Come aprire un negozio di telefonia

Aprire un negozio di telefonia può trasformarsi in un’attività redditizia considerando che questo mondo non conosce davvero limiti. Nella nostra Penisola è stato calcolato che ogni famiglia cambia circa tre telefoni ogni anno, tra mobili e fissi. Un negozio di telefonia è quindi una buona idea per chi desidera intraprendere una nuova attività, considerando che racchiude in sé: la vendita di telefoni cellulari, di accessori e schede prepagate, e di tanto altro ancora; la vendita di telefonia fissa e di servizi accessori. Le potenzialità di quest’attività sono davvero tante, e sono quindi molte anche le possibilità di successo e di guadagno.

Negozio di telefonia

Aprire un negozio di telefonia

Durante gli anni Novanta, l’andamento del mercato mostrava una tendenza all’assorbimento del settore della telefonia da parte della distribuzione organizzata. I negozi di telefonia di piccole dimensioni hanno vissuto la concorrenza dei grandi centri commerciali come un pericolo davvero grande, che stava mettendo a repentaglio il successo di queste attività.

Effettivamente questo problema si è verificato per qualche anno, fin quando il cliente in un mercato saturo e troppo ricco di alternative, ha assunto un atteggiamento di scetticismo, e di non interesse verso prezzi ultra scontati e promozioni (che sono pur sempre interessanti per il consumatore), che danneggiavano notevolmente l’aspetto qualitativo.

Il consumatore preferisce spendere di più, ottenendo un servizio qualificato e professionale, sia durante l’acquisto che nella fase successiva di assistenza. Il cliente non desidera soltanto comprare un telefono, ma ha la necessità di comprendere cosa sta acquistando, e ottenere tutti i consigli necessari per capire quali sono i vantaggi e non del prodotto o del servizio che sta acquistando. Vi è una forte esigenza di essere guidati all’interno di un mercato che offre una scelta davvero infinita.

E’ essenziale che il cliente possa comprendere non solo le caratteristiche del prodotto, ma le tariffe migliori in base alle sue necessità, e che abbia a disposizione un’assistenza qualificata e concreta nella fase successiva all’acquisto.

Investimento

Uno dei motivi principali da valutare se avete in mente di aprire un negozio di telefonia, è senza dubbio l’investimento. Un negozio di medie dimensioni non richiede una somma inaccessibile, ma non proprio contenuta, parliamo di un importo non inferiore ai 30 mila euro. Molto dipende dal tipo di prodotti che desiderate offrire e in generale anche dalle dimensioni dell’attività e del locale.

Burocrazia

Per prima cosa dovrete inviare una comunicazione al Comune dove vengono indicati: il possedimento dei requisiti morali; il settore o i settori merceologici; l’ubicazione e la superficie di vendita disponibile; di aver rispettato i regolamenti locali urbani e igienico sanitaria, i regolamenti edilizi, le norme urbanistiche e quelle che riguardano la destinazioni d’uso dell’immobile.

La prassi è quella tipica per l’apertura di ogni negozio. Essenziale quindi l’Iscrizione alla Camera di Commercio e l’apertura della Partita Iva o la costituzione di una società.

Costi di gestione

Parliamo naturalmente di un’attività di dimensioni ridotte e organizzata nel modo giusto. Un negozio di telefonia può essere gestito anche da una sola persona che conti sull’aiuto di un collaboratore. I costi gestionali vanno valutati con attenzione, visto che incideranno notevolmente sulla riuscita della vostra attività.

Per quanto riguarda l’affitto, potreste scegliere un locale non troppo grande, per ottenere un canone mensile accessibile; tra le spese fisse considerate telefono, luce, ecc. Per un negozio è senza dubbio essenziale un’assicurazione per furto e incendio, l’aiuto di un commercialista o di un consulente per gli adempimenti fiscali, e la pubblicità. Possiamo ipotizzare delle spese fisse mensile di circa 4 mila euro, considerando la presenza di un solo dipendente part-time.

Luogo dove aprire

E’ molto importante scegliere la giusta localizzazione per la vostra attività. E’ fondamentale che vi sia un buon afflusso di clienti. Valutate anche la presenza di un parcheggio nei pressi del locale che sceglierete, nonché l’aspetto demografico del Comune dove aprirete il vostro negozio di telefonia.

Prodotti di telefonia cellulare

E’ essenziale che troviate dei fornitori all’ingrosso per i telefoni cellulari. Non è semplice trovare il giusto grossista che possa offrire dei cellulari di qualità, che sono di solito modelli nuovi e costosi, a prezzi competitivi. Di solito le persone acquistano telefoni cellulari economici anche se in questo campo la moda e l’innovazioni condizionano gli acquisti dei consumatori. Per vendere quanto più possibile dovrete tentare di soddisfare ogni tipologia di clientela.

E’ necessario quindi disporre di due tipologie di telefonini cellulari: economici per un pubblico meno pretenzioso; sofisticati e di ultima generazione per dei clienti più esigenti. Il vostro fornitore dovrà quindi essere in grado di offrirvi entrambe le soluzioni. Inoltre nel vostro negozio dovrete avere anche un ampio assortimento di accessori per i telefoni cellulari. Gli accessori generano interesse e un maggiore afflusso di clientela.

Margini di guadagno

Per quanto riguarda la vendita di telefonini il margine di guadagno si è abbassato notevolmente da un 50% a circa il 25%. Questi sono i dati statistici che si trasformano in un margine di circa il 10% sui telefoni e di circa il 5% sulle ricariche.

E’ bene inoltre considerare che la concorrenza maggiore deriva dai grandi colossi che riescono a offrire gli stessi prodotti calcolando un guadagno pari a zero, con il solo scopo di attirare la clientela, distruggendo così ogni possibilità di offrire dei prezzi convenienti. Per questo motivo è bene puntare maggiormente sugli accessori e su un servizio professionale e completo per la propria clientela, per fidelizzare il cliente quanto più possibile.

Come aprire un negozio di telefonia

  • Kit per aprire un negozio di telefonia
    Un kit che aiuta a risolvere le difficoltà inerenti l’avvio di un negozio di telefoni cellulari, smartphone e tablet, e a decidere come realizzare al meglio questa iniziativa imprenditoriale. Una soluzione online efficace e intelligente per progettare, valutare, realizzare e lanciare con successo il tuo business.

Come ottenere un mandato di vendita da una azienda

Una soluzione concreta in questo settore è quella di trovare qualcuno che possa cedervi il mandato di uno tra i marchi famosi nel campo della telefonia (Tim, Vodafone, Wind). Il mandato non è altro che una licenza, che si può ottenere direttamente dalla Compagnia Telefonica in questione, ma che richiede le dovute credenziali per l’ottenimento.

I marchi famosi tendono a fornire i loro mandati a chi opera già nel settore, quindi nel caso di una nuova attività vi sono delle difficoltà concrete. Se riuscite a trovare qualcuno che vi ceda il mandato, dietro compenso ovviamente, sarà il cedente (colui che vi offre il mandato), a richiedere via raccomandata il cambio della nomina del mandato verso il richiedente ( che in questo caso siete voi).

Il richiedente deve essere titolare di una società che presenti un’ attività avviata (questa operazione viene svolta dal commercialista in via telematica); deve avere la possibilità di sottoscrivere una fideiussione bancaria che abbia un valore minimo di 25 mila euro. La richiesta non sempre viene accettata, ma nel caso riusciate a ottenere il mandato potrete aprire altri centri dove e quando desiderate, sempre rispettando la regolamentazione relative alle distanze con un altro centro.

Aprire un negozio di telefonia in franchising

Una delle alternative per avviare un negozio di telefonia, è quella di aprire un franchising. Questa soluzione è ottima, in particolare per coloro che desiderano ottenere un valido aiuto per sopperire alla mancanza di esperienza. I franchisor infatti offrono di solito ai propri affiliati un servizio completo: la progettazione degli spazi espositivi; l’arredo;la formazione professionale;la promozione del marchio, e garantiscono anche un’ assistenza continua durante tutta l’attività.

E’ bene scegliere una catena franchising seria che vi garantisca l’aiuto necessario a fronte del canone che dovrete pagare. Di solito per ottenere un franchising è necessario rispettare diversi requisiti: l’investimento minimo è di 30 mila euro; è necessario che il locale non sia troppo piccolo e deve trovarsi in un’area che abbia un bacino di utenza ben preciso. Tra i maggiori franchising del settore troviamo:

  • LBM ITALIA STORE
  • LEADER MOBILE
  • MEDIA TRONIC


3 Commenti

  1. Agata
  2. Giovi
  3. Luca Di Nicola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *