Come scrivere per il web

La grande diffusione della rete di Internet ha fatto sì che alla scrittura di testi per la carta stampata si affiancasse anche la scrittura di testi per siti web. Creare articoli e notizie per il web presuppone però il rispetto di regole di stile, di sintassi, di struttura e di grafica che risultano ben diverse da quelle adottate per la carta stampata, ed è quindi un mondo tutto da scoprire anche per un giornalista provetto. Questo perché cambia il supporto dove sono pubblicati i testi, cambiano le necessità e le aspettative del lettore, in questo caso dell’utente di Internet, e così è necessario valutare alcuni aspetti fondamentali.

Come scrivere per il web

Le regole dello scrivere per il web sono diverse da quelle del mondo cartaeco, e questo per varie ragioni. Il monitor innanzitutto richiede un impegno visivo maggiore rispetto alla carta stampata e pertanto la lettura è più impegnativa, l’utente di Internet inoltre cerca informazioni chiare, sintetiche e pertanto lo stile dovrà corrispondere a requisiti quali chiarezza espositiva, brevità nell’esposizione, organizzazione per gradi del contenuto, grafica semplice e di supporto alla lettura, per esempio è utile evidenziare in grassetto i concetti chiave del testo e organizzare strutturalmente il contenuto in unità ovvero in singoli blocchi di testo come dei brevi paragrafetti che permettano di individuare più facilmente lo sviluppo logico e sequenziale del tema.

Questo non vuol dire che chi è chiamato a scrivere per il web debba allarmarsi, ma semplicemente informarsi.

scrivere per il web

Scrivere per il web: regole fondamentali

La peculiarità del modo corretto di scrivere per il web, ossia realizzare testi per siti internet piuttosto che per riviste, ha fatto sì che si creassero anche nuove figure professionali come ad esempio i cosiddetti “web content” o “web writer” ovvero coloro che si occupano di raccogliere le informazioni e gli aggiornamenti su un dato argomento per poter poi scrivere testi da pubblicare nel web.

Anche le figure tradizionali di giornalista e redattore hanno aggiornato il loro profilo professionale scrivendo non solo per la carta stampata ma anche per Internet. Essi sono stati costretti quindi ad adeguarsi alle nuove regole di scrittura per il web.

Sono molti i fattori determinanti per il successo di un sito, ma di non secondaria importanza è proprio la cura dei testi da pubblicare, che devono essere realizzati seguendo le regole della scrittura per il web: spesso infatti si tende a privilegiare una grafica accattivante a scapito della qualità delle informazioni fornite.

D’altronde la competitività presente oggi nel web non permette di compiere sbagli e se un utente non troverà le informazioni che cercava nel sito che abbiamo preparato entro pochi secondi si rivolgerà a un altro link preparato in modo migliore e più esaustivo del nostro.

Altra caratteristica da non trascurare è l’aggiornabilità: alcuni siti prevedono che i contenuti debbano essere aggiornati spesso e la periodicità di questa operazione dipenderà naturalmente dal tipo di contenuti affrontati. Il web, rispetto alla carta stampata, ha infatti il grande privilegio di offrire contenuti attuali, facilmente aggiornabili e consultabili da ovunque ci si trovi.

In questa guida offriamo pertanto alcuni suggerimenti pratici e alcune regole per scrivere per il web creando testi da pubblicare sui siti internet tenendo conto di alcune regole grafiche, del tipo del contenuto del messaggio e delle modalità di impostazione della pagina da pubblicare on-line.

Regole grafiche dei testi per il web

Leggere un testo sul web richiede una concentrazione diversa che leggere sulla carta stampata. L’occhio del lettore in Internet tende a scorrere velocemente i testi andando alla ricerca di parole-chiave e concetti base e per questo l’impostazione grafica del nostro testo è decisamente importante per ottenere chiarezza e immediatezza espressiva.

Alcuni degli aspetti grafici di cui tener conto nelli scrivere per il web, ossia quando si realizza un testo per un sito internet, sono:

  • le linee di testo non dovrebbero essere eccessivamente lunghe perché rendono più difficoltosa la lettura a monitor;
  • nello scrivere per il web è bene lasciare vari spazi bianchi; ad esempio è consigliabile scrivere il testo in piccoli paragrafi lasciando una linea di spazio tra di essi affinché la pagina sia di più ampio respiro e non appesantisca la lettura, pertanto si devono evitare intere pagine di testo scritte di seguito;
  • sarebbe preferibile che i vari paragrafi di testo abbiano una lunghezza pressoché uniforme affinché i vari concetti espressi abbiano una logica nella loro organizzazione sequenziale;
  • impaginare preferibilmente il testo a sinistra o nel caso si preferisse l’impaginazione giustificata del testo verificare che non si creino degli spazi maggiori fra le parole;
  • scegliere un font chiaro ed evitare di utilizzare font grafici eccessivamente ricercati ed elaborati rischiando che visivamente nel suo complesso il testo risulti poco omogeneo e di difficile lettura oltre a rischiare che il lettore non disponga dei font utilizzati dagli autori del testo; tra i font più utilizzati per il web ci sono il Verdana, il Georgia, il Comic Sans e il Trebuchet;
  • utilizzare il neretto (grassetto) per evidenziare concetti e parole-chiave importanti affinché il lettore possa compiere una sorta di lettura veloce e tramite le parole-chiave facilmente individuabili grazie al grassetto possa ricercare la parte di contenuto che più corrisponda ai suoi interessi;
  • sarebbe preferibile evitare l’uso del Maiuscolo per intere parole o addirittura per interi blocchi di testo in quanto graficamente disturberebbe l’armonia della pagina e nel linguaggio di Internet (anche ad esempio nelle chat e nelle mail) spesso è considerato una sorta di “grido” poco professionale e invece molto informale;
  • ridurre il più possibile l’uso del corsivo perché a monitor risulta di più difficile lettura rispetto al classico testo scritto in tondo.

Contenuto dei testi per il web

Internet è uno strumento che al suo utente offre vantaggi che la carta stampata non riesce ugualmente ad offrire come velocità di aggiornamento, vasta disponibilità di fonti d’informazione, ricerche per parole-chiave, assistenza multilingue per le traduzioni on-line, facilità e velocità del collegamento.

Tra i tanti vantaggi ci sono sicuramente anche la velocità e l’efficienza pertanto un utente vorrà ottenere le sue informazioni in modo chiaro, sintetico e veloce, per questo è necessario che in Internet i testi rispettino delle regole di scrittura per il web; esse sono poche e semplici, ma la loro impostazione è essenziale affinché il lettore resti collegato al nostro sito e non preferisca invece andare a cercare altrove quello che noi non siamo stati in grado di comunicargli.

Ecco alcune regole da applicare nello scrivere per il web, che sono necessarie per la corretta impostazione del contenuto dei nostri testi quando li stiamo realizzando per un sito internet:

  • semplicità
    saper scrivere per il web richiede l’abilità di crere testi semplici, sia nel linguaggio usato sia nella forma espressiva, è preferibile non utilizzare termini ricercati e aulici;
  • brevità
    scrivere per il web esclude periodi lunghi: a monitor è molto più facile leggere frasi corte e una sintassi scorrevole e semplice;
  • sintesi
    nello scrivere per il web è bene non essere ripetitivi nei concetti che si vuole esprimere, venire subito alla questione centrale che si vuole affrontare senza inutili rigiri di parole;
  • stile diretto
    nella scrittura per il web preferite uno stile diretto ad esempio rivolgendosi al lettore dando del “tu” e preferire le forme verbali attive a quelli passive;
  • correttezza grammaticale
    scrivere i testi in modo corretto, eventuali errori di ortografia e di sintassi farebbero perdere di credibilità anche al contenuto del nostro messaggio;
  • verificabilità
    in Internet si trova di tutto e di più, e se da un lato questo è un bene, dall’altro si rischia anche di trovare informazioni errate. Nella scrittura per il web pertanto è bene verificare il contenuto del nostro testo confrontando anche diverse fonti sull’argomento trattato;
  • punti elenco
    nel caso si vogliano fornire una serie di concetti sequenziali sarebbe preferibile ricorrere all’uso di elenchi puntati che favoriscono la lettura dei vari concetti elencati e la loro individuazione anche scorrendo il testo in modo veloce;
  • originalità dei testi
    saper scrivere per il web vuol dire evitare assolutamente di copiare i testi da altri siti o dalla carta stampata: oltre che non essere deontologicamente corretto potrebbe essere anche legalmente perseguibile perché risulterebbe un reato ai danni del diritto d’autore. Ma soprattutto attira le ire di Google…

Impostazione della pagina su un sito internet

Così come un libro è composto da copertina, colophon, frontespizio, capitoli, paragrafi, indice e bibliografia anche nel caso dei testi scritti per Internet è necessario che essi, oltre alle regole del buon scrivere per il web, rispondano anche a dei criteri grafici affinché il testo risulti in armonia e in stretta relazione con le scelte grafiche del layout.

Nello scrivere per il web ricordate sempre di organizzare il testo e la grafica della nostra pagina; per farlo è bene tenere in considerazione alcuni aspetti quali:

  • utilizzare titoli e sottotitoli affinché si creino una sorta di livelli di lettura progressivi del contenuto del nostro testo;
  • inserire dei link di navigazione che rappresentino una bussola per il lettore cosicché egli in ogni momento possa decidere di tornare all’home page, alla pagina dei contatti, alle principali sezioni del testo ecc.;
  • inserire la mappa del sito, il cosiddetto “sitemap”, che sarebbe quello che è l’indice per il libro stampato e che permette di avere sott’occhio in modo chiaro e veloce tutta la struttura del nostro sito e delle nostre pagine;
  • inserire la data dell’ultimo aggiornamento nel caso di pagine che presuppongano aggiornamenti continui dei testi;
  • limitare le animazioni e una grafica eccessivamente ricercata ed elaborata che andrebbero ad appesantire il caricamento e la visualizzazione della nostra pagina e scoraggerebbero il lettore nella lettura dei nostri testi; secondo alcuni studi svolti sulla rete si è scoperto che se si riesce a catturare l’attenzione del lettore entro 10 secondi circa (massimo 15) egli rimane sul nostro sito altrimenti l’utente preferisce ricercare altri collegamenti più utili e veloci;
  • limitare l’uso di colori, frame, texture sullo sfondo che appesantiscono la lettura dei testi e che risulterebbero graficamente sgradevoli e fastidiosi anche se l’utente decidesse di stampare il nostro testo con la sua stampante, inoltre un fondo colorato potrebbe ostacolare anche la semplice lettura del testo a monitor: la combinazione bianco/nero rimane una delle combinazioni più efficaci per la lettura a monitor specialmente per testi più lunghi e complessi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *