Comprare su internet

Comprare su Internet non è una mera attività di tendenza o di moda, è ormai un vero e proprio veicolo per acquistare comodamente da casa, cercando di risparmiare sul prezzo, una valida alternativa allo shopping “reale”. Comprare online infatti permette di visitare tanti “negozi” virtuali, in molto meno tempo rispetto a quelli reali, e di trovare le offerte più vantaggiose. Ma ci sono anche rischi e pericoli, oltre ai vantaggi: vediamoli assieme.

Comprare su internet

Occorre infatti fare molta attenzione alle garanzie che ci vengono date, alle possibili truffe dietro l’angolo e a ciò che ci spetta se l’acquisto va a finire male. Proprio per queste difficoltà nel nostro Paese gli acquisti su Internet sono ancora guardati con diffidenza. In questo articolo una breve guida per capire come comportarsi se si decide di procedere all’acquisto di un qualunque oggetto o servizio sulla Rete.

Perchè comprare su internet

Quali sono i motivi per evitare di girare per negozi e toccare con mano gli oggetti che vogliamo comprare? Perché togliersi magari il piacere di uno shopping “reale”? Ovviamente l’acquisto online non dovrebbe essere preso come unica alternativa all’acquisto fisico. Si tratta di una possibilità concreta e per certe versi vantaggiosa, ma da scegliere solo in alcuni casi e da evitare quando ciò che si deve acquistare ha bisogno di riflessioni attente e di essere osservato dal vivo. Ad esempio l’acquisto online è indicato quando:

  • non si ha tempo di girare per negozi reali, per motivi di lavoro o impegni vari
  • nei negozi reali non troviamo esattamente l’oggetto che stiamo cercando
  • vogliamo risparmiare su un acquisto ingente, e conosciamo già tutte le caratteristiche precise di quel che desideriamo

Vantaggi e svantaggi

Se stiamo attenti e seguiamo alcune precauzioni l’acquisto online ha pochissimi svantaggi. Il più evidente è quello di non poter toccare con mano l’oggetto che si sta acquistando (se di oggetto si tratta), ma se si tratta di un prodotto già visto dal vivo in un negozio fisico, rimane solo il rischio che ci possa arrivare danneggiato o rovinato, nel qual caso possono esserci delle forme di garanzia a nostro favore.

Tra i vantaggi di un acquisto online:

  • visitare diversi negozi e valutare caratteristiche e prezzi comodamente da casa
  • prenotare e stampare biglietti per voli e treni senza doversi recare in biglietteria o in agenzia di viaggio, anche di sabato e di domenica
  • trovare ottime offerte, con sconti vantaggiosi
  • ordinare versioni di oggetti che nei negozi fisici non vengono distribuite.

Tra gli svantaggi di un acquisto online:

  • subire possibili attacchi di phishing o di spoofing, che hanno la finalità di rubare soldi dal nostro conto
  • non poter vedere e toccare l’oggetto con mano
  • ricevere un oggetto danneggiato
  • dover aspettare a volte molto tempo per la consegna
  • dover pagare le spese di spedizione
  • rischiare di pagare un oggetto che non arriva mai; per questo occorre informarsi bene sulle garanzie che offre il venditore.

Cosa comprare su internet

Ma cosa si può acquistare online? Le risposte sono tante e non riguardano solo oggetti, ma anche servizi.Si possono comperare:

  • biglietti del treno
  • biglietti per l’aereo
  • abbigliamento, scarpe e accessori
  • mobili e oggetti per l’arredamento
  • comprare computer, tv e tutto ciò che riguarda la tecnologia
  • elettrodomestici
  • musica, sottoforma di mp3 da scaricare o cd e dvd da far arrivare fisicamente a casa
  • libri

Ma è anche possibile:

  • ordinare e pagare la spesa, da farsi portare a casa
  • pagare viaggi e prenotazioni di alberghi
  • pagare prenotazioni per i film da vedere al cinema
  • fare preventivi e acquistare assicurazioni per auto, moto e casa
  • tramite eBay o altri siti ad esempio di aste al ribasso, si possono acquistare le cose più strane, dalle automobili alle macchine agricole, da piccoli oggetti per la casa a mobili d’antiquariato.

Dove acquistare online

Quando si parla dell’acquisto online si possono intendere due categorie di “luoghi virtuali”:

  • su siti dedicati alle aste, dove trovare offerte davvero vantaggiose; l’esempio più immediato è eBay
  • siti di e-commerce, veri e propri negozi virtuali, o parte integrante di negozi fisici, che vendono anche online.

Nel primo caso le garanzie da cercare sono di due tipi:

  • quelle fornite dal sito di aste, assai solide
  • ma ancora più quelle fornite dal venditore, che sarà fisicamente l’incaricato della spedizione e della buona conservazione dell’oggetto.

Nel secondo caso, le garanzie sono da cercare unicamente nelle condizioni di vendita e nelle certificazioni del sito di e-commerce.

Come si pagano gli acquisti via internet

Come si fa ad acquistare su Internet? Come si paga? Naturalmente non in contanti, o meglio, non in tutti i casi: a volte si può acquistare in contrassegno, cioè con il pagamento in contanti alla consegna dell’oggetto, ma non tutti i siti offrono questa possibilità. Altrimenti i modi per pagare gli acquisti su internet sono sostanzialmente tre

Carta di credito

la classica, la più comoda ma anche la più temuta, perché se i nostri dati vanno in mano a malintenzionati, il rischio di furto è alto; in realtà, secondo i dati raccolti dalla Polizia Postale, pare sia più facile che vengano effettuati furti quando si utilizza la carta di credito in un negozio, piuttosto che su internet. Ma la diffidenza in proposito è comunque tanta. Nel caso però si subisca un furto, per cui è bene controllare quotidianamente l’estratto conto online e attivare il servizio di avviso con un sms ogni volta che si procede a un acquisto con la carta di credito, si deve contestarlo immediatamente perché secondo l’art.56 del Cod. del Consumo, d.lgs 206/2005, l’ente emittente deve risarcire la somma “rubata”, tramite il riaccredito, se è stato effettuato un pagamento da persona diversa dal titolare della carta; inoltre i siti di e-commerce offrono diverse garanzie a tutela dell’acquirente che utilizza la carta di credito, che tra l’altro non ha costi “di ricarica”, come accade invece per le carte prepagate

Carta prepagata e Postepay

come ad esempio la Postepay è una carta ricaricabile, per certi versi più sicura contro i furti, poiché la cifra che carichiamo sulla carta è il limite d’acquisto vero e proprio. La carta prepagata è adatta però solo a chi fa ne fa un uso poco frequente, poiché ha dei costi di ricarica (anche se non ha canoni annui, come accade invece per la carta di credito) per ogni operazione di questo tipo, che potrebbero alla fine dei conti incidere molto sui prezzi finali degli acquisti. Queste carte funzionano in maniera molto semplice, come le ricariche dei telefonini cellulari: hanno un costo di attivazione che si paga una tantum e poi ci si deposita sopra la somma voluta. Le carte di questo tipo si possono quindi usare come normali carte di credito, per fare acquisti e spese ma solo fino ad aver raggiunto la cifra che è presente in quel momento. Una volta che la disponibilità è finita la carta si blocca fino a che non ci depositate altri soldi. In caso di smarrimento o furto della carta, o anche solo del suo codice di accesso trasferito via internet, il ladro o truffatore informatico che sia può spendere solo quello che c’è depositato sopra, senza poter in alcuna maniera intaccare il vostro conto corrente in banca, che resta totalmente isolato da questa carta.Sono strumenti sicuri e anche relativamente comodi, ma devono essere tenute sotto stretto controllo per evitare o che ci siano troppi soldi quando non vi servono o, viceversa, che non ci sia la somma necessaria per poter fare acquisti quando vi serve. Alcune carte di questo tipo si possono ricaricare on line con accessi del tipo home banking. La Poste Pay di cui si parlava prima è ormai accettata dalla maggiori parte dei siti di E-commerce, mentre per le altre carte vi suggerisco di chiedere esplicitamente presso la vostra banca per sapere se sono abilitate e accettate da siti che permettono acquisti on line. Il pagamento con carta di credito non vi costa nulla, a differenza del bonifico che ha un costo fisso.

Paypal

è un metodo di pagamento attivo per diversi siti di e-commerce, ma non per tutti, e per eBay; Su www.paypal.com si apre gratuitamente un conto Paypal, inserendo per un’unica volta i dati personali e della carta di credito, in modo che a ogni acquisto non si debba più reinserirli, perché il conto PayPal è collegato direttamente con i propri dati. Per effettuare i pagamenti servirà soltanto conoscere la mail del venditore, il quale avrà dell’acquirente soltanto l’indirizzo mail e quello fisico per recapitare l’oggetto; tutelate quindi privacy e carta di credito rispetto al venditore. L’ultimo vantaggio della PayPal è l’assenza di commissioni per il compratore (ma ce ne sono per il venditore).

Bonifico bancario

Il bonifico bancario è una forma di pagamento anticipato, ossia voi fate l’ordine in rete, loro vi mandano una email con tutti i dati dell’ordine e gli estremi del loro conto corrente sul quale dovete fare il bonifico. A questo punto potete scegliere se andare allo sportello della vostra banca oppure usare (se lo avete) un accesso di home banking, e quindi fare il bonifico. Poi inviate al venditore gli estremi del pagamento e lui verifica l’avvenuto trasferimento di fondi a suo favore e quindi, se tutto è ok, vi spedisce la merce. Per voi non ci sono rischi di nessun genere, per il venditore neppure (l’unica malasorte può essere quella di aver fatto un bonifico a favore di un truffatore che intasca i vostri soldi e sparisce, ma è fatto abbastanza raro); tutto il procedimento però può richiedere anche alcuni giorni prima che venga spedita la merce. Fate molta attenzione nel caso di bonifici all’estero. Le spese che le banche italiane di solito caricano su questi trasferimenti di fondi, anche se sono sempre in Euro, sono altissimi, in qualche caso direi stratosferici. Verificate quindi con cura in anticipo il quanto vi costerà questo gioco.

Western Union

La Western Union è invece una delle più antiche società di trasferimento fondi esistente al mondo e opera in quasi tutti i paesi del mondo. Il pagamento può essere fatto sia presso gli sportelli sparsi un po ovunque e caratterizzati dalla classica insegna, come ad esempio i Mailboxes etc in Italia, oppure anche on line sul loro sito. Per fare pagamenti con Western Union via internet dovete iscrivervi al sito e dare, anche qui, una volta per tutte il numero della vostra carta di credito di appoggio. Naturalmente sia qui che su PayPal potete usare anche una carta ricaricabile o una Poste Pay.

Contrassegno

Alcuni venditori accettano anche il pagamento contrassegno, ma il pagamento vi viene aumentato naturalmente delle spese accessorie di riscossione. Di solito ogni venditore on line spiega con precisione le sue regole di pagamento in una apposita pagina: vi consiglio di leggerla almeno due volte con la massima cura. Ultima nota: non mandate mai soldi contanti infilati in una busta, neppure usando una raccomandata. Non vi resterà traccia del pagamento.

Come procedere nello shopping online

Perché il nostro acquisto possa essere fatto in tutta tranquillità e quindi per non incappare in ostacoli come furti o oggetti mai consegnati, occorre stare attenti e controllare alcuni dati. Per quanto riguarda i siti di e-commerce, è necessario procedere così:

  • controlliamo l’affidabilità del venditore; al fondo dell’homepage solitamente c’è una voce, “Termini e condizioni”; cliccandoci dovremmo trovarci di fronte a tutte le informazioni sulla sicurezza e le garanzie che ci vengono offerte dalla società che pubblica il sito
  • teniamo a portata di mano indirizzo e numero di telefono della sede sociale del negozio virtuale
  • controlliamo con un acquisto finto, che non si aggiungano spese particolari oltre al prezzo dell’oggetto e alle spese di spedizione, che ci farebbero poi spendere più di quel che avevamo preventivato
  • visitiamo forum e altri siti dove si parla del negozio online dove vogliamo acquistare, per vedere se altre persone hanno avuto esperienze positive o negative con quella stessa società, riguardanti la serietà, i tempi di consegna, lo stato degli oggetti consegnati, etc
  • dopo aver controllato tutte queste cose e aver visto che le informazioni ricevute ci soddisfano, riempiamo il “carrello” con ciò che ci interessa e procediamo con l’acquisto
  • inseriamo i nostri dati al check-out, che corrisponde al passaggio “alla cassa”: per recapitare l’oggetto e per emettere i documenti obbligatori di trasporto e di vendita, è necessario fornire i dati personali e per il pagamento quelli relativi alla carta
  • controlliamo di aver inserito bene i dati e prendiamo nota del numero dell’ordine, per poterlo monitorare durante l’attesa della consegna
  • in ultimo controlliamo ulteriormente la società, clickando sul lucchetto che compare nella finestra del browser, in alto su Safari in basso su Internet Explorer e su Firefox: Dovremmo ottenere ulteriori informazioni sul negozio virtuale al quale ci stiamo affidando, informazioni certificate da compagnie che si occupano di garantire la regolarità dei siti di e-commerce; si tratta di certificati digitali, da confrontare con le informazioni cercate inizialmente nei termini indicati dalla società stessa
  • se l’indirizzo del sito dove stiamo acquistando è caratterizzato da https all’inizio del link, anziché da http, significa che siamo in SSL, cioè stiamo dialogando con la società in tutta sicurezza, protetti da occhi indiscreti.

Al termine dell’acquisto, dovrebbe giungerci una mail di conferma, con tutti i dati per poter monitorare la consegna.

Se stiamo acquistando su un sito di aste, dobbiamo controllare la sicurezza e le garanzie che possono darci i venditori, cioè le persone fisiche che stanno dietro ai “nick”: solitamente, il controllo è facile da effettuare, monitorando i cosiddetti feedback positivi o negativi, lasciati da altri utenti che hanno avuto a che fare con quel venditore; tali feedback (o commenti) servono a garantire o meno la serietà di venditori e acquirenti.

Comunicare online i dati della carta di credito

Quando paghiamo con carta di credito o carta prepagata, ci vengono richiesti alcuni dati ad essa relativi:

  • numero della carta, solitamente indicato nella parte frontale
  • intestatatario della carta
  • scadenza della carta, anch’essa di solito indicata nella parte frontale
  • codice di sicurezza, CVV2 o CVC2: si trova sul retro delle carte di credito Visa e Mastercard, mentre per l’American Express si trova davanti, in alto a destra.

Con le carte di credito si possono attivare tramite la propria banca, delle parole chiave per ulteriori controlli, da poter utilizzare però solo su alcuni siti di e-commerce.

Link a siti web utili

eBay
www.eBay.it
Il più famoso sito di aste online.

BestShopping
www.bestshopping.com
Un sito dove confrontare i migliori prezzi di elettronica e non solo.

PayPal
www.paypal.com
Il sito dove attivare il proprio conto PayPal.

Assicurazione.it
www.assicurazione.it
Un sito dove mettere a confronto le migliori offerte di assicurazione online.

Aste al ribasso News
http://www.astealribassonews.it/
Tutte le novità e i siti di aste al ribasso.

Consigli utili

> approfondisci il tema con la nostra guida di “Consigli utili per lo shopping online”



15 Commenti

  1. Lodovica
  2. Natascia
  3. terenzi pietro
  4. Leonilde
  5. marina
  6. Daniela
  7. piero
  8. Mirko
  9. Bassetto Ivano
  10. Giuliana
  11. pietro
  12. Giovanni Lattanzi
  13. Francesca
  14. enrica
  15. Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *