Scegliere la macchina fotografica compatta

Come scegliere la macchina fotografica compatta? La fotografia è può essere arte o solo passatempo. Il confine tra una cosa e l’altra è una questione molto soggettiva e personale. Con la fotografia ci si può guadagnare da vivere, si può dare vita al proprio estro oppure, molto semplicemente, si possono scattare delle buone immagini da conservare negli album destinati a ricordarci i momenti più belli e significativi della vita, della famiglia e altri eventi interessanti.

Scegliere la macchina fotografica compatta

Scegliere la macchina fotografica compatta

Per orientarsi verso quest’ultima scelta, non serve una competenza specifica di fotografia, né tantomeno un’attrezzatura costosa e sofisticata.

Con l’avvento della fotografia digitale si è andati verso la massificazione delle immagini a tutti i costi, basti pensare alle grandi quantità di immagini scattate da telefoni cellulari, smartphone e da macchine fotografiche tascabili che pesano pochissimo, occupano poco spazio e costano poco.

Per chi non ha pretese professionali è possibile reperire in commercio la macchina fotografica digitale più adatta alle nostre tasche e alle nostre esigenze. Da questo punto è bene partire con alcune considerazioni per non sbagliare l’acquisto, nel senso che a volte, presi dall’entusiasmo perdiamo di vista quello che era il nostro obiettivo e ci ritroviamo con un prodotto che non ci soddisfa.

Per esempio è bene conoscere le caratteristiche principali che differenziano un oggetto da un altro:

Scegliere in base a risoluzione e mega-pixel

Molto importante può essere il numero di mega-pixel, ovvero la caratteristica che determina la qualità delle immagini che andremo a scattare; più alto è questo valore e migliori saranno le fotografie fatte; non necessariamente è consigliabile scegliere il massimo disponibile in commercio, a volte ciò può essere motivo di aumento della quantità di memoria necessaria a registrare le immagini.

La scelta dipende molto dal formato dell’immagine che andremo a stampare. Ad esempio se ci interessa avere fotografie in formato 10 x 15 o 13 x 18 cm. da inserire negli album ricordo non è necessario andare su un valore di mega-pixel superiore a 8/10. Se invece vogliamo ingrandire e fare stampe di dimensioni generose sarà utile scegliere valori alti di mega-pixel, oggi possono arrivare a 14/16.

Da considerare che lavorando alla massima risoluzione dell’apparecchio il file contenente l’immagine diventerà a volte voluminoso e pesante da trasferire dalla scheda di memoria al computer. Ciò comporta due limiti: un minor numero di foto registrabili sulla scheda e un lungo tempo per trasferire le immagini quando sono numerose, soprattutto se il computer non è recente.

Scegliere in base a focale e zoom

Un parametro importante è la focale dell’obiettivo e la capacità dello zoom di cui queste compatte sono dotate: la cosa può interessare o meno durante la scelta, ma se abbiamo intenzione di fare delle riprese ravvicinate, o di fare inquadrature parziali, o fotografare oggetti piccoli (macro) è bene considerare attentamente questo valore.

Ci sono modelli di apparecchi compatti che hanno una focale di partenza di 35mm. e un estensione zoom di 4x o 5x, mentre altri modelli possono avere l’estensione della focale da 25 a 300 mm., con un valore di zoom pari a 12x.

I modelli di maggior pregio arrivano ad avere zoom capaci di 20x. Va sempre distinto il valore riferito a zoom ottico, ottenuto grazie allo spostamento meccanico delle lenti, e zoom digitale, ottenuto per interpolazione dei pixel, che equivale all’azione di ingrandimento fatta via software con i programmi di elaborazione fotografica dei computer.

Scegliere in base a peso e dimensioni

Altro fattore importante è il peso e la dimensione dell’apparecchio. Chiaramente più l’oggetto è piccolo e leggero e minori saranno le possibilità di avere caratteristiche particolari che desideriamo. E’ utile considerare questo fattore quando si desidera avere, ad esempio, un apparecchio tascabile, piccolo e leggero da avere sempre a portata di mano, che sostituisca lo smartphone per avere immagini nettamente migliori, anche se ciò va a scapito delle caratteristiche tecniche, che non saranno molto elevate.

Scegliere in base al prezzo

Il fattore determinante può infine essere il prezzo, se non vogliamo spendere cifre eccessive i modi ci sono: possiamo fare una ricerca mirata e comparativa attraverso i vari portali dedicati allo scopo, come Kelkoo, ShoppyDoo, Idealo o Trovaprezzi. Per iniziare la ricerca è bene avere le idee chiare di ciò che vogliamo, altrimenti si rischia di fare confusione e di non capire cosa stiamo cercando.

Troveremo modelli che partono da prezzi intorno ai 50€, con caratteristiche tecniche di fascia bassa. Macchine prodotte da Nikon, Canon, Kodak, Fuji, Samsung e altri hanno una risoluzione che va da 3 a 10 megapixel, con una focale paragonabile a 35mm. ed uno zoom da 4x. Sono macchine veramente leggere e compatte, non molto sofisticate, le vere tascabili. In questo ordine di prezzo si trovano anche molti apparecchi digitali per bambini, con le cover in plastica dai colori, forme e design molto divertenti.

Volendo salire qualitativamente aggiungeremo qualche decina di euro al nostro budget per alzare la definizione fino a 14/16 megapixel, ma se vogliamo salire con la qualità delle ottiche e la maggiore estensione dello zoom ottico dobbiamo avvicinarci al nostro limite di spesa.

Infatti tra i 150 e 200€ troveremo apparecchi ben progettati, costruiti con materiali resistenti e leggeri, con un buon numero di programmi automatici di esposizione, sistemi anti vibrazione, flash automatico , zoom dai valori elevati che arrivano a 15x e una completa gamma di dispositivi che ci permettono di accendere velocemente la camera, inquadrare e scattare senza mai sbagliare una sola immagine, almeno in fatto di luce ed esposizione. Rimane solo la personale incombenza dell’inquadratura, quella che fa la differenza tra una fotografia e una bella immagine

Alcuni modelli sono molto gradevoli da guardare, altri originali e belli da esibire. Alcune case puntano sulla elevata qualità delle ottiche a corredo, come ad esempio Panasonic che monta ottiche Leica, da sempre nome di primo piano in fatto di qualità, oppure Nikon con le famose ottiche Nikkor, o ancora Olympus, Rollei e Casio, le cui ottiche sono molto valide.

In sostanza il mercato degli apparecchi fotografici compatti offre migliaia di modelli per tutti i gusti e tutte le tasche, l’unica vera difficoltà sta nel saper scegliere il modello giusto, che sia adatto alle nostre esigenze, e che ci permetta di non sprecare preziosi denari.

Per esigenze più sofisticate o professionali è meglio rivolgersi ad altre tipologie di apparecchi fotografici, quali le fotocamere bridge, le mirrorless o le professionali reflex.

In conclusione

Va tenuto presente che la differenza di prezzo tra i vari siti di commercio on-line è molto evidente e per lo stesso articolo questo varia in modo significativo da un sito all’altro. Possiamo prendere nota dei nomi dei modelli di nostro interesse e vederli fisicamente nel più vicino megastore di prodotti elettronici.

Potremo così vedere, toccare e valutare l’oggetto o gli oggetti che stiamo pensando di acquistare. A volte sui modelli non recentissimi o usciti di produzione si possono trovare ottime offerte con prezzi molto scontati anche nei centri commerciali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *