Prestiti a fondo perduto: finanziamenti per il franchising

Per incentivare l’avvio di nuove attività o ulteriori investimenti che permettano alle aziende di crescere e di sopravvivere nel tempo l’Unione Europea, gli enti nazionali, regionali e provinciali mettono a disposizione delle categorie e delle aree maggiormente disagiate i cosiddetti prestiti a fondo perduto. Si tratta di contributi in denaro che l’ente erogatore consegna alle aziende che presentano progetti interessanti in determinati settori. Quasi ogni giorno vengono pubblicati nuovi bandi di concorso da parte di questi enti, bandi che possono essere di diverso tipo e che è importante conoscere per cercare di sfruttare le opportunità che si aprono nel mondo dell’imprenditoria.

I prestiti a fondo perduto per aprire un franchaising

Chi decide di aprire una nuova attività spesso punta sul franchising, ovvero sulla possibilità di diventare affiliati di nuovi marchi del settore di riferimento e di avere un’impresa che venda prodotti di un marchio già noto.

Esistono finanziamenti per il franchising?

Aprire un’attività in franchising comporta la possibilità di ricevere aiuto e sostegno da parte del marchio del settore che si definisce affiliante. Nonostante questo non sempre si dispone dei fondi per provvedere a tutte quelle spese che si rendono necessarie per mettere su un’impresa. Proprio a tale fine vengono stanziati i prestiti a fondo perduto. Essi vengono incontro soprattutto ai giovani, alle donne ed ai disoccupati che hanno bisogno di lavorare e di realizzarsi.

I prestiti a fondo perduto hanno il vantaggio di mettere il soggetto che ne beneficia nelle condizioni di non dover restituire il contributo ricevuto. Proprio per tale ragione, del resto, si parla di fondo perduto. Per chiarezza, però, è bene precisare che ci sono anche dei prestiti a fondo perduto per così dire a metà, nel senso che il soggetto non sarà obbligato a restituire una parte del finanziamento mentre sarà tenuto a riconsegnare al mittente l’altra metà del prestito.

E’ bene, comunque, chiarire che esistono dei prestiti a fondo perduto per il franchsing. Bisogna, però, informarsi e monitorare con costanza ed attenzione i bandi emanati dai vari enti per conoscere se ci sono possibilità di ottenere contributi per le attività in franchising.

Invitalia ed i prestiti a fondo perduto per il franchising

Invitalia, agenzia per lo sviluppo Italia, dà la possibilità di accedere ai prestiti a fondo perduto per il franchising. Come anticipato anche in precedenza, bisogna fare attenzione ai bandi. Sul sito di Invitalia ci sono i vari bandi riferiti ai prestiti a fondo perduto per il franchising.

Secondo quanto previsto da Invitalia, è possibile ottenere un contributo a fondo perduto per due finalità imprenditoriali:

  • Per gli investimenti
  • Per la gestione

Per quanto concerne gli investimenti c’è l’opportunità di ottenere un contributo a fondo perduto ed un mutuo a tasso agevolato. Per quanto riguarda la gestione, invece, è possibile ottenere dei contributi anche per più di un anno in merito alle spese necessarie per l’attività imprenditoriale.

In questo caso condicio sine qua non per l’ottenimento del prestito è la volontà di aprire una nuova attività imprenditoriale in franchising. Questa possibilità è offerta soprattutto a coloro i quali hanno sede legale ed operativa nelle regioni del sud Italia.



Una risposta

  1. Francesca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *