori.

Siti internet sull’atigianato tradizionale del Piemonte

  • Il portale dell’artigianato
    Sito per la promozione di prodotti tipici e tradizionali del Piemonte dove trovare informazioni e servizi on-line per artigiani e cittadini.
  • Associazione Amici della Ceramica Monregalese
    Sito dell’Associazione Amici della Ceramica Monregalese dove reperire informazioni sulla storia della lavorazione della ceramica nel territorio piemontese oltre a notizie su eventi correlati alla produzione della ceramica locale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *