Pulire pavimenti in marmo

Il pavimento in marmo è una particolare superficie lucida piuttosto resistente, anche allo sporco, e piacevole da vedere, purchè non rimanga opacizzata da aloni vari. Per mantenere pulito il pavimento in marmo dunque è necessario seguire alcuni accorgimenti particolari e la finitura lucida manterrà intatto il suo splendore. Naturalmente, anche a seconda della frequenza del calpestio, il pavimento in marmo andrà pulito e mantenuto il più spesso possibile, altrimenti sarà facile la formazione di aloni e di sporco.

Le operazioni per pulire pavimenti in marmo

Per pulire i pavimenti in marmo occorre seguire alcune regole principali:

  • Spazzare e togliere residui e polvere
  • Lavare con acqua e detergente
  • Asciugare con panni appositi
  • Passare la cera
  • Lucidare.

Pulire pavimenti in marmo

Pulire pavimenti in marmo: scopa o aspirapolvere?

Per spazzare in modo corretto i pavimenti in marmo possiamo utilizzare indifferentemente la scopa oppure l’aspirapolvere: l’importante è che tutti i residui e la polvere siano eliminati a dovere.

L’aspirapolvere tuttavia non va utilizzata per residui troppo grossi, che potrebbero danneggiarla.

La scopa inoltre è più efficace nel raggiungere angoli e punti difficili.

Una combinazione dei due strumenti potrebbe essere l’ideale per eseguire una prima pulizia approfondita.

Pulire pavimenti in marmo: straccio o mocio?

Sul pavimento in marmo il mocio non è molto indicato, poiché tende a lasciare aloni, macchie e talvolta anche graffi.

Utilizzare invece uno straccio o un panno morbido, imbevuto di acqua e detergente, da passare anche più di una volta, è la situazione ideale.

Ricordarsi di utilizzare stracci puliti e di cambiarli frequentemente durante il lavaggio dei pavimenti nei vari ambienti della casa; anche l’acqua nei secchi va cambiata spesso.

Utilizzare due secchi, uno per l’acqua pulita con il detergente e uno dove strizzare l’acqua sporca, è un altro consiglio utile.

Strofinare a fondo mentre si passa lo straccio servirà a togliere le macchie più ostinate e ad evitare gli aloni.

Asciugare il pavimento

Dopo aver lavato il pavimento in marmo, è bene asciugarlo passando un panno morbido o un telo asciutto.

Lasciare porte e finestre aperte, anche di inverno, aiuterà poi l’acqua e l’umidità rimaste ad evaporare in fretta.

Passare la cera e lucidare

Dopo aver lavato e asciugato il pavimento in marmo, saltuariamente occorre ripetere l’operazione di lucidatura: stendere la cera e poi passare la lucidatrice oppure un panno morbido imbevuto di olio di lino, aiuterà a mantenere la finitura.

In alternativa è sempre possibile utilizzare i prodotti autolucidanti o rilucidabili come il “lavaincera”, anche se la prima alternativa è quella più efficace.

Il consiglio è quello di lasciar asciugare per bene il lavaincera prima di camminarci sopra; utilizzatelo dunque prima di uscire di casa per qualche ora; altrimenti si rovinerà subito il lavoro fatto, lasciando impronte e aloni.

Pulire pavimenti in marmo negli angoli e punti difficili

Per arrivare negli angoli, dietro ai mobili (che ogni tanto dobbiamo ricordarci di spostare) e nei punti difficili da raggiungere il consiglio è quello di mollare bastone e straccio e di mettersi in ginocchio, proprio come Cenerentola.

A questo punto, uno straccio imbevuto di acqua e detergente e olio di gomito saranno le uniche armi a nostra disposizione per rimuovere le macchie o il semplice sporco in questi punti solitamente difficili.

Detergenti per pulire pavimenti in marmo: prodotti e soluzioni fai-da-te

Ogni pavimento deve essere pulito tenendo conto del materiale di cui è fatto; ogni tipologia di pavimento dunque avrà il suo metodo di pulizia e anche il detergente più adatto.

A maggior ragione, per ogni tipo di pavimento è possibile ottenere delle soluzioni fai-da-te, economiche e più ecologiche, alternative al detersivo del supermercato, che comunque dovrebbe offrire prodotti specifici per ogni pavimento.

I detergenti per il marmo sono diversi, ma anche le soluzioni fai-da-te ci possono venire in aiuto, seguendo qualche consiglio.

Innanzitutto occorre distinguere fra le tipologie di marmo:

  • naturale: la soluzione più efficace per lavare è sapone di Marsiglia diluito in acqua;
  • chiaro: soggetto ad ingiallire, occorre utilizzare saltuariamente acqua ossigenata diluita, poi da asciugare con cura;
  • scuro: la soluzione migliore è acqua, ammoniaca e detersivo per lavatrice; asciugatura e lucidatura rimangono obbligatorie.

Un detersivo fai-da-te efficace su tutti i tipi di marmo potrebbe essere ottenuto mescolando 3 litri d’acqua, 2 cucchiai di bicarbonato, 5 cucchiai di alcool e scaglie di sapone di Marsiglia.

L’alternativa è un detergente neutro oppure un prodotto apposito di quelli che si trovano sullo scaffale del supermercato.



Tags:

Una risposta

  1. Silie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *