Borse studio in Italia

Le borse di studio sono un’ottima occasione per assicurare il finanziamento degli studi a studenti particolarmente meritevoli che altrimenti non se lo potrebbero permettere. Per sapere come funzionano le borse di studio, come ci si qualifica e come si richiedono ecco una utile guida che fornisce importanti riferimenti in merito, dato che esse rappresentano ottime occasioni formativa e di avviamento al mondo del lavoro.

borse di studio in Italia

Le borse di studio in Italia

Ottenere una borsa di studio nel nostro paese non è sempre facile, bisogna districarsi tra questioni burocratiche e passare di sportello in sportello per ricevere informazioni utili, per di più la riuscita non è sempre garantita. Questa guida si pone l’obiettivo di semplificare il tema, ed è rivolta sia studenti universitari sia a neolaureati.

Ma cos’è in sostanza una borsa di studio?

Una borsa di studio è un aiuto economico per studenti e laureati. Viene erogato da enti pubblici e privati con fini diversi, ad esempio per il diritto allo studio, per ricerche, collaborazioni, specializzazioni o come incentivi. Gli importi assegnati sono diversi poiché le variabili sono molte, prima fra tutte la tipologia del sussidio. Tuttavia, generalmente partono da qualche centinaio di euro fino ad arrivare a diverse decine.

Criteri di accesso alle borse di studio

Solitamente il requisito fondamentale è un buon rendimento scolastico, ovvero una media di 8/10 per le superiori ed un numero minimo di crediti per le università. Un altro criterio di attribuzione è la situazione economica; alcuni enti infatti si occupano prevalentemente di studenti con difficoltà economiche, prefiggendosi così un reddito massimo dello studente richiedente.

Nonostante ciò, può essere importante anche il proprio settore di studio: vi sono enti bancari che facilitano studenti ad indirizzo economico-bancario, oppure enti relativi a scuole specifiche che si rivolgono solo ai loro allievi.

Ogni borsa di studio viene proposta su di un bando, prima di accedere è necessario prenderne attenta visione, poiché qui verranno indicate le modalità di domanda e i criteri d’accesso. Fate attenzione alla scadenza, ogni bando infatti ha una data limite entro la quale presentare la domanda. Gli enti preposti eseguono regolarmente controlli sui dati comunicati, occorre perciò verificare che i dati inseriti siano corretti prima di presentare la domanda.

Il primo istituto da contattare è sicuramente la propria Università, molte borse di studio infatti vengono destinate direttamente dall’ateneo. Inoltre, numerosi enti lavorano fianco a fianco delle Università per promuovere l’uguaglianza del diritto allo studio con sovvenzioni, agevolazioni e vere e proprie borse di studio. Rivolgersi al proprio istituto è sicuramente un buon modo per contattarli. Così facendo, riceverete anche informazioni esaurienti sui bandi pubblici e assistenza per la corretta compilazione della modulistica.

Principali enti erogatori per il diritto allo studio

Questi organi non si prefiggono solo l’obiettivo di aiutare gli studenti attraverso borse di studio, ma forniscono anche altri servizi per gli studenti come il “cercalloggio”, servizi librari, provvidenze speciali per stranieri, contributi per trasporti e abitazioni, servizi per disabili, attività di svago e a carattere culturale, servizio mensa, agevolazioni economiche ed esonero tasse.

  • ADISU; azienda pubblica per il diritto allo studio universitario presente in moltissime città italiane tra cui Perugia, Terni, Napoli, Roma, Caserta e Benevento.
  • LAZIODISU; esclusivamente per le Università di Roma, Viterbo, Frosinone e Cassino.
    In particolare, a Roma lavora con La Sapienza, Tor Vergata, Roma Tre e Accademia della danza di Roma; a Viterbo collabora con l’Università Tuscia ed all’Accedemia delle Belle Arti; a Frosinone e Cassino coopera con l’Università di Cassino e l’Accademia delle Belle Arti di Frosinone.
  • EDISU; Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario. È possibile trovarlo in diverse città tra cui Pavia, Salerno, Bari, Lecce, Foggia, Caserta, Napoli, Torino e via dicendo.
  • ISU; Istituto per il diritto allo Studio Universitario presente in molti comuni, come ad esempio Milano, Firenze, Brescia, Pavia, Piacenza, Cremona, Campobasso, Roma, Como, Mantova, Lecco, etc.
  • ERSU; Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario che opera ad Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto, Macerata, Camerino, Ancona, Genova, Cagliari, Messina, Palermo, Catania, Roma, etc.
  • ESU; Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario presente a Padova, Campobasso, Verona, Venezia, e così via.
  • ARDSU; Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario che collabora con le Università di Ferrara, Firenze, Verona, Matera, Siena, Potenza, etc.
  • ERDISU; Ente Regionale per il Diritto e le Opportunità dello Studio Universitario, agisce a Trieste e Udine.
  • ARSTUD e ARESTUD; ARSTUD è l’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario dell’Emilia Romagna, mentre ARESTUD è rivolta solo a studenti delle Università di Modena e Reggio Emilia.
  • ADSU; Azienda per il Diritto agli Studi Universitari operante a Parma, Chieti, l’Aquila e Teramo.

Collaborazioni o borse di studio part-time

Alcune Università o gli Enti Regionali per il Diritto allo Studio offrono prestazioni di lavoro per gli studenti per un massimo di 150 ore annuali. Vengono ovviamente privilegiati gli studenti idonei non beneficiari di borsa. Le mansioni assegnate possono essere di tipo amministrativo negli uffici dell’ateneo, oppure presso sportelli librari, servizi di tutorato e assistenza, call center, servizi informatici e così via. Il tutto per un corrispettivo di circa mille euro. Per ulteriori informazioni è necessario rivolgersi al proprio istituto.

Borse di studio per neolaureati

Per i neolaureati sono frequenti i sussidi per una tesi di laurea su un determinato argomento, borse di studio per collaborazioni con laboratori di ricerca e per specializzazioni (master). I criteri d’accesso sono per lo più differenti dai precedentemente citati; nonostante ciò, resta fondamentale il buon rendimento scolastico mentre cala drasticamente l’importanza della situazione economica.

Difatti, gli enti che offrono occasioni lavorative di ricerca solitamente non considerano la situazione di partenza al di fuori del mondo scolastico-lavorativo. Mantiene lo stesso peso, invece, informarsi presso il proprio ateneo, è cospicua infatti la percentuale di Università che erogano fondi per neolaureati.

Più concretamente, per orientare al meglio la propria ricerca è necessario tener conto del settore di studio e della regione di appartenenza. Infatti, sarebbe poco interessante per uno studente di Milano ottenere un sussidio per Palermo, o ancora, per un biologo un opportunità di ricerca nel marketing.

Dato che le possibilità per i neolaureati sono moltissime e molto varie, vale sempre la pena informarsi allo stesso modo presso sportelli pubblici: province e regioni infatti assegnano fondi provenienti dal Ministero, coordinano stages per neolaureati e si occupano di bandi pubblici. Al contrario, gli enti privati che offrono borse di studio sono più difficili da reperire.

Qui vengono proposti enti e organizzazioni che si occupano di borse di studio, master e ricerca per lo più a carattere nazionale. Qui non sono inserite tutte le possibilità per giovani neolaureati, in un’unica guida sarebbe stato impossibile.

Perciò nel caso queste proposte non vi riguardino, il consiglio per una fruttuosa ricerca resta lo stesso: utilizzate internet, uffici “informagiovani” e tutti i mezzi a disposizione scremando ciò che è troppo lontano dalla vostra area e dal vostro studio.

Borse di studio per tesi di laurea (premi di laurea)

Premio di laurea “tesionline.it & altri enti”

Destinatari: autori di tesi redatte presso un’università italiana pubblicate su tesionline, riguardante una di queste aree:

Scienze matematiche e informatiche
Scienze fisiche
Scienze chimiche
Scienze della Terra
Scienze biologiche
Scienze mediche
Scienze agrarie e veterinarie
Ingegneria civile ed architettura
Ingegneria industriale e dell’informazione
Scienze dell’antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
Scienze giuridiche
Scienze economiche e statistiche
Scienze politiche e sociali

Per ulteriori informazioni su modalità, premi e scadenze: Tesi online – www.tesionline.it

Si occupa di conservare e divulgare tesi di laurea, master, dottorato e specializzazione. Ogni anno, in collaborazione con altri enti privati, assegna 21 premi di laurea per i più meritevoli per un totale di 21.500 euro

Premio di cultura per tesi di laurea “Aurelio Marcantoni – IV Edizione”

Destinatari: autori di tesi di laurea di qualsiasi natura, aventi come soggetto aspetti politici, istituzionali, sociali, economici, culturali, artistici e religiosi della storia della città di Arezzo e del suo territorio.

Per ulteriori informazioni su modalità, premi e scadenze:

Società storica aretina – http://www.societastoricaretina.org/
Associazione senza scopo di lucro che si interessa alla storia italiana, in particolar modo quella di arezzo. info@societastoricaretina.org

Borse di studio per collaborazioni di ricerca

Ministero dell’Università e della Ricerca
Il sito del Ministero dell’Università e della Ricerca, inserisce bandi, concorsi e proposte di ricerca per più settori (aerospaziale, industriale, ricerca di base, interesse nazionale, etc.)

Borse di studio e opportunità lavorative per fisici nucleari

INFN
Il sito dell’Istituto Nazionale della Fisica Nucleare. Oltre ad assegnare posti di lavoro, borse di studio e ricerca per fisici, offre anche opportunità per il settore amministrativo-gestionale.

Borse di studio per specializzazioni (master)

Borsa di studio per master in management pubblico, offerta da Consorzio degli enti locali della Val d’Aosta.

Destinatari: giovani laureati valdostani.

Per ulteriori informazioni su modalità, premi e scadenze: CELVA – www.celva.it
Sito del Consorzio degli Enti Locali della Val d’Aosta, opera per lo sviluppo del sistema delle autonomie della regione, anche attraverso particolari proposte di formazione come in questo caso.

Siti internet per approfondire le borse di studio, ricerca e master

  • Ricerca italiana
    Il sito italiano della ricerca, aiuta a capire di cosa si tratta, chi sono i ricercatori, dove operano e via dicendo. Consente ai giovani di collaborare inviando materiale.
  • Studenti punto it
    Sito per studenti delle superiori, universitari e neolaureati. È possibile trovare informazioni su master, lauree, tesi, opportunità di ricerca e molto altro.
  • Guida master
    Sito che propone informazioni e iscrizioni per decine di master, alcuni a carico degli studenti altre sotto forma di borse di studio.
  • Storia moderna
    Risorsa preziosa per la storia moderna, contiene tutti i bandi, concorsi e proposte di ricerca del settore.


Tags:

5 Commenti

  1. Valentina
  2. Maria Montorfano
  3. Flo
  4. Flo
  5. Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *