Come aprire una libreria

Aprire una libreria è il sogno di molti, in particolare di coloro che amano leggere i libri, ma questa decisione oltre che con la passione personale per questo settore deve fare i conti anche con tanti altri aspetti legati al marketing e all’economia perché una libreria è anche un’azienda a tutti gli effetti. Come si fa? Ecco una guida facile e sintetica, ma completa, su come aprire.

 Aprire una libreria

L’immagine più classica della libreria è quella della libreria a gestione familiare, dove il proprietario era immerso nel caos di tanti libri, amante lui stesso della lettura e profondo conoscitore di nomi, date, titoli. Una volta bastava entrare e chiedere al librario un titolo o un autore e lui subito si metteva alla ricerca, a volte arrampicandosi su alte scale di legno che lo conducevano ai ripiani più alti degli scaffali.

Oggi molto è cambiato di questa realtà, esistono ancora piccole librerie caratteristiche e a gestione familiare, ma sempre più diffuse sono le librerie in franchising dei grandi marchi editoriali, dove non c’è più la mente del vecchio libraio a registrare nomi, titoli e posizioni dei libri sugli scaffali, ma computer e programmi specifici per catalogare, archiviare, ordinare, classificare…

Oggi se non si tratta di librerie in franchising spesso si tratta di singole librerie specializzate in alcuni settori editoriali per esempio librerie per libri di viaggio, librerie per editoria per ragazzi, librerie per la scolastica.

Come tutti i cambianti anche questo porta con sé un po’ di malinconia e nostalgia per le vecchie e caratteristiche librerie, ma allo stesso tempo la moderna struttura delle librerie, l’assistenza informatica, la velocità di ordinazione e arrivo dei libri, la facilità di ricerca di titoli e autori, le numerose proposte editoriali presenti nel mercato hanno fatto sì che anche le librerie siano diventate delle grandi aziende con piani di marketing e corsi di aggiornamento per il personale, aziende in cui a livello nazionale lavorano migliaia di persone.

Quando e perchè aprire una libreria

Quando si decide di aprire una libreria è pertanto importante fare un vero progetto che tenga in considerazione vari aspetti quali il luogo dove è meglio aprire, valutare se sia meglio aprirne una in franchising oppure optare per una propria.

Bisogna poi programmare quali potranno essere i prodotti e i servizi offerti, pertanto valutare se sia meglio optare per una libreria specializzata in un determinato settore, per esempio in viaggi, arte, musica, letteratura per adulti, editoria per l’infanzia, oppure sceglierne una con un catalogo che ricopra tutti i vari settori editoriali; prendere in considerazione di non vendere soltanto libri ma di offrire anche servizi alternativi quali progetti di promozione della lettura, cartoleria, gadget, presentazioni di autori e libri, serate musicali e letterarie.

Ma dimenticare che per aprire una libreria è necessario infine assolvere a dei compiti burocratici e commerciali ben precisi.

Con questa guida ci siamo così proposti di fornire delle utili e pratiche linee di orientamento su come poter aprire una libreria.

Dove aprire una libreria

La libreria di fatto è un negozio dove si vende un prodotto specifico come i libri e prodotti da cancelleria (agende, calendari, biglietti di auguri, penne, colori…) e una delle prime considerazioni da fare quando si vuole aprire una nuova attività di vendita al pubblico è quella di fare una sorta di analisi del mercato e fare alcune valutazioni sulla zona in cui vogliamo aprire la nostra libreria e che sarà poi il bacino del nostro mercato effettivo di clienti:

  • in questa zona esistono altre librerie?
  • se esistono altre librerie di che tipo di librerie si tratta: sono piccole librerie specializzate? si tratta di librerie in franchising?
  • cosa avrà di originale la mia libreria rispetto alle altre?
  • che bacino di utenza potrò prevedere come clientela per la mia libreria ovvero la zona in cui voglio aprirla è un piccolo paese? è una città di quanti abitanti?
  • quale potrebbe essere il locale in cui aprire la libreria? in centro? in periferia con parcheggio a disposizione? all’interno di un centro commerciale?

Librerie in franchising

La scelta di aprire una libreria in franchising potrebbe sembrare più facile di quella di aprire una libreria per conto proprio. Quali sono i motivi per cui potresti preferire di aprire una libreria in franchising? Eccone di seguito alcuni:

  • sfruttare un marchio editoriale già noto che dia subito visibilità e credibilità alla nostra nuova attività;
  • poter contare su un supporto per quanto riguarda l’avviamento dell’attività come scelta dei locali, allestimento, scelta del catalogo dei libri;
  • poter ricorrere a un aiuto nella nostra gestione per dubbi che insorgono nel corso del nostro lavoro e poter scegliere anche di aderire a percorsi formativi e corsi di aggiornamento;
  • sfruttare la campagne pubblicitarie che il nostro marchio in franchising promuove a livello nazionale dove nell’elenco delle varie sedi delle librerie è indicato anche il nostro punto vendita;
  • aderire a iniziative promosse dal marchio in franchising come ad esempio promozioni, lancio di nuovi libri, depliantistica promozionale…

Librerie a gestione individuale/familiare

La scelta alternativa al franchising è quella di aprire una nostra libreria a conduzione familiare o individuale. Questo certamente, come ogni scelta, può comportare alcuni vantaggi e svantaggi.

Tra i vantaggi di aprire una libreria per conto proprio c’è sicuramente la maggiore libertà imprenditoriale nell’operare tutte le varie scelte connesse alla nuova attività:

  • libertà nello scegliere l’immagine della nostra libreria per quanto riguarda il nome, il logo, il tipo degli allestimenti, l’ubicazione
  • possibilità di scegliere il catalogo dei libri da commercializzare preferendo ad esempio crearsi una libreria specialistica in libri di viaggio, in libri per l’infanzia ecc.
  • crearsi un programma di iniziative collaterali (vedi in questa Guida “Servizi alternativi offerti”) secondo le proprie iniziative e idee imprenditoriali

Sicuramente, d’altro canto, decidere di aprire una libreria propria non ci consentirà di poter avere un supporto come nel caso delle librerie in franchising per quanto riguarda corsi di formazione, assistenza nella gestione, supporto nell’attività di promozione… (vedi in questa Guida “Librerie in franchising”).

Nell’intraprendere una nuova attività è bene pertanto fare delle considerazioni molto attente su alcuni aspetti quali:

  • prendere in esame il fatto indispensabile di dover contare sulle proprie capacità e idee imprenditoriali
  • valutare le spese da sostenere per la gestione della nostra libreria: affitto o compera dei locali, magazzino libri, attività promozionale e pubblicità, stipendio per eventuali collaboratori, tasse varie
  • capacità di gestione del catalogo editoriale dei libri in commercio
  • capacità di aggiornamento nel settore editoriale partecipando a corsi di specializzazione e aggiornamento, fiere del settore editoriale, lettura di riviste di settore
  • prendere coscienza di dover fare i conti anche con tutta una serie di aspetti più tecnici e burocratici: contabilità, scadenze, gestione data base

Come aprire una libereria

  • Kit per aprire una libreria
    Un kit realizzato da una azienda specializzata in nuova imprenditoria che vi consente di risolvere agevolmente tutte le difficoltà legate all’apertura di una libreria e decidere in tranquillità come avviare nel migliore dei modi questa iniziativa imprenditoriale. E’ una soluzione on line davvero efficace e intelligente, che vi permette di progettare, valutare, realizzare e lanciare con successo il vostro business nel settore del commercio librario.

Aspetti burocratici

Una volta presa la decisione di aprire la nostra libreria e dopo aver scelto il locale è necessario presentare al Comune la domanda di inizio attività oltre a inoltrare l’iscrizione al registro delle Imprese alla Camera di Commercio.

È necessario valutare anche se si prevedono spazi per attività e servizi alternativi come ad esempio area per bambini, spazio ristoro/caffè come avviene già in alcune librerie in franchising dove è possibile fare colazione, uno spuntino o un pranzo veloce immersi tra gli scaffali dei libri, in tal caso sono necessari ulteriori permessi a livello burocratico.

In sintesi alcuni degli aspetti con cui si dovrà fare i conti saranno:

  • apertura della Partita Iva
  • iscrizione al registro delle Imprese della Camera di Commercio
  • comunicazione e autorizzazione all’avvio dell’attività commerciale
  • Inail
  • Inps
  • agibilità dei locali
  • tasse varie come ad esempio quella sui rifiuti
  • contributi previsti per i diritti d’autore alla Siae (Società Italiana Autori ed Editori) nel caso ad esempio si desiderasse diffondere musica nei locali
  • iscrizione alle associazioni di categoria

Per adempiere a questi ed altri doveri e compiti burocratici e amministrativi è consigliabile comunque affidarsi a un esperto commercialista anche perché le normative in materia possono essere diverse da Comune a Comune oltre che poter subire delle significative variazioni nel corso del tempo.

Servizi alternativi offerti dalle librerie

Una libreria non è solo un luogo dove vendere libri, ma può essere concepito anche come un luogo di incontro e scambio culturale per questo sarebbe importante offrire anche altri tipi di servizi oltre alla vendita di libri che possano catturare l’attenzione del nostro potenziale cliente.

Come già avviene in alcune librerie, si potrebbero promuovere attività quali:

  • presentazioni di libri in presenza dell’autore e di personaggi illustri della cultura;
  • attività di lettura e animazione per i più piccoli;
  • appuntamenti musicali collegati a iniziative ed eventi culturali;
  • reading di poesie;
  • piccoli corsi di aggiornamento nel settore editoriale rivolti a insegnanti;
  • attività di promozione della lettura presso scuole, enti, associazioni;
  • adesione a eventi e iniziative locali e nazionali nell’ambito di attività di promozione della cultura e della lettura;
  • vendita di riviste e giornali;
  • vendita di audiolibri;
  • vendita di cd musicali, dvd, articoli da cancelleria e gadget.

Siti internet da consultare per aprire una libreria

  • Associazione Librai Italiani (Ali)
    Sito dell’Ali dove reperire aggiornate e utili informazioni sulle attività e le iniziative promosse dall’Ali, sulle soluzioni e i vantaggi riservati ai librai soci, sulle attività di formazione e corsi di aggiornamento rivolti a librai; nel sito è possibile inoltre consultare la mappa delle librerie presenti in Italia.
  • Scuola Librai di Orvieto
    Sito della Scuola Librai di Orvieto per la formazione professionale del libraio, fondata dalla collaborazione tra l’Ali, l’Università Ca’ Foscari di Venezia, la Fondazione Centro Studi Città di Orvieto. Nel sito si trovano la descrizione della scuola, i regolamenti e il bando per l’iscrizione al Corso di Alta Formazione in Gestione della Libreria, il programma delle attività, gli enti e le aziende promotori, i docenti dei corsi e le informazioni utili per contattare la scuola.
  • Scuola per Librai Umberto Eco ed Elisabetta Mauri (EUEM)
    Sito della Scuola per Librai che organizza corsi di aggiornamento, seminari e convegni per i librai. Nel sito informazioni sulla Scuola, sull’attività didattica e sui premi promossi per i librai.
  • Sindacato Italiano Librai e Cartolibrari
    Sito del Sindacato Italiano Librai e Cartolibrari che ha l’intento di tutelare la categoria professionale dei librai; nel sito si possono reperire testi di leggi e decreti sull’attività libraria.
  • Mondadori Editore
    Sito della Mondadori Editore dove reperire tutte le informazioni necessarie per sapere come poter aprire una libreria in franchising del Gruppo Mondadori.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *