Lavorare da casa: una guida utile

Chi ci crederebbe mai? Sicuramente prima di averlo provato, nessuno! Ma trovare un lavoro che sia possibile fare da casa è possibile, ma a farne tesoro non è di certo il dipendente. Purtroppo digitando proprio “lavorare da casa”, vi riporterà ad una serie di annunci visti e rivisti, che, fondamentalmente sono sempre gli stessi, cosa che oltre a farci storcere un po’ il muso sicuramente scoraggerà il nostro intento.

Una guida utile per lavorare da casa

Fare attenzione ai segnali

È ovvio che lavorare da casa implica meno fatica, meno tensione e più tempo da dedicare alle nostre attività preferite, ai nostri hobby, ai nostri amici. Nessuna spesa, nessuno spostamento, nessun codice di comportamento e/o abbigliamento, nessuna frase di circostanza con il collega antipatico. Insomma, questi sono solo alcuni dei vantaggi che può offrire un lavoro da casa. Sarebbe davvero l’ideale, ma come capire che quella collaborazione appena offertavi non è che un miraggio? Come fare a scoprire che potrebbe trattarsi della peggiore bufala del web? Ecco qualche indizio utile:

Diffidare da un annuncio se:

  • L’intestazione dice “guadagnare soldi facili lavorando solo due ore al giorno”?
  • Non viene stabilito e specificato il lavoro che dovrai svolgere;
  • La presunta azienda ha un nome del tipo “Il lavoro dei tuoi sogni”;
  • Non vi viene richiesta alcuna esperienza, ma solo una connessione ad internet

 

Diffidate, inoltre, se dopo aver risposto ad un annuncio, vi viene inviata una risposta:

  • Via e-mail, ma senza mittente e nessuna informazione di chi vi scrive;
  • La risposta che avete appena ricevuto è un documento in allegato (che chiaramente verrà inviato in automatico a tutti);
  • Senza un indirizzo vero (le aziende solitamente hanno un indirizzo personalizzato proprio col nome della società) o piuttosto con un indirizzo del tipo: guadagni_facili@xxxxxxx.com;

E ancora, visitando il sito dell’azienda avrete la risposta definitiva ai vostri quesiti. Quindi, stare bene attenti, e diffidare se vi capitano cose singolari, del tipo:

  • C’è una presentazione con delle foto da sogno di ville, mare e gente sorridente che testimonia la propria soddisfazione relativa al lavoro proposto;
  • C’è una breve storia dell’azienda in cui si parla di guadagni da milioni di euro, che pare siano stati accumulati in pochissimo tempo;
  • Ad un certo punto ti appare una finestra che ti chiede i dati;

 

Ma quindi lavorare da casa si può o non si può?

Non è una chimera, ma spesso capita di equivocarsi, facendosi un’idea sbagliata del telelavoro. Un lavoro svolto da casa è come un lavoro qualsiasi, con il solo particolare che lo si svolge da casa. Per fare un po’ di chiarezza potremmo dividere il telelavoro in due gruppi distinti: il lavoro da casa indipendente e quello dipendente. Nel primo gruppo rientrano: baby sitter, dog sitter, webmaster, giornalista freelance, collaborazione per siti web, traduttore. Per quanto riguarda il secondo gruppo, invece, se lavorate in un ufficio o centralino, potreste chiedere di poter lavorare da casa, anche se ciò non è sempre possibile. Quindi i nostri suggerimenti sono: imparare a creare un sito web, oppure seguire un corso di scrittura creativa o meglio ancora imparare ad utilizzare programmi informatici, sono tutte attività che potranno farvi trovare un lavoretto da svolgere a casa tranquillamente e anche in maniera sicura.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *