Come usare Netflix

Dopo tanti anni di attesa finalmente anche Netflix è sbarcato in Italia. Per chi non lo conoscesse, si tratta di un servizio di streaming video di film, serie tv e documentari che tutti i clienti possono utilizzare sottoscrivendo un abbonamento. Ma vediamo più da vicino di che cosa si tratta, quali sono le tipologie di abbonamenti che si possono sottoscrivere in base alle proprie esigenze e come usare Netflix al meglio.

Come accedere a netflix

Come usare Netflix

Film, serie tv, cartoni animati e documentari per ogni fascia di età. Questa è l’ampia offerta di Netflix, il servizio di streaming video più conosciuto al mondo che da qualche tempo è sbarcato in Italia dopo una lunghissima attesa. Tutti i servizi di Netflix possono essere fruiti dal computer, dallo smartphone o dal tablet, oppure da smart tv, consolle per giochi e decoder multimediali.

Netflix è una società americana che, sin dagli anni ’90, si occupava di noleggio di DVD e di videogiochi. Dal 2008 la sua attività principale è diventata lo streaming on line, accessibile a tutti tramite il pagamento di un abbonamento. Nel tempo la società è diventata un vero e proprio colosso e il suo successo è ancora tutto da scalare.

Gli abbonamenti proposti da Netflix

Se decidete di utilizzare Netflix, il primo mese è gratis, una sorta di prova che viene messa a disposizione dei nuovi potenziali clienti, dopodiché è necessario sottoscrivere un abbonamento. Abbonarsi è facile e non ci sono vincoli contrattuali; questo significa che è possibile disattivare Netflix in qualunque momento e senza costi aggiuntivi.

Tutti i contenuti offerti sono di altissima qualità, e molti sono anche disponibili in versione ultra HD, ed è anche possibile accedere i contenuti in versione multi-lingua, opzione molto gradita a chi desidera guardare film e serie tv in lingua originale e con i sottotitoli.

Ma vediamo adesso quali sono gli abbonamenti tra cui poter scegliere.

La prima opzione è l’abbonamento base al costo di 7,99 euro al mese con l’accesso a un solo dispositivo per volta.

L’abbonamento standard costa invece 9,99 euro al mese e permette di accedere ai contenuti in full HD e mediante due accessi in simultanea.

Infine, è anche possibile sottoscrivere un abbonamento premium al costo di 11,99 al mese, per guardare i contenuti in Ultra HD e mediante quattro accessi contemporanei.

Ovviamente la scelta è personale e, oltre a ragioni di tipo economico, contempla anche quante persone e mediante quanti dispositivi accederanno al servizio.

Netflix e la connessione Internet

Per poter usufruire a pieno dei servizi offerti da Netflix è necessaria una banda minima di 0,5 Mbps, anche se quella da 3Mbps rimane la soluzione maggiormente consigliata per riprodurre al meglio i contenuti. La connessione da 5 Mpbs è invece indispensabile se volete accedere ai contenuti in Ultra HD.

La tecnologia di Netflix è strutturata in modo tale da riuscire ad adattarsi perfettamente alla velocità della linea e questo è un grande vantaggio per chi, purtroppo, si imbatte frequentemente nei classici blocchi di riproduzione guardando i video in streaming.

La qualità dello streaming, in ogni caso, può essere facilmente regolata entrando nel proprio account e cliccando su “impostazioni di riproduzione”. In questo modo potrete scegliere tra auto, alto, medio o basso per regolare la qualità del vostro streaming.

Se invece volete regolare la qualità dello streaming dal tablet o dallo smartphone dovrete cliccare su Menu, selezionare la voce “impostazioni app” e disattivare la funzione che consente le impostazioni automatiche.

Come iscriversi a Netflix

Vediamo adesso come iscriversi a netflix e quali sono tutti i passaggi da affrontare per portare a buon fine l’adesione a questo servizio. L’iscrizione è facile e veloce e richiede soltanto pochi minuti.
Per prima cosa dovete collegarvi alla pagina principale di Netflix e cliccare sull’opzione “abbonati gratis per un mese”. Come vi abbiamo anticipato, tutti i nuovi clienti hanno il diritto a provare il servizio per un mese a titolo completamente gratuito.
Se siete appassionati cinefili o consumatori di serie tv un mese di tempo è più che sufficiente per capire se il servizio vi piace, se è all’altezza dei vostri standard e se quindi volete procedere con la sottoscrizione di un abbonamento. In caso contrario, non siete assolutamente obbligati ad abbonarvi.
La pagina principale, dicevamo. Se dopo il primo mese di prova avete deciso di sottoscrivere un abbonamento cliccate il tipo di piano più consono alle vostre esigenze tra quelli che vi abbiamo elencato poco sopra (base, standard, premium) e cliccate sul pulsante “continua” per concludere la registrazione.
A questo punto dovrete inserire il vostro indirizzo mail, impostare una password e accettare, o meno, le richieste che vi verranno fatto in merito alle offerte speciali e all’invio del materiale promozionale. Cliccate poi sul pulsante “registrati” e scegliete il metodo di pagamento che preferite tra carta di credito, Paypal oppure carta regalo Netflix.
Ora è necessario scegliere quali sono i dispositivi che avete intenzione di utilizzare per accedere ai servizi di Netflix. È possibile scegliere tra Desktop e cellulare, o tra tablet, Xbox, Apple Tv, Smart Tv o lettore Blu-Ray. Scegliete l’opzione che vi appartiene e cliccate ancora una volta sul pulsante “continua”. Il passaggio successivo prevede di indicare tutti i componenti della famiglia che usufruiranno dell’account Netflix, per un massimo di quattro persone, e di indicare eventualmente se ci sono utenti minorenni. Fatto questo, il sistema vi chiederà di indicare tre contenuti preferiti tra serie tv, film e documentari e cliccate su “continua” per completare il vostro profilo personale.
Ricordate, infine, che è possibile anche sottoscrivere un abbonamento Netflix anche mediante alcuni operatori telefonici. Vodafone, per esempio, mette a disposizione questo servizio e permette ai suoi clienti di pagare l’abbonamento anche tramite credito telefonico.

Come accedere ai contenuti Netflix

Quando avrete finito di inserire tutte le informazioni richieste e il vostro account sarà stato attivato, siete ufficialmente clienti Netflix e potete cominciare a utilizzare il servizio. Potrete accedere a numerose locandine di film, serie tv, documentari e cartoni animati per i più piccoli e visualizzare immediatamente quali sono i titoli più visti dagli utenti.

In alternativa, potete voi stessi cercare il contenuto che più vi piace semplicemente impostando la ricerca utilizzando la barra in alto a destra. I contenuti sono divisi per genere; serie tv, film d’azione, commedie, film horror e documentari. La voce Kids è invece dedicata ai più piccoli e offre una vasta scelta di cartoni animati e contenuti per i bambini. È anche possibile attivare la modalità in sicurezza, per permettere solo la visualizzazione di contenuti idonei per i bambini.

A ogni contenuto corrisponde un’utile scheda di approfondimento che contiene la descrizione del film, delle serie tv o del documentario e permette di accedere direttamente alla visione semplicemente cliccando sul pulsante di avviamento.

Il sistema di Netflix permette di passare in modo molto semplice da un punto all’altro del video, dal pulsante per la pausa alla regolazione del volume sul lato sinistro, dalla lingua ai sottotitoli e alla modalità a schermo intero nella parte sinistra dello schermo.

Ogni utente può accedere alla sua libreria di dispositivi e, essendo un servizio streaming, Netflix sincronizza direttamente la libreria dell’utente nel punto esatto in cui la riproduzione viene interrotta. È, però, impossibile scaricare contenuti in versione off line, come invece avviene per i servizi offerti da Sky. Potete però creare una lista di contenuti che intendete guardare in futuro accedendo all’opzione “la mia lista”, disponibile direttamente dalla scheda di informazione del contenuto che avete selezionato.

Qualche curiosità su Netflix

Vediamo adesso qualche curiosità in più su Netflix, dato che sono in molti a farsi diverse domande su questo nuovo servizio, che proprio nuovo non è. Da dove arriva Netflix? E perché è diventato così famoso? Quando è stato inventato? Quali sono i suoi punti di forza? Eccovi accontentati.

  • Netflix è più vecchio di quanto pensiamo: è stato lanciato nel 1997 e fondato nel 1998, ancora prima di Google
  • La società è sempre stata interessata a conoscere i gusti degli utenti e a osservare le loro interazioni in base ai gusti di ognuno
  • Nel 1999 Netflix ha lanciato il pagamento mensile di un abbonamento, una sorta di noleggio “per sempre”
  • Nel 2000 ha offerto parte dei suoi titoli azionari all’allora gigante del noleggio Blockbuster
  • Nel 2007 Netflix ha avviato il servizio streaming per permettere a tutti di fruire dei contenuti offerti dal computer e non più mediante il DVD
  • Netflix è oggi disponibile in quasi tutto il mondo, a eccezione di Siria, Cina e Corea del Nord
  • La società ha incaricato l’antropologo Grant McCracken di esaminare in che modo gli spoiler possono influenzare, o meno, le abitudini degli abbonati
  • La società ha anche ottenuto delle Nomination agli Oscar
  • Si stima che nell’arco del 2016 Netflix conterà più di 600 ore di contenuti in streaming originali

Novità 2016: Netflix e Disney

Per quest’anno ci sono molte novità ad attendere tutti gli utenti Netflix. Già dal 2012, infatti, si vociferava che il servizio avrebbe ospitato tutti i titoli Disney, Walt Disney Animation, Marvel e Pixar, oltre a Studios, Lucasfilm e Disneynature. Per ora si fa riferimento solo al mercato statunitense, ma non è escluso che queste novità possano ben presto sbarcare anche in Italia.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *