Masterizzatore

Il masterizzatore è lo strumento che ci consente di ‘bruciare’ (in inglese si dice infatti "burner"), ossia di incidere dischi vuoti con tutto quello che vogliamo. I masterizzatori possono essere interni, ossia integrati nel computer, oppure esterni, da collegare via cavo. Per saperne di più sul masterizzatore e su Nero, il principale programma per usarlo, continua a leggere la nostra guida.

Masterizzatore per pc

Che cosa è il masterizzatore

Il masterizzatore è uno degli hardware più comunemente associati ad ogni PC. Dopo mouse, monitor, tastiera e casse di certo un buon masterizzatore non può mancare. Esso adempie ad un’importantissima funzione, ossia quella di scrivere su cd (compact disc) o dvd (Digital Versatile Disc ). Con tale strumento è possibile sia creare dischi nuovi con informazioni selezionate dall’utente oppure riprodurre per intero i contenuti di un secondo supporto.

Per masterizzare sono necessari i cosiddetti cd o dvd vergine (mai utilizzati, vuoti) sopra il quale andranno impressi i file che interessa riprodurre, in genere canzoni, foto o video.

È possibile trovare in vendita diversi formati di dischi ed è bene conoscerne, almeno sommariamente, le differenze:

CD-RW/DVD-RW/DVD+RW

sono denominati supporti riscrivibili perché hanno la capacità di essere riutilizzati, dopo aver subito una prima masterizzazione è possibile cancellarne i contenuti e riscriverci sopra liberamente come se fosse di nuovo un cd vergine. Ciò è di sicuro una pratica funzionalità alla quale però corrisponde un maggior costo al momento dell’acquisto dei supporti, è comunque richiesto in esborso di pochi euro (sempre più dei pochi centesimi richiesti per l’acquisto di un cd normale ma comunque una spesa sostenibile)

CD-R/DVD-R/DVD+R

consentono un’unica scrittura, definitiva ed immodificabile. Sono i più diffusi ed è possibile trovarli in commercio già a partire da 0,20 centesimi di euro l’uno. In aggiunta ai compact disc i masterizzatori possono essere anche compatibili con i dvd, supporti che pur avendo la stessa forma del cd consentono l’inserimento di un maggior numero di file ed una migliore definizione delle immagini. Oltre alle funzioni di scrittura i masterizzatori moderni consentono, tramite il medesimo apparecchio, anche di leggere i supporti in esso inseriti.

Va però necessariamente fatta una distinzione tra masterizzatori interni ed esterni.
Si tratta, infatti, di un dispositivo che è possibile trovare all’interno oppure all’esterno del PC. I più diffusi sono sicuramente quelli interni, spesso dati in dotazione già nei computer pre-assemblati. Questo tipo di masterizzatori occupano delle cellette all’interno del PC e presentano da fuori solo una facciata dalla quale vanno inseriti i cd. I masterizzatori esterni invece hanno forma rettangolare e sono connettibili al computer tramite porta USB o Firewire.

Da cosa dipendono le prestazioni dei masterizzatori?

Sino ad una decina di anni fa i masterizzatori erano tecnologicamente desueti, costavano tantissimo (quasi un milione di lire) ed avevano prestazioni bassissime. I primissimi modelli, infatti, consentivano unicamente la scrittura su cd ed una velocità di scrittura di 2x (ossia la più bassa in assoluto!). Ad oggi con la stessa cifra potremmo comprare un intero PC piuttosto, dato che i prezzi relativi ai masterizzatori sono notevolmente diminuiti. Con appena 50 euro (anche 30 in caso di buone offerte al supermercato) è possibile acquistare masterizzatori di buona fattura. Le prestazioni dei masterizzatori dipendono da due principali fattori memoria del PC e velocità di scrittura.

I masterizzatori migliori consentono una velocità massima di 50x per i cd e 18x per i dvd. Molto dipende però dalla capacità di Cache del nostro PC. Le informazione che devono essere incise su cd e dvd vengono trasmesse una sola volta come se fossero un flusso incessante d’informazioni. Per farsi che le immagini vengano impresse sul supporto in perfetta qualità e senza interruzioni è necessario che il masterizzatore disponga di una buona memoria interna (il cache appunto) della quale possa avvalersi in caso di errori e difficoltà durante la scrittura.

Nel caso in cui in PC risulti rallentato (ad esempio per un eccessiva frammentazione dei file o per troppi programmi aperti simultaneamente) potrebbe accadere che esso non fornisca un sufficiente afflusso di dati al masterizzatore che dovrà così utilizzare la memoria cache. Quest’ultima si svuoterà progressivamente per compensare il rallentamento, qualora tale memoria dovesse esaurirsi completamente (magari a causa di un’abbondante velocità di scrittura) il processo di masterizzazione produrrà un cd non funzionante, totalmente illeggibile o che presenti anomalie.

Per ovviare a questo problema alcuni masterizzatori sono dotati di specifici sistemi che assumono nomenclature differenti a seconda della marca del prodotto ( i più comuni sono ‘Burn Proof’ e ‘Safe Link’, ma ce ne sono davvero tanti altri).

La marca influisce relativamente sulla quantità del masterizzatore visto e considerato che oramai tutti quelli in vendita appaiono buoni, semmai le differenze si vedono a lungo termine. È possibile infatti che i masterizzatori più economici durino al massimo delle loro prestazioni per poco tempo e che finiscano inevitabilmente per logorarsi con l’utilizzo.

Ad ogni modo le marche più note sono LG, Pioneer, Samsung, Philips e Sony. Se foste alla ricerca del top presente sul mercato dovreste necessariamente acquistare un masterizzatore Plextor, ma aspettatevi in tal caso prezzi elevatissimi in risposta di prestazioni notevolmente migliori.

Come masterizzare correttamente

Oltre al masterizzatore inteso come vero e proprio dispositivo (sia esso interno o esterno) è necessario anche munirsi di un software, ossia di un programma, grazie al quale sarà possibile procedere con la masterizzazione. Generalmente allegato allo stesso dispositivo, il software di masterizzazione più comune è il Nero Burning Room ( o Nero StartSmart nell’ultimissima versione). Oltre a questo programma ne sono presenti molti altri, ad ogni modo trattasi unanimemente di software semplici ed intuitivi nell’utilizzo che consentono tutte le più comuni funzioni (Crea, Copia, Cancella, Allega, Riproduci, ecc.) ed in alcuni casi anche dei comodi Extra.

Ad ogni modo i software allegati nelle confezioni dei masterizzatori sono spesso versioni ridotte di software che vengono venduti ‘full optional’ singolarmente a prezzi anche molto elevati. Ma se l’uso del masterizzatore è quello casalingo di certo non sarà necessario l’acquisto di tali programmi. Il processo di masterizzazione è dunque ‘guidato’ da questi Software e cambia a seconda di ciò che si vuol produrre. Se l’esigenza è quella di produrre una copia identica ad un cd di partenza è sufficiente selezionare ‘copia cd’ come funzione e seguire le indicazioni.

Bisogna solo stare attenti alla velocità di scrittura, meglio è attendere qualche minuto in più ma ottenere un cd funzionante piuttosto che sprecare pochi minuti e dover buttare un cd. I valori che determina la velocità cambiano in base alle potenzialità del masterizzatore ma in genere si tratta sempre di multipli, 2x 4x 8x 16x 48x (da i valori più bassi a quelli più alti la velocità di masterizzazione cresce dunque se si vuole fare un cd con cautela sarà corretto scegliere il 2x, se invece si va di fretta e si vuole rischiare un processo fallito potrebbero essere scelti il 16x o il 48x).

Software per masterizzatori: Nero

Un software semplice ed affidabile per masterizzare. Se oltre alla pura masterizzazione vi potrebbero interessare particolari altre funzionalità, nero 8 è il programma che fa al caso vostro. Compatibile con anche Windows Vista, PlayStation 3ed Xbox360, trattasi di un programma ricchissimo di potenzialità. A caratterizzare questo programma sono le componenti aggiuntive, analizziamone insieme le più particolari:

  • Nero WaweEditor è un programma che consente di modificare tracce audio e registrarle. Inoltre permette di aggiungere filtri che ottimizzano la qualità delle tracce, di modificarne la durata ed il formato
  • Nero Showtime consente di visualizzare i video ed ascoltare le canzoni con qualità eccellenti come se avessimo un Home Theatre
  • Nero Cover Designer consente di creare le copertine per degli album, aggiungendo immagini e testo liberamente e stampando poi il tutto
  • Nero Phot Snap è un vero e proprio programma di fotoritocco arricchito da tantissime opzioni per migliorare la qualità delle immagini, ritagliarle ed arricchirle con parti di testo. Di certo non può competere col più specifico Photoshop, eppure contiene in se ottimi strumenti
  • Nero PhotoSnap Viewer consente di visualizzare le foto, girarle e salvarle nel formato che si preferisce.

Link a siti web utili per approfondire

Masterizzatori su Ebay
http://search.ebay.it/search/search.dll?from=R40&_trksid=m37&satitle=masterizzatore&category0=
Trovi qui tutte le offerte disponibili su Ebay contenenti la parola ‘masterizzatore’. Guarda le offerte e confronta i prezzi con le tue necessità.

LG
http://it.lge.com/index.jhtml
Visita il sito della rinomata marca LG, leader nella produzione di masterizzatori.

Nero Burning Room 8
http://www.gamesload.it/software/software_masterizzazione_1.htm
Scarica in questo link una versione trial (15 giorni) di quest’ottimo programma di masterizzazione oppure osserva altre possibili alternative disponibili gratuitamente.

Sito ufficiale Nero
http://www.nero.com/ita/index.html
Da qui è possibile acquistare il prodotto. Tutti da scoprire sono i contenuti speciali, programmi aggiuntivi a quello base per masterizzare con tante funzioni extra (fotoritocco, creazione di copertine, modifica di tracce audio, ecc.)

Masterizzare.net
http://www.masterizzatore.net/
Un sito interamente dedicato alla masterizzazione, con semplici guide anche per conoscere CD e DVD



Una risposta

  1. Luigi Paoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *