Pulire il parquet

Il pavimento in parquet è una superficie in legno che può essere trattata in vario modo e che conferisce un aspetto molto elegante agli ambienti domestici, oltre a regalare sensazioni tattili particolari e accoglienti. Essendo però caratterizzato da un materiale tanto delicato, il parquet ha bisogno di un occhio di riguardo per essere mantenuto e pulito. E’ il motivo per cui spesso il parquet viene evitato in zone della casa come la cucina e il bagno, anche se non è una regola universale.

Come pulire il parquet

Il parquet è un pavimento difficile da mantenere: è soggetto a fenomeni quali la luce e l’umidità, per i quali potrebbe cambiare colore e/o gonfiarsi o ritirarsi negli anni, ed è sensibile a diverse sostanze che potrebbero danneggiarlo o comunque macchiarlo pericolosamente. Ecco perchè pulire il parquet è una operazione certamente necessaria, ma da eseguire con grande attenzione e competenza: dovete sapere cosa state facendo.

Le sostanze da evitare sul parquet sono i liquidi in generale e in particolare sostanze aggressive come alcool o candeggina e poi sostanze utilizzate quotidianamente in cucina come olio, latte o vino.

Anche l’acqua non è una grande amica del parquet e occorre evitare che venga versata in grande quantità, caso in cui andrebbe asciugata eventualmente con grande celerità per evitare aloni e macchie anche in controluce; tuttavia l’acqua, utilizzata nel modo giusto, può comunque aiutare nella pulizia.

come pulire il parquet

Tipologie di parquet

Esistono diverse tipologie di parquet e per ognuna cambia il metodo di pulizia:

  • Parquet verniciato
  • Parquet cerato (opaco)
  • Parquet laminato.

Come pulire e curare il parquet: consigli generali

Per mantenere intatte le caratteristiche di un parquet il più a lungo possibile e per sporcarlo il meno possibile, ci sono alcune regole generali da seguire che valgono per tutti i tipi di parquet:

  • Tenere sempre uno zerbino all’ingresso per evitare che polvere e residui si trasferiscano dalle scarpe sul parquet
  • Utilizzare pantofole o pattine il più possibile
  • Mantenere una temperatura intorno ai 20°C e un’umidità del 40-50%, con l’aiuto naturalmente di impianti di climatizzazione: il parquet infatti tende a ritirarsi con l’aria secca e a gonfiarsi con l’aria umida; mantenendo temperatura e umidità al punto giusto, si possono evitare spaccature e fenditure pericolose
  • Utilizzare sempre feltrini sotto alle sedie, per evitare che queste possano graffiare il parquet
  • Non utilizzare macchine a vapore che potrebbero danneggiare la superficie
  • Utilizzare scope con frange oppure panni specifici per la pulizia del parquet, che non graffiano e tolgono polvere e residui efficacemente.

Come pulire il parquet verniciato

Per il parquet verniciato le operazioni di pulizia da eseguire sono:

  • Passare frequentemente la scopa con frange, il panno apposito o l’aspirapolvere, per eliminare polvere e residui
  • Passare piuttosto frequentemente un panno soltanto inumidito con acqua non calda (attenzione che troppa acqua è dannosa!) e detersivo non schiumoso, senza alcol e senza ammoniaca (solitamente si trovano prodotti appositi per parquet)
  • Trattare periodicamente il pavimento con prodotti protettivi appositi autolucidanti o rilucidabili.

Come pulire il parquet cerato

Per il parquet cerato, quello opaco per intenderci, le operazioni di pulizia sono:

  • Passare la scopa con le frange, il panno apposito o l’aspirapolvere, come sopra
  • Anche in questo caso, passare un panno soltanto inumidito e con detersivo non schiumogeno
  • Passare periodicamente uno strato di cera protettiva e quindi lucidare il pavimento.

Come pulire il parquet laminato

Il parquet laminato è meno delicato del parquet “nobile”, ma anch’esso rifugge la troppa acqua.

Per pulirlo nel modo corretto occorre:

  • Spolverarlo con una scopa in setole o a panni statici oppure con un’aspirapolvere
  • Lavarlo con panno inumidito appena e con prodotti appositi per il parquet in laminato.

Come rimuovere le macchie dal parquet

Nonostante l’attenzione impiegata per mantenere il parquet il più possibile integro nel tempo, piccoli “incidenti” domestici possono capitare e quindi il rischio di macchiare il parquet è sempre dietro l’angolo.

Tuttavia basta conoscere qualche accorgimento per poter rimediare subito ai danni fatti:

  • Per macchie provocate da vernice, lucido da scarpe, smalto per unghie, pennarello, inchiostro o trucco: utilizzare un panno pulito imbevuto di acetone avendo cura di utilizzarlo solo e direttamente sulla macchia; non utilizzare prodotti aggressivi oppure oleosi come l’acqua ragia;
  • Per macchie provocate da frutta, birra, latte, vino, tè o bibite: asciugare immediatamente con un panno assorbente; oppure utilizzare un panno inumidito se la macchia è già asciutta; infine fregare a secco con delicatezza per non rigare il parquet sottostante
  • Per macchie di sangue o urina: intervenire subito con un panno umido e poi utilizzare un prodotto specifico per il parquet
  • Per macchie di cioccolato, grasso oppure olio: utilizzare un prodotto specifico per parquet.


Tags:

23 Commenti

  1. Cucele Vittorio
  2. Ciccio
  3. morena
  4. Pasquale
  5. VANUSKA
  6. Mirko
  7. Paola
  8. daniele
  9. Ana fernandez
  10. maria blando
  11. maria blando
  12. Simone Biagiotti
  13. Simona
  14. Oscar
  15. Francesca Oliva
  16. Laura
  17. claudia
  18. Giovanni Lattanzi
  19. Diego
  20. carmen
  21. lauria giuseppe
  22. Giovanni Lattanzi
  23. misa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *