Come indicizzare un sito su Google

Per fare in modo che un sito compaia nei risultati delle ricerche effettuate sui motori di ricerca (come Google) è importante che questo sia indicizzato: ecco come procedere per l’indicizzazione manuale di un sito, con suggerimenti pratici e consigli per i due step successivi: l’ottimizzazione e il posizionamento.

Come indicizzare un sito

Viene comunemente definita indicizzazione di un sito un processo grazie al quale il sito viene “iscritto” nei motori di ricerca e nelle directory, per poter poi apparire nei risultati delle ricerche effettuate dagli utenti. L’indicizzazione è quindi un fattore importantissimo per tutte quelle aziende che vogliono una forte presenza sul web e desiderano utilizzare la rete per incrementare il proprio volume di affari. Vediamo nel dettaglio come indicizzare un sito internet magari affidandosi ad una web agency di Napoli.

Come indicizzare un sito su Google

L’indicizzazione è un processo che avviene in modo automatico, dopo un determinato periodo di anzianità di un sito e grazie ai processi di ottimizzazione del sito, ma ovviamente esiste il modo di velocizzare queste pratiche, prima tra tutti l’iscrizione manuale del sito utilizzando, nel caso di Google, il modulo ufficiale che trovate a questo link: http://www.google.it/add_url.html. L’operazione deve essere poi ripetuta anche con gli altri motori di ricerca presso i quali si desidera essere visibili, ad esempio Yahoo e Bing.

Da indicizzazione a posizionamento, attraverso l’ottimizzazione

Vi accorgerete che il vostro sito è stato indicizzato quando, digitando l’indirizzo completo nella barra di ricerca, apparirà tra i risultati. Ma questo non è sufficiente, anzi, è solo l’inizio di un percorso di qualità il cui scopo è quello di visualizzare un sito nei risultati delle serp (acronimo di Search Engine Result Pages, ossia le pagine dei risultati della ricerca) anche attraverso la digitazione delle sole parole chiave relative all’argomento del sito.

La posizione del sito nei risultati della ricerca rispetto ad altri siti che trattano lo stesso argomento è detta posizionamento, ed è un obiettivo che si raggiunge attraverso l’ottimizzazione dei contenuti e la creazione di un sito di qualità.

La qualità di un sito, la sua rilevanza e utilità per gli utenti, vengono riconosciuti da Google in modo automatico e, senza che ci sia bisogno di mettere in atto alcuna particolare strategia, inizieranno a scalare le posizioni delle serp.

Indicizzazione manuale, quando è meglio farla

Segnalare manualmente una URL al motore di ricerca può rivelarsi particolarmente utile ad esempio quando si modificano i contenuti di una determinata pagina e si desidera che a quella pagina venga indicizzata con il nuovo contenuto più velocemente rispetto a quanto succederebbe aspettando i tempi “naturali” del motore.

Ancora, si può ricorrere alla segnalazione manuale di una URL quando è stato pubblicato per errore del contenuto poi rimosso, e si vuole “ripresentare” al motore di ricerca il sito senza le pagine eliminate.

Strategie per aiutare l’indicizzazione dei nostri contenuti

L’indicizzazione è, sì, un processo attivato in modo automatico dal motore di ricerca, ma si possono sempre mettere in atto delle piccole strategie per fare in modo che le pagine del nostro sito siano ben visibili agli occhi degli internauti, e sono:

  • Lavorare sulla qualità dei contenuti;
  • Cercare di ottenere un numero sempre maggiore di accessi e visite;
  • Cercare di ottenere link che, da siti più autorevoli, rimandano al nostro sito;
  • Creare nu sito con un codice pulito;
  • Utilizzare correttamente titoli e tag, evitando che siano mancanti o duplicati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *