Stampanti fotografiche

Introduzione alle stampanti e relative carte fotografiche. Con l’avvento della fotografia digitale abbiamo assistito alla nascita di stampanti speciali dedicate alla stampa di fotografie. Spesso di dimensioni ridotte, e addirittura portatil, queste stampanti utilizzano speciali carte fotografiche le cui prestazioni vanno accuraamente conosciute per scegliere quella giusta per le proprie esigenze. Per orientarti nella scelta continua a leggere la nostra guida gratuita specifica.

Stampanti e carte fotografiche

Le stampanti fotografiche, nate dall’esigenza di ottenere una qualità di stampa delle foto migliore rispetto a quella ottenibile da una stampante normale, si sono via via evolute fino a diventare degli oggetti di alta tecnologia, che producono foto di ottima qualità in poco tempo e talvolta anche senza passare per il pc: veri e propri laboratori fotografici at home, per gli appassionati di fotografia e di ricordi da conservare.

A cosa serve la stampante fotografica

Perché scegliere una stampante fotografica e non accontentarsi di una stampante normale? Perché se si desidera ottenere delle stampe di foto su carta fotografica, la stampante normale non può soddisfare le nostre esigenze ed inoltre la qualità di stampa è bassa. Una stampante fotografica invece, che in alcuni casi può coesistere con le funzioni di una stampante normale e quindi risolvere due ordini di problemi, è predisposta per tagli, carte e resa qualitativa adatti alle fotografie. Mentre un tempo si trattava di apparecchi ingombranti e costosi, appannaggio solo dei professionisti, oggi se ne trovano in commercio alla portata di tutti, talvolta piccole e compatte, e soprattutto piene di caratteristiche utili.

Se siete amanti della fotografia e dei ricordi da conservare, realizzare e stampare fotografie digitali è la soluzione più piacevole ed economica che potete trovare. Infatti innanzitutto trafficare con tecnologia e ritocchi vari vi risulterà sicuramente divertente; in secondo luogo, poter scegliere solo le foto venute meglio e poterle ritoccare, consente di risparmiare sulla stampa, cosa che potrebbe non avvenire nel caso portiate le foto a stampare in negozio.

Perché stampare le foto se si possono vedere tranquillamente sul pc, sul lettore mp3, addirittura sul navigatore satellitare oppure nella più adatta cornice digitale? La risposta è semplice: perché toccare una foto, sfogliare un album vero e conservare i ricordi in un cassetto o in una cornice di vetro è ciò che rende tali ricordi tangibili; la sensazione che sanno ancora regalare queste cose è estremamente piacevole e sa di retrò e di intimità. Inoltre, senza essere troppo romantici, ma guardando alla praticità, le foto così si conservano per tantissimo tempo, senza rischiare di finire perse nei meandri dei pc o nella rottura irreparabile degli hard disk.

I sistemi di acquisizione delle foto nelle stampanti fotografiche

Le stampanti fotografiche possono ormai offrire una vasta scelta di modalità per acquisire le foto da stampare. Oltre alla classica, che utilizza come intermezzo il pc, ne esistono altre, più pratiche e veloci, che collegano direttamente la macchina fotografica digitale alla stampante, senza passare per il computer:

  • tramite memory card
    molte stampanti fotografiche sono dotate di lettore dei principali formati di memory card, per poter leggere direttamente da queste ultime quali sono le foto da stampare
  • tramite PictBridge
    si tratta di un sistema di comunicazione standard, nato nel 2003, che può collegare stampanti e macchine fotografiche di marche diverse, tramite il cavo USB
  • tramite bluetooth
    è sicuramente un metodo comodissimo, in quanto senza fili né spostamenti di memorie, è possibile mandare la foto alla stampante direttamente dalla macchina fotografica, dal palmare o dal cellulare.

Il display delle stampanti fotografiche e i ritocchi delle foto

Le stampanti dotate di collegamenti che oltrepassano il passaggio, altrimenti obbligatorio, dal pc, sono generalmente dotate di un proprio display, anche molto ampio, su cui visualizzare il contenuto delle cartelle delle memory card o della macchina fotografica o del cellulare, in modo da scegliere e rivedere bene le foto da stampare.

Non solo: tramite questo display è possibile anche eseguire dei fotoritocchi, per stampare foto della massima qualità possibile. Ecco alcune delle operazioni consentite dal fotoritocco delle stampanti fotografiche, che costituiscono poi i passi da fare per migliorare effettivamente una foto:

  • correggere gli occhi rossi, qualora siano rimasti dall’utilizzo del flash
  • correggere la luminosità della foto
  • correggere la sfocatura della foto
  • tagliare particolari e ingrandirli
  • modificare i colori
  • applicare degli effetti filtro (il bianco e nero, l’anticato, etc)
  • aggiungere delle cornici

Alcune di queste operazioni, come la correzione degli occhi rossi, la messa a fuoco e la correzione dell’esposizione, possono essere effettuate automaticamente dalla stampante, se si attiva la funzione di adattamento automatico della foto prima della stampa.

Dimensioni delle foto da stampare

Le foto stampate hanno sempre avuto una dimensione standard: 10×15 cm. Le stampanti fotografiche senza display e senza funzioni aggiuntive, sono predisposte per la stampa proprio di questo formato. Altre stampanti fotografiche invece, sono predisposte non solo per il formato tradizionale, ma anche per altri, sempre più grandi, fino ad arrivare ai poster. Infatti con alcuni modelli si possono ottenere foto con dimensioni:

  • 10 * 15 cm
  • 13 * 18 cm
  • A4 (20 * 30 cm)
  • A3 (30 * 45 cm)
  • A3+

Stampanti fotografiche portatili

Alcuni modelli di stampanti fotografiche ci permettono di poter avere le stampe delle nostre foto ovunque andiamo e in tempo reale. Tali stampanti si presentano compatte, di dimensioni ridotte, richiudibili e con la possibilità di funzionare a batterie, oltre che con la presa di corrente. Questi modelli generalmente stampano le foto nel formato tradizionale 10×15, o possono arrivare fino al formato A4

Stampanti fotografiche multifunzione

Alcuni modelli di stampanti fotografiche sono dotati di molteplici funzioni, oltre a quella principale, vediamone alcune:

  • Possono funzionare come stampanti normali, per le tradizionali stampe di documenti
  • Possono avere uno scanner integrato
  • Quando c’è lo scanner, solitamente possono fungere anche da fotocopiatrici
  • Possono essere predisposte per la connessione di rete, cioè per essere utilizzate come unica stampante in una LAN di computer
  • Possono caricare la batteria della macchina fotografica digitale mentre scaricano le foto

Scheda tecnica delle stampanti fotografiche

Come ogni prodotto tecnologico, anche la stampante fotografica è dotata di una scheda tecnica che è bene saper leggere al momento dell’acquisto, poiché contiene importanti informazioni utili alla valutazione. Ecco da cosa è composta la scheda tecnica:

  • tecnologia, indica con quale metodo viene effettuata la stampa
  • formato carta, indica in quali dimensioni la stampante può produrre le foto
  • velocità di stampa, espressa in secondi
  • risoluzione massima in cui possono venire stampate le foto
  • interfaccia di connessione, indica le modalità possibili di acquisizione delle foto
  • lettore di schede, indica se e quali schede di memoria la stampante è in grado di leggere
  • dimensioni
  • peso
  • prezzo

Tecnologia di stampa

Le tecniche di stampa di una foto sono molteplici.

  • Ink Jet
    E’ la classica tecnica a getto d’inchiostro, che può stampare anche ad alta qualità, ma consuma molto inchiostro
  • Solid Ink
    L’inchiostro in questa tecnica di stampa non è liquido, ma si presenta in mattoncini solidi, che in un solo passaggio, vengono fusi allo stato liquido, passati su un tamburo insieme agli altri colori, e ritrasformati in solidi per la stampa. La qualità di stampa è ottima e i colori possono successivamente anche essere grattati via. Il metodo è adatto anche per stampare su plastica o altri materiali, in quanto non c’è bisogno che il supporto assorba i liquidi.
  • Trasferimento termico o sublimazione del colore o sublimazione termica o getto termico d’inchiostro
    Il concetto base di questa tecnica è quello di sfruttare un sistema riscaldante, che può raggiungere anche i 400°, che trasferisca l’inchiostro colorante da un nastro a tre o quattro colori direttamente sulla carta. Quest’ultima deve essere però adatta a sopportare temperature elevate.

Nelle stampe fotografiche è la tecnologia più utilizzata.

Le tecnologie elencate sopra, procedono prelevando il pigmento colorante da cartucce di inchiostro. L’inchiostro in questione può essere utilizzato partendo da 3, 4 oppure 8 colori base. In alcuni modelli, ogni colore ha una sua cartuccia, in modo da poter sostituire soltanto quelle che sono state usate di più. Ecco quindi la spiegazione di queste ulteriori tecniche di stampa.

  • Tricromia
    E’ un sistema di resa del colore che parte dai tre colori primari, il rosso, il giallo e il blu. Chiamato anche RGB dalle iniziali dei tre colori in inglese, è una tecnica semplice e caratterizza le stampanti più economiche.
  • Quadricromia
    E’ un sistema di resa del colore che parte da quattro colori base: ciano, magenta, giallo e nero. Chiamato anche CMYK dalle iniziali dei quattro colori in inglese, è un buon metodo di stampa, anche se costoso.
  • 8 colori
    La tecnologia sfrutta 8 colori di base, anziché tre o quattro, migliorando di gran lunga la qualità di stampa.

Cosa valutare quando si acquista una stampante fotografica

Prima di scegliere una tipologia di stampante, occorre farsi alcune domande.

Voglio una stampante dedicata esclusivamente alla fotografia o ne voglio una multifunzione?

Se ne volete una multifunzione, accostatevi a un modello di dimensioni più grandi, per poter stampare tutti i formati che volete.

Se invece volete una stampate dedicata solo alla fotografia, chiedetevi ancora:

voglio una stampante portatile o non necessito di avere foto in tempo reale in qualunque istante? Prevedo di portare la stampante con me in alcune occasioni o no?

Se la risposta è sì, dovrete accontentarvi di stampare foto solo in formati piccoli. Se la risposta è no, potete anche acquistare stampanti che regalino stampe in formati più grandi.

Un’ultima domanda da porsi è: voglio usare il mio pc per ritoccare le foto e ordinarle prima della stampa, oppure voglio un metodo più veloce per connettere la macchina fotografica o il cellulare alla stampante?

Se siete i tipi che passano sempre e comunque dal computer, scegliete un modello base, senza funzioni aggiuntive e senza display, quindi anche economico.

Se invece volete passare direttamente alla stampante senza pc, fate attenzione alle interfacce di connessione della stampante: lettore di memory card, PictBridge sono già sufficienti, ma se c’è anche il bluetooth tanto di guadagnato. Inoltre valutate che la stampante sia dotata di un buon display.

Gli altri elementi da tener conto al momento dell’acquisto sono:

  • la velocità di stampa: ci servono in poco tempo? Scegliamo una stampante che utilizzi pochi secondi per ogni stampa
  • la tecnologia di stampa: 4 o 8 colori di base offrono una qualità migliore
  • la risoluzione massima, da valutare anche in rapporto con i formati in cui la stampante può stampare foto
  • il costo di cartucce e carte fotografiche conseguente, poiché da questo elemento, aggiunto al prezzo della stampante, dipende il costo e il risparmio sulla singola foto da stampare: le stampanti a getto d’inchiostro termico necessitano per esempio di carte fotografiche speciali, adatte alle alte temperature, mentre le cartucce Solid Ink durano di più ma il costo iniziale della stampante è molto alto.

Carte fotografiche

Le carte fotografiche per la tecnologia a getto d’inchiostro si dividono in:

  • Glossy
    ossia la carta lucida, che è anche la più utilizzata. Tale tipologia esalta i colori e li rende più brillanti
  • Matte o Satin
    si tratta di una carta opaca, preferibile per le foto con effetti particolari come l’anticato o il bianco e nero, oppure per nascondere alcune imperfezioni appartenenti alla foto stessa, per come è stata scattata.

Per quanto riguarda invece la tecnologia a getto d’inchiostro termico, bisogna assicurarsi che la carta fotografica sia predisposta per le alte temperature: deve essere specificato quindi sulla confezione che si tratta di carta fotografica per stampanti termiche. Al momento dell’acquisto di una carta fotografica, è da tener presente la grammatura, che più alta è e più elevata sarà la qualità di stampa: la migliore carta fotografica è quella da 280g/m2, che offre risultati simili a quelli della stampa tradizionale.

Altro elemento da tenere presente è la risoluzione, insieme alla resistenza allo scolorimento negli anni. Un consiglio su tutti: cercate di acquistare carta fotografica della stessa marca della stampante: infatti gli inchiostri delle varie marche (che possono essere a pigmenti, a base acquosa, ad alta resistenza, etc) rendono meglio sulle carte pensate e ottimizzate per loro, assicurando anche una lunga conservazione nel tempo, che può arrivare fino a 200 anni.

Link a siti web utili per l’acquisto della stampante fotografica e delle carte

Dphoto
http://www.dphoto.it/
Si tratta di un portale che si occupa di tutti i prodotti che riguardano la fotografia, dalle macchine fotografiche alle stampanti, alle cartucce e alle carte fotografiche. Si parla anche di tutte le maggiori marche relative alla fotografia. Inoltre si può accedere a un blog con novità e consigli sulla fotografia, oltre che a piccole guide sempre relative allo stesso argomento.

HP
http://welcome.hp.com/country/it/it/welcome.html
Nella sezione “Casa e Home Office”, è possibile accedere a due sezioni utili:

  • stampa e multifunzione, dove si possono vedere tutte le schede tecniche dei prodotti hp relativi alla stampa, dalle stampanti fotografiche alle stampanti multifunzione
  • guida alla scelta di una stampante, dove rispondendo a delle semplici domande, si può capire quale modello di stampante fra i tanti prodotti dalla HP, risponde perfettamente alle nostre esigenze.

Canon
http://www.canon.it/
Nella sezione chiamata “per l’individuo”, tra “i nostri prodotti”, si possono vedere le stampanti fotografiche, con descrizioni e schede tecniche, dove vengono messi in evidenza quali cartucce e quali carte fotografiche devono essere utilizzate con ogni tipo di prodotto. Dall’home page del sito è anche possibile scaricare i software dei prodotti.

Kodak
http://www.kodak.com/eknec/PageQuerier.jhtml?pq-path=2/6868&pq-locale=it_IT
Dai “Prodotti Consumer” si accede alla sezione dedicata alle stampanti e quindi a quelle fotografiche, mentre dalla sezione “Materiali di consumo per la stampa”, si vedono le caratteristiche di tutte le carte fotografiche prodotte da Kodak.

Epson
www.epson.it
Dai prodotti si può accedere alle schede tecniche delle stampanti fotografiche prodotte da Epson, mentre dai “Materiali di consumo” si accede alla sezione dedicata a cartucce e carte fotografiche. Ogni stampante presenta oltre alla descrizione, anche un video relativo al suo funzionamento, l’indicazione di dove acquistarla e una serie di aiuti per la risoluzione dei problemi, dalla manualistica al download di software a guide su come ritoccare le foto.



Potreste trovare interessanti anche questi articoli:





Questo articolo ha 3 commenti

  • paolo vitale scrive:

    grazie, bravi! cosa mi suggerite:sono negato alla tecnologia e stampo poche foto all’anno.

  • Cristian Olmo scrive:

    E io che ero gia sulla canon :).

    Me ne consigli una di quelle piccoline portatili, epson ?

    Grazie mille :)

  • Cristian Olmo scrive:

    Una domanda sola cosi so su che sito andare…Quale marca mi consigli?

Lascia un Commento

Si prega di inserire solo commenti inerenti l'articolo e l'argomento trattato.