Detersivi fai da te per bagno e cucina

Se i detersivi acquistati al supermercato, rischiano di danneggiare la nostra salute, l’ambiente in cui viviamo e anche il nostro portafoglio, è bene sapere che esistono delle valide alternative, più ecologiche, più economiche ma ugualmente efficaci, in particolare per la pulizia del bagno e della cucina.

I detersivi fai da te per bagno e cucina

Per rimuovere lo sporco dai sanitari del bagno e dagli elementi funzionali della cucina, in alternativa ai prodotti commerciali si possono utilizzare soluzioni pulenti economiche e salutari. Si tratta di detersivi fai-da-te, ricavabili da alcuni ingredienti facilmente reperibili in casa e sicuramente ecologici: si tratta dei tensioattivi di origine vegetale, in grado di portar via i grassi dello sporco senza inquinare.

Gli ingredienti che più spesso si trovano nelle ricette di questi detersivi comprendono l’aceto, il bicarbonato, il limone. Ma ce ne sono anche altri, ad esempio come gli olii essenziali, che servono a profumare con fragranze delicate e piacevoli.

Abbiamo già visto come ricavare da questi ingredienti bio, dei detersivi fai-da-te indispensabili per la pulizia più o meno quotidiana della casa; ora ci occupiamo di altre miscele specifiche per diversi tipi di utilizzi, come quelli che riguardano le pulizie più saltuarie, ma comunque necessarie.

Detersivi fai da te per bagno e cucina

Pulire il bagno con detersivi fai da te

I sanitari vanno puliti e igienizzati spesso, perché svolgono una funzione indispensabile, ma si sporcano anche molto facilmente. Le due miscele adatte a pulirli a fondo sono acqua e bicarbonato di sodio, oppure acqua calda e aceto di vino bianco. L’aceto infatti igienizza e aiuta a sciogliere il calcare, anche sui rubinetti; il bicarbonato di sodio invece è detergente, igienizzante e neutralizzante per gli odori.

Attenzione: per le vasche da bagno in metacrilato o resina, il bicarbonato non va utilizzato.

Per rimuovere il calcare dalle griglie rompigetto dei rubinetti, svitarle e metterle a bagno nell’aceto; lasciare agire per un po’ l’aceto, quindi sciacquarle e rimetterle a posto.

Water

Il water va pulito a fondo e frequentemente. Per igienizzarne correttamente l’interno, è utile passare lo scopino imbevuto di acqua e bicarbonato di sodio; in alternativa si versa sullo scopino aceto puro diluito in acqua caldissima e poi si strofina il water.

Sturalavandini fai da te

Spesso è necessario dare una pulita anche agli scarichi di lavandini, docce e vasche da bagno. Tuttavia, se questa operazione si ripete piuttosto spesso (ad esempio una volta al mese), potremmo evitare di intasare le tubature, ottenendo scarichi sempre veloci. Per sturare gli scarichi con un metodo fai da te, che non utilizzi le dannosissime miscele apposite in commercio, occorre prestare molta attenzione, perché si rischia di intasare le tubature invece di liberarle.

Si procede dunque così:

  • preparare una miscela di 150 grammi di bicarbonato di sodio oppure di soda da bucato e 150 grammi di sale da cucina.
  • preparare una pentola di acqua bollente
  • versare la miscela di sale e bicarbonato nello scarico
  • versare immediatamente dopo l’acqua bollente nello scarico. Se l’acqua non viene versata subito, si rischia di intasare le tubature.

Detersivi fai-da-te: bagno e cucina

Pulire il forno con detersivi fai da te

Il forno è un elettrodomestico che all’interno risulta sempre pregno di grassi e di fumi di cottura. Il segreto per evitare lo strato di grasso è pulirlo spesso, oppure scegliere i forni di ultima generazione con sistemi autopulenti. La soluzione da utilizzare per pulire il forno frequentemente è composta da acqua calda in cui viene diluito bicarbonato di sodio, oppure aceto bianco, oppure ancora limone. Spruzzare la soluzione sulle pareti interne del forno, ancora tiepido, lasciare agire qualche minuto e quindi rimuovere la miscela, risciacquando accuratamente.

Forno a microonde

Per pulire il forno a microonde senza usare detersivi chimici, è sufficiente mezzo bicchiere di acqua con aceto oppure con succo di limone in parti uguali:

  • lasciare il bicchiere con la miscela nel forno
  • far partire il forno a massima potenza per 5 o 6 minuti
  • aspettare un paio di minuti
  • rimuovere il bicchiere
  • passare le pareti del forno a microonde con una spugna morbida e inumidita.

Pulire il frigorifero con detersivi fai da te

Per pulire il frigorifero, in modo da neutralizzare anche i cattivi odori, è sufficiente spruzzare aceto bianco o acqua e bicarbonato e poi risciacquare. Per mantenere un buon odore nel frigo, inserire una ciotola con qualche cucchiaio di bicarbonato: la sua efficacia dovrebbe durare circa tre mesi.

Pulire le fughe delle piastrelle con detersivi fai da te

Spesso ci danniamo per trovare una soluzione all’annerimento delle fughe fra le piastrelle di ceramica. Una soluzione efficace per sbiancare le fughe potrebbe essere quella di versare una miscela di percarbonato diluito con acqua (il risultato deve avere una consistenza simile a quella del latte) e di lasciarla agire per una notte intera.

Pulire i mobili con detersivi fai da te

Per pulire i mobili rivestiti in laminato, basta un panno in microfibra da passare dopo aver spruzzato una soluzione di ¾ di acqua e di ¼ di aceto. Lasciare agire la miscela qualche secondo se lo sporco è ostinato. Per i mobili in legno invece l’operazione è più complicata: innanzitutto occorre spolverare con un panno, poi è necessario lucidare le superfici. Per fare ciò, si possono passare diverse soluzioni: prodotti a base di cera d’api vergine, oppure olio di lino, oppure ancora olio di noce per i mobili scuri, oppure infine una miscela di olio d’oliva e succo di limone. Dopo 2 o 3 ore dall’applicazione di queste soluzioni, occorre passare energicamente un panno di lana, che completerà la lucidatura.



Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *