Come scegliere il decoder tv

L’era in cui viviamo, oramai da qualche anno, è l’era della digitalizzazione, caratterizzata da soluzioni sempre più innovative nella produzione e nel consumo dei segnali audio-video. Di seguito prenderemo in esame le caratteristiche di questi apparecchi che servono per trasmettere i segnali audio/video in formato digitale. Valuteremo anche le novità del settore e i vantaggi che gli utenti otterranno dall’installazione di un decoder a casa propria.

Decoder TV

La funzione del decoder consiste nel decodificare e trasformare i segnali digitali, provenienti da un satellite, in immagini e suoni digitali. Tra i vantaggi offerti da questo apparecchio c’è la possibilità di avere a dispsizione una scelta più ampia di canali televisivi posizionando più canali sulla stessa frequenza, diversamente da quanto permesso dal sistema analogico, in cui ad ogni frequenza corrisponde un solo canale.

I vantaggi offerti dal decor sono quindi chiarissimi: gli utenti possono avere un’offerta televisiva molto più ampia di quella tradizionale e in più il formato digitale offre immagini e suoni di qualità superiore e senza disturbi. I decoder di ultima generazione sono costituiti da uno slot dove si inserisce la smart card ( la quale dopo aver pagato un abbonamento consente di accedere ai programmi delle pay tv), una doppia presa scart per poter collegare anche un secondo apparecchio, ad esempio un videorigistratore; l’ingresso per l’antenna ed un’uscita audio coassiale per avere un audio ad alta definizione.

Per quanto riguarda il software i decoder sono facili da installare perché già dalla prima accensione è possbile selezionare e memorizzare i canali seguendo un’apposita guida. Il numero di canali memorizzabili supera di molto quelli che è possibile memorizzare con il televisore tradizionale e, grazie all’aggiornamento automatico, è possibile tenere sempre aggiornato sia il software che i canali presenti sul decoder.

Scegliere il decoder tv: ecco tutte le tipologie

I decoder sono essenzialmente di due tipi: quelli per la tv via satellite e quelli per il digitale terrestre. Molti di voi si chiederanno se usando un decoder satellitare possono usufruire anche del digitale terrestre e viceversa. La risposta a questo dubbio purtroppo è negativa perché si tratta di due sistemi che, apparentemente simili, funzionano in modo diverso. Infatti il decoder satellitare è in grado di decodifcare solo i segnali del satellite e il secondo funziona solo con le frequenze del digitale terrestre. A questo punto cerchiamo di scoprire insieme quali sono le principali differenze tra i due decoder. Innanzitutto il decoder satellitare funziona solo in abbinamento ad un’antenna parabolica.
L’antenna parabolica capta il segnale del satellite e lo trasmette al decoder che lo trasforma in immagini e suoni. Questo è il decoder scelto da chi vuole godere degli spettacoli della pay tv, cioè film, sport e altro disponibili pagando un abbonamento. Quindi, se non prevedete di abbonarvi a Sky, il decoder satellitare può risultare inutile mentre il digitale terrestre sfrutta il segnale che proviene dall’antenna anlogica.

Il digitale terrestre però offre anche una serie di programmi non a pagamento, oltre a quelli nazionali, contrariamente a quanto accade con il decoder satellitare. Basta acquistare una smart card prepagata per poter accedere anche ai canali di pay-per-view, il cui costo viene scalato dal credito della carta. Quindi non c’è bisogno di abbonarsi perché i canali, tranne quelli in pay-per-view, sono completamente gratuiti.

Da questo si evince che il digitale terrestre non permette di vedere i canali del satellitare e viceversa, ad eccezione dei programmi nazionali. L’offerta di canali del satellitare fanno capo a Sky e quindi si possono vedere solo con l’abbonamento, mentre per il resto i due decoder offrono le stesse funzioni, tra cui la possibilità di registrare i programmi preferiti, bloccare alcuni canali e personalizzare il menu.

Accessori del decoder

Gli accessori sono di solito identici sia per il decoder satellitare che per il digitale terrestre. Acquistando un decoder, nella confezione troveremo una presa scart per collegarlo al televisore, il telecomando e il manuale d’istruzione. Occorre tuttavia fare delle precisazioni; se acquistate un decoder satellitare dovete dotarvi anche di un’antenna parabolica, nelle misure standard che sono di 60 e 80 centimetri e farla installare da un tecnico specializzato, il quale dopo averla montata, la orienterà in un certo modo secondo un angolo preciso per far in modo che si ricevano i canali.

Inoltre tutti i canli visibili su questa piattaforma sono passati a Sky quindi non si possono vedere gratuitamente a meno di fornirsi di una smart card apposita che si ottiene sottoscrivendo una delle tante forme di abbonamento disponibili.

Il digitale terrestre invece non richiede l’acquisto dell’antenna parabolica perché per accedere all’offerta di canali digitali è sufficiente collegare la presa scart e l’antenna. La scheda di solito è inclusa nella confezione e prevede circa 25-30 euro di credito precaricato.

Perchè scegliere un decoder televisivo

La scelta del decoder dipende da quanto vi piacciono i programmi trasmessi sulla tv via cavo. Visto che oramai la tv ci offre programmi poco interessanti e piuttosto ripetitivi molte persone optano per l’acquisto del digitale terrestre perché i programmi in digitale, sia terrestre che satellitare sono molto più numerosi e quindi in grado di soddisfare le esigenze di una fetta maggiore di pubblico.

Se siete appassionati di sport vi troverete quasi costretti ad acquistare un decoder perché oramai tutto lo sport è passato su queste piattaforme. Il calcio ad esempio appartiene tutto a Sky e potete seguirlo abbonandovi, optando quindi per il decoder satellitare. Tuttavia anche il digitale terrestre offre la possibilità di seguire le partite di calcio ma se vi piacciono anche altri sport, quali tennis, pallavolo, basket, senza dubbio è Sky ciò che fa al caso vostro.

Il digitale terrestre offre una ricca scelta di programmi per i più giovani: cartoni animati e telefilm. Boing poi trasmette programmi per ragazzi 24 ore su 24 e Sky dal canto suo offre canali come Disney Channel e Fox e numerosi sono anche i film appena usciti nelle sale cinematografiche.

Sky è stato il primo ad offrire una scelta di canli tematici così ampia e la programmazione di film in prima visione ma il digitale terrestre si è subito difeso mettendo a disposizione degli utenti Mediaset Premium e La7, trasmettendo anch’esso molti film di qualità. Se i programmi trasmessi sulle reti nazionali vi hanno stancato è il caso di valutare l’eventuale acquisto di un decoder.

Quale decoder scegliere

Prima di scegliere un decoder chiedetevi che cosa volete vedere e che uso ne volete fare. Se siete persone eclettiche e avete gusti variegati vi consigliamo di scegliere Sky per poter vedere film, documentari, programmi educativi, cartoni animati e canali musicali, tutti disponibili sul colosso di Murdoch. Unico ostacolo è il prezzo da pagare per sottoscrivere l’abbonamento, che si aggira intorno ai 55 euro al mese e che quindi potrebbe essere un deterrente per molti.

La soddisfazione derivante dall’acquisto di un decoder ovviamente dipende dalle aspettative personali. Il decoder per il digitale terrestre permette di vedere programmi che la normale tv via cavo non trasmette più, come il calcio e i film in prima visione. La programmazione diventa sempre più completa sia su mediaset Premium che su La7. Di solito prima dell’inizio di un evento vengono proposti dei pacchetti come Champions League, la stagione classica, il gande fratello o una serie tv completa di tutte le puntate.

Il digitale terrestre è di sicuro molto più conveniente della tv satellitare, perché non c’è bisogno della parabola, si paga solo quello che si vede e non c’è un abbonamento fisso; i programmi poi sono tuti free; con Sky invece si deve pagare un canone mensile anche se non si vede nulla, anche perché nessuno riuscirebbe a stare tutto il giorno davanti alla televisione a guardare tutti i programmi e sfruttare così l’abbonamento per intero.

Aziende produttrici

Relativamente alle marche dei decoder non sono molte le osservazioni da fare. Tuttavia, per quanto riguarda la tv via satellite il decoder che vi consigliamo è quello che viene fornito sottoscrivendo l’abbonamento. Inoltre vi consigliamo anche di fornirvi del decoder, ugualmente fornito da Sky ma leggermente diverso, per poter vedere la programmazione in Hd

Il decoder digitale terrestre è molto funzionale, interattivo e si aggiorna da solo; utilissimo per poter partecipare ai giochi che compaiono drante le trasmissioni. I modelli prodotti da Philips presentano un design più carino e meno “caldi” (in senso fisico) dei modelli I-can. I decoder I-Can infatti si surriscaldano molto facilmente e non hanno un display che permetta di vedere il canale su cui si è sintonizzati; inoltre non tutti i decoder di questo tipo sono interattivi.

Esistono in commercio dei modelli che non prevedono questa finzione quindi prima di acquistarlo è meglio chiedere al negoziante. In linea di massima tutti i modelli in commercio supportano le funzioni di base per il collegamento e alcuni sono in grado di aggiornare da soli software, frequenze e canali.

Dove acquistare il decoder

I decoder oramai si possono acquistare in tutti i grandi centri di elettronica perché sono diventati oggetti di uso comune. Dopo aver scelto la piattaforma della quale vorrete usfruire dovete solo aspettare che un tecnico vi installi l’impianto nel caso si tratti di Sky , oppure andare a casa e sistemare il vostro decoder accanto al televisore. Potete acquistare il vostro decoder anche nei negozi di installazione di antenne pertanto trovarne uno non sarà difficile.

Anche in rete troverete molti negozi che vendono decoder ma l’acquisto on line è consigliato solo a chi opta per il digitale terrestre; chi invece vuole abbonarsi a Sky troverà offerte vantaggiose sul sito dell’azienda, pronta a soddisfare le esigenze di tutti i clienti e a fornirvi tutto il necessario per usufruire del servizio e a vostra disposizione anche solo per rettifcare o sottoscrivere l’abbonamento.

Concludendo si può affermare che la tv digitale è la tv del futuro anche perché la legge Gsparri prevede l’oscuramento del segnale analogico tra qualche anno, pertanto anche contro la nostra volontà saremo costretti ad acquistarne uno. In ogni caso si tratta di prodotti validi.

Migliori marche di decoder

  • Amstrad
    Il nome Amstrad vuol dire Alan MIcheal Sugar Trading e deriva dal nome di Sir Alan Sugar che nel 1968 la fondò. Attualmente è una delle principali produttrici di sistemi video, audio e digitali dopo essersi occupata del setore dehli Home Computers durante gli anni ’80. Produce soprattutto decoder interattivi in collaborazione con Sky e Amstrad Italia ed ha sede a Londra.
  • Mediaset
    Mediaset è un’azienda molto affermata nel nostro paese grazie alla fitta rete di vendita, propone e vende prodotti di qualità e con certificazione ISO9000/2000 per ricevere segnali digitali, via satellite e digitale terrestre. Molto efficiente è anche il servizio di assistenza e consulenza che può garantire ai propri clienti risposte e soluzioni in tempi rapidissimi
  • Philips
    Il nome completo dell’azienda è Royal Philips Eletronics e, fondata nel 1891 dal fratelli Philips è attualmente un leader indiscusso nel settore dell’elettronica. Inizialmnte producevano lampadine elettriche ma oggi operano in vari settori come technology, lifestyle e healthcare. Il loro motto è “Sense and Simplicity” che rende evidente la loro attenzione per il design, la qualità e l’utilità dei prodotti. Dispone di diversi decoder per la tv.
  • I-Can
    Questo marchio appartiene a Advanced Digital Broadcast (ADB) e fornisce molti prodotti per la televisione digitale di alta qualità come set-box che sfruttano la tecnologia MHP e processori con prestazioni molto alte. I box sono dotati di collegamenti standard per la tv, videoregistratore, amplificatore e notevoli capacità di memoria. Questa azienda distribuisce i propri prodotti attraverso I-can oppure uilizzando altri marchi del settore.
  • Nokia
    L’azienda Nokia, nata nel 1865 nella zona circostante l’omonimo fiume è una delle principali produttrice nel settore della mobilità come videofonini, telefonini ed apparecchiature per le telecomunicazioni. Lo slogan di Nokia (connecting people) riassume in modo efficace la mission aziendale che consiste nel introdurre nuovi modi per scambiare le informazioni per mezzo di prodotti tecnologicamente innovativi; ne è un esemopio lo standard Bluetooth. Fra gli altri prodotti ci sono anche decoder per la tv e set top box.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *