Dentifricio fai da te

La nuova frontiera dell’igiene dentale riscopre gli ingredienti semplici e tradizionali per realizzare dentifrici (e non solo) fatti in casa che sono parimenti efficaci rispetto a quelli commerciali, ma certamente più economici ed ecologici. Impariamo a dire addio agli odiosi tubetti di pasta dentifricia e sorridiamo, smaglianti, al nostro portafoglio che ne avrà un notevole beneficio.

Come produrre dentifricio fai da te

L’argomento del dentifricio fai da te è quantomai scottante. L’igiene dentale è una tema da sempre oggetto di attenzione da parte di pubblicitari e agenti della comunicazione. Non manca mai di assistere in televisione all’inevitabile spot sull’ultimo dentifricio, proposto come miracoloso ritrovato in materia di curie dentistiche, con annessa celebrazione dell’ultimo prodotto in fase in lancio sul mercato

Melensi attori in camice bianchissimo e dai ton i rassicuranti e assoluti propri dell’uomo di scienza ci rassicurano sull’ultima formula esclusiva capace di risolvere una volta e per tutte il fastidioso problema della carie , delle gengive che sanguinano, dell’alito pesante, dello smalto che si sfarina.

Una visita dal dentista ci conferma di solito, l’inutilità o quasi dei prodotti sopraccitati: il bravo medico insisterà soprattutto sul modo di lavarsi i denti, sua frequenza, sull’uso del filo interdentale. Non che ogni dentifricio visto in TV sia necessariamente nocivo e inutile: ma certo l’abnorme diversificazione dei prodotti certo fa sorgere qualche dubbio, e l’affollamento nella sala d’attesa di un ambulatorio odontoiatrico, indulge alle più fosche previsioni.

E si fa strada l’idea che la pasta dentifricia, possa in realtà essere sostituita da altri prodotti, più naturali e a buon mercato, che possono agevolmente essere utili alla bisogna: che è innanzitutto e principalmente, la necessità di tenere puliti i nostri denti.

dentifricio fai da te

Dentifricio fa da te: argilla e bicarbonato

Ad aiutarci nella nostra impresa di realizzare in casa un dentifricio fai da te, ecco presentarsi due aiutanti d’eccezione. Il primo è senz’altro il bicarbonato di sodio, un aiuto fondamentale e non solo per la casa; l’altro è l’argilla, elemento dai molteplici usi e ingrediente davvero immancabile nella cantina del vero autoproduttore.

La ricetta base che proponiamo è davvero molto semplice e non richiede alcuna attrezzatura particolare (solo un barattolo e un cucchiaino di legno)

Dentro un barattolo di vetro si versa dell’argilla bianca (o caolino) fino a riempirlo per tre quarti circa. Ad esso si aggiunge un cucchiaino di bicarbonato e si procede poi a personalizzare il composto attraverso altri ingredienti.

Si può scegliere se aggiungere foglie essiccate e sbriciolate di salvia e menta oppure semi secchi di finocchio ridotti in polvere. Alcuni ricorrono sempre più spesso agli oli essenziali, scegliendo fra essenze antisettiche rinfrescanti e aromatiche.

Si mescola il tutto e si aggiungono chiodi di garofano: il dentifricio così ottenuto durerà per almeno sei mesi. Per utilizzarlo si utilizzerà il cucchiaino, con il quale si verserà la polvere direttamente sullo spazzolino: la tentazione id immergere lo spazzolino direttamente nel barattolo sarà forte, ma dovremo cercare di resisterle, specie se lo spazzolino è bagnato, perché ciò finirebbe per compromettere la stabilità del nostro composto.

Precauzioni d’uso del dentifricio fai da te

In realtà l’uso del bicarbonato di sodio per la pulizia de denti è si consigliato, ma con le dovute avvertenze: il bicarbonato è infatti abrasivo è usato con moderazione, una volta a settimana, pena rovinare definitivamente lo smalto dei denti.

Per lo stesso motivo si è soliti sconsigliare la pulizia dei denti con l’utilizzo di argilla verde, come invece consigliano molti siti web. Insomma, mai come un questo caso, il buon senso è e rimane l’ingrediente principale.

Lucidalabbra fatto in casa

Che senso ha avere denti bianchissimi e labbra ingloriosamente screpolate?

Il trionfo della cosmesi fai da te in questo settore si ottiene con due cucchiai di burro di karitè e un quadratino di cioccolata al latte fondente; si portano gli ingredienti in fusione e si mescolano sino ad ottenere un golosissimo e ottimo lucidalabbra.

Siti internet per approfondire il Dentifricio fai da te

  • Guadagno risparmiando
    non solo denti, in questo sito dedicato a tutto il mondo del risparmio via web.
  • Digi TO
    anche qui il dentifricio fai da te è solo uno degli argomenti trattati. Ma la presentazione è semplice concisa di piana lettura e altrettanto facile realizzazione.


Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *