Trasferirsi a Londra per lavoro

Sono tanti gli italiani che vedono nella capitale inglese una possibile via di fuga dall’Italia e dai tanti problemi che, specie negli ultimi anni, affliggono le più disparate fasce della società: la mancanza di lavoro, l’impossibilità di vedere realizzati i propri sogni sono solo alcune delle tante cause che, ogni anno, spingono migliaia di giovani e meno giovani a fare le valigie nella speranza di un futuro migliore.

Trasferirsi a Londra per lavoro

Perché trasferirsi a Londra

Quando si pensa al paese perfetto in cui trasferirsi, la mente vola subito verso la Gran Bretagna e, per i più coraggiosi, verso l’Australia. Da sempre, in effetti, l’Inghilterra e Londra in particolare rappresentano il simbolo della libertà e della possibilità concessa a chiunque di costruire un’esistenza basata sul lavoro, sulla famiglia e sul rispetto degli altri.

Non che negli altri paesi tali circostanze siano vietate; tuttavia in Inghilterra e in pochi altri paesi al mondo, la convivenza tra culture e religioni differenti è riuscita meglio che altrove. La possibilità dell’integrazione e la speranza di una realizzazione professionale e personale, insomma, sembrano essere le linee guida che spingono tantissime persone a trasferirsi in Gran Bretagna.

L’arrivo oltremanica, tuttavia, non è sempre facile e trovare una sistemazione sia a livello domiciliare che professionale potrebbe risultare complicato se non si è dotati delle giuste informazioni. L’affitto camere a Londra è gestito da agenzie sia italiane che inglesi.

Nella maggior parte dei casi, si tratta di personale specializzato che prende in gestione appartamenti nelle diverse zone dalla capitale inglese e si fa carico del fitto delle singole stanze o dell’intero appartamento a seconda delle esigenze e del budget del cliente.

Certamente rivolgersi ad un’agenzia per l’affitto camere a Londra è molto consigliato anche alla luce del fatto che queste agenzie specializzate propongono prezzi decisamente più vantaggiosi rispetto alle agenzie immobiliari dislocate sul territorio o ai possibili contratti stipulati tra privati.

Una stanza in affitto a Londra e uno stipendio dignitoso

Trovare una stanza in affitto, tuttavia, non è l’unica esigenza di chi arriva a Londra in cerca di fortuna. Dopo la sistemazione, infatti, è fondamentale trovarsi un lavoro. Anche in questo caso, un aiuto importante arriva dalle agenzie specializzate nella ricerca del lavoro per stranieri.

Per chi non conosce la lingua inglese, le opzioni lavorative possibili non sono moltissime: si può scegliere tra un posto come cameriere e uno come operaio, almeno per iniziare a familiarizzare con la nuova lingua.

Quel che è certo è che lo stipendio settimanale di un cameriere a Londra è decisamente più interessante rispetto al compenso previsto per un collega che lavora in Italia: quattrocento o cinquecento sterline a settimana per un cameriere londinese contro i duecento euro di un addetto sala italiano.

Certamente non è tutto oro quel che luccica: la vita a Londra, in effetti, è molto più cara rispetto a quella di una città italiana. Ma come sempre, c’è un altro lato della medaglia interessante: anche se più cara da un punto di vista economico, la vita londinese sarà anche nettamente più interessante e stimolante.



Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *