Ginnastica per anziani

La ginnastica per anziani è fondamentale per aiutarli ad affrontare al meglio non solo i cambiamenti fisici a cui vanno incontro, ma anche per allungare e migliorare la qualità della loro vita; inoltre è importante per tenere vivo l’intelletto e favorire il funzionamento degli organi vitali. Essa funge come antidepressivo naturale.

Ginnastica per anziani

I benefici della ginnastica per anziani sulla psiche e sul fisico

Da quanto appena detto, è ovvio intuire a quali benefici vada incontro l’anziano, scegliendo di dedicare del tempo libero alla pratica di un’attività sportiva che gli permetterà di creare anche delle occasioni per socializzare e per ritrovare il  benessere psico-fisico. Numerosi studi e ricerche condotte in tal senso, sono concordi nel ritenere che fare ginnastica per le persone anziane è senz’altro il modo migliore per “sentirsi” ancora vivi e per partecipare attivamente alla vita sociale. Infatti, troppo spesso le persone di una certa età soffrono di solitudine e di depressione, per il solo fatto di vivere da sole, per essere vedovi/e, per non avere più i figli in casa. La ginnastica per anziani, oltre a migliorare la loro elasticità fisica, rappresenta un fondamentale momento aggregativo, che permetterà loro di socializzare e di migliorare la qualità delle loro relazioni.  Senza dimenticare che l’esercizio fisico agisce sul sistema nervoso periferico e centrale, stimolando la loro capacità di attenzione e reazione.  Da un punto di vista strettamente medico, la ginnastica per anziani, influenza tutta una serie di organi del nostro corpo, che stimolati dall’attività fisica, migliorano lo stato di salute generale.  In che modo? Innanzitutto a beneficiarne è l’apparato respiratorio; infatti un’attività costante incrementa la funzionalità dei muscoli respiratori e l’articolarità fra vertebre e gabbia toracica,  incrementando l’elasticità dei polmoni.  Inoltre, migliorando il sistema immunitario, si contrastano l’insorgere di alcune patologie come il diabete, l’ipertensione e le malattie metaboliche. Infine agendo sul sistema muscolo-scheletrico, la ginnastica per anziani riesce a rallentare fenomeni quali l’artrosi, l’osteoporosi e l’ipotrofia muscolare.

Che tipi di esercizi fare

Generalmente, quando parliamo di “ginnastica” intendiamo tutta una serie di movimenti tendenti al recupero della forza fisica. Ma nel caso delle persone anziane, questi movimenti devono essere morbidi e flessibili al fine di favorire il ripristino delle funzioni muscolo-scheletriche, adeguata all’età del soggetto e alla sua postura fisica. Insomma, la ginnastica per anziani non deve essere fatta con sforzi eccessivi, ma deve rappresentare una forma di ginnastica dolce, ovvero un’attività rivolta principalmente a chi appartiene (per età cronologica) alla terza età.  A tale proposito è sempre opportuno rivolgersi al proprio medico di fiducia, che potrà indicare il tipo di attività fisica più idonea, sulla base della salute complessiva della persona. Dopo di che, è possibile rivolgersi ai tanti centri sportivi presenti sul territorio e attrezzati per praticare questo tipo di ginnastica.  Presso tali strutture, gli anziani possono praticare la cyclette, sia quella orizzontale che verticale e per le persone con un’età particolarmente avanzata allora vi sarà la “pedaliera” da poter utilizzare stando seduti in poltrona. Potranno ancora praticare esercizi a corpo libero abbinati alla respirazione e alla distensione muscolare e tanti esercizi collettivi che oltre a stimolare i corpo, sono un vero e proprio stimolo per la mente.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *