iPod Apple: modelli e caratteristiche

Ipod: una stirpe di lettori multimediali mp3 che vanta numerose generazioni e una schiera di imitatori. Poter ascoltare in qualsiasi momento le tue canzoni preferite e portarle sempre con te in ogni posto è reso possibile tramite lettori mp3 ed Ipod. Si tratta di piccoli dispositivi che è possibile ricaricare con tutte le canzoni che si vuole, passandole facilmente dal proprio pc al lettore. Ascoltarle è altrettanto semplice, inserisci le cuffie nelle orecchie e premi play! La tua personale collezione musicale è subito a tua completa disposizione.

ipod

Gli Ipod Apple hanno avuto una lunga a travagliata evoluzione che li ha portati poi ad essere all’avanguardia nel settore, consentendo inoltre la riproduzione di video ed esprimendo il proprio genio in diversi modelli sempre più originali.

C’è chi sul mercato cerca di riprodurli o rubargli la scena, ma pare proprio che non ci riescano più di tanto. I consumatori paiono fidarsi di un nome che garantisca i prodotti, ripercorriamo dunque le tappe che hanno reso così famosi gli Ipod ‘con la mela sopra’.

Nasce iPod

Quando nel 2001 la Apple lanciò sul mercato la primissima versione del suo Ipod, in quanti avrebbero scommesso sul suo futuro successo? Questo Ipod arcaico di prima generazione, poteva contenere appena 1000 canzoni mp3, aveva uno schermo monocromatico ed era compatibile solo con i sistemi Macintosh (abbreviato MAC-famiglia di personal computer targata Apple, facilmente distinguibile tramite l’icona a forma di mela ).

Si trattava di una versione molto limitata, nella quale difficilmente si sarebbero potute scorgere le attuali potenzialità del prodotto. Una caratteristica portante era però già presente, la classica rotella scorrevole tramite la quale si viaggia nei menù. Essa è di sicuro molto comoda e permette di selezionare le canzoni ed avviarle, utilizzando semplicemente un dito.

Da questo primo modello ai successivi, il passo fu breve. Si avvertì la necessità di provare nuovi materiali, alleggerire il supporto e renderlo disponibile in diversi colori (e non più solo bianco come il primo Ipod). Nasce così la seconda generazione nel 2002. Essa vede una rotella fissa composta di tasti e due nuovi Ipod da 10 e 20 GB. Ma l’innovazione sicuramente più importante è che per la prima volta gli Ipod Apple sono compatibili anche con Windows.

La terza generazione (aprile 2003) consiste nell’introduzione sul mercato di tre dispositivi sostanzialmente simili che differiscono unicamente per capacità: 10, 15 e 30 GB. I pulsanti furono per la prima volta retroilluminati , dimensioni e peso dell’Ipod si ridussero leggermente, e fu introdotto il formato Aac. Ed è proprio l’introduzione di questo formato che diede il via ad un altro elemento caratterizzante gli Ipod Apple, l’essere abbiato a Itunes.

Quest’ultimo è un programma che consente di scaricare musica in formato digitale direttamente da internet, a seguito del pagamento di piccole somme di denaro. Il formato Aac è proprio quello delle canzoni protette dal copyright Itunes, che può vantare un vastissimo archivio in costante aggiornamento.

La quarta generazione nasce nel 2004. Ha un display più luminoso ed un’autonomia pari a 12 ore di musica. La Apple decise in questo caso di abbassare i prezzi dei suoi prodotti per favorirne l’ambia diffusione nel mercato.

Decisiva è la quinta generazione, lanciata nell’ottobre 2005. In essa sono implementati i video, ed è questo un cambiamento che segnerà un incremento decisivo delle vendite. Il grande pubblico non si accontenta più solo di un lettore mp3 che appare ormai obsoleto, pretende innovazione e la trova nel poter inserire anche i video nel proprio Ipod. Il display è più ambio rispetto ai modelli precedenti (pari a 2,5 pollici) .

Viene commercializzata la versione da 30 e 60 GB, in particolare viene prodotta un edizione speciale firmata U2. Alla band irlandese è infatti dedicato un Ipod nero (30GB) con rotella rossa, sul cui retro sono improntate le firme di Bono Vox e soci. Ma l’azienda Apple, sempre scrupolosa ed avida di clienti, modifica anche questa versione ed aumenta la definizione, la luminosità la capacità (sino a 80 GB) e la porta sul mercato a 399 euro.

Ma l’Ipod, arrivato alla veneranda sesta generazione, guarda con nostalgia al passato.

Si decide di riprodurre un Ipod Classic, simile al suo antenato nelle forme, ma rinnovato nei contenuti. Questo tuffo nel passato costa ai nostalgici, tanto cari all’azienda Apple, prezzi compresi tra i 249 ed i 349 euro! Forse un po’ troppo, ma non sta a noi giudicare!

Altri modelli di iPod

Parallelamente all’Ipod che rappresenta stilisticamente lo stile Apple classico, sono stati introdotti nel mercato altri modelli. Essi vanno trattati a parte per non creare confusioni. Innanzitutto, come non citare il simpatico Ipod Shuffle?

Grande quanto una confezione di gomme da masticare, venne introdotto come alternativa più economica agli altri Ipod. Per questa ragione fu eliminato il display, dunque l’unico modo di gestire le canzoni è tramite la solita rotellina con i tasti minimi. Questo pezzo, avviato nel 2005-parallelamente alla quinta generazione- pesava solo 22 grammi e si rese dunque ideale per gli sportivi che potevano portarlo agevolmente con loro. Sempre per essere più competitivi, vengono ideati gli Ipod nano.

Questi Ipod, più economici e di dimensioni ridotte, avevano uno schermo di 1.5 pollici e potevano anche salvare al proprio interno fotografie. Furono distribuiti in versione 1-2-4 e 6 GB, con prezzi che potevano variare da un minimo di 149 ad un massimo di 249 euro. Dai colori accattivanti(verde-rosa-nero-argento) e dai prezzi tutto sommato permissivi, questi Ipod trovarono, ed hanno ancora oggi, larga diffusione tra i giovanissimi.

Diffusione dei lettori mp3 e Ipod: pro e contro

Ideali per un regalo di natale, speciali per un San Valentino, preziosi per un compleanno, ma anche bello sfizio per se stessi… insomma, adatti ad ogni occasione! Questi lettori di musica sono talmente diffusi che pare quasi un crimine non possederne uno.

Un po’ come quando accadde per i telefonini, lettori mp3 ed Ipod sono entrati di buon titolo tra gli ‘essenziali’. Se fare a meno della lavatrice sembra una disgrazia, pensate un po’ ad una vita senza musica, televisione o computer… per molti giovani e non, anche solo pensare ad un ipotesi simile pare un incubo!

Il proprio Ipod va viziato e coccolato come se fosse un cagnolino! Sono disponibili sul mercato una vastissima gamma di accessori, a partire da astucci in silicone (per proteggere il lettore da fastidiosissimi graffietti) sino ad arrivare a ciondoli di ogni genere da appendere come semplice e pura decorazione.

Come rinunciare ai tanti piccoli lussi della vita quotidiana?

Svegliarsi la mattina, prepararsi, mettere le cuffie e scendere di casa. La colazione si, può capitare che si salti, ma andare a scuola senza la musica nelle orecchie non deve mai accadere! Anche perché semmai dovesse capitare un ora di sostituzione(ma anche non) un po’ di musica è essenziale per sopravvivere a quelle lunghissime 5 ore! Ma non solo, anche in palestra, in ufficio, al supermercato, ecc. Ogni posto è adatto ed ogni momento è quello giusto, una compagnia fidata e sempre disponibile(batteria carica permettendo).

iPod e i danni all’udito

Ebbene si, non solo le sigarette nocciono gravemente alla salute. E’stato appurato che l’utilizzo eccessivo di dispositivi quali Ipod e lettori mp3 vari, può danneggiare l’udito.

La Apple, temendo l’arrivo di piogge di querele, si è subito avviata in mosse difensive. Allo scopo di proteggere i proprio interessi, ha inserito on line un dispositivo da scaricare ed installare autonomamente negli Ipod. Esso limita automaticamente il volume cosicché non raggiunga mai livelli eccessivi che possono danneggiare il timpano, è dunque utile. Ma in quanti lo utilizzano? Sono certamente molto poche le persone che ne sono a conoscenza.

Non si parla molto di questi problemi, certo non te lo dice il commesso del negozio che deve venderti l’Ipod che devi regalare a tua nipote! E’ dunque consigliabile prestare attenzione in prima persona, soprattutto per i bambini che hanno già un loro Ipod. Evitate l’utilizzo per un tempo prolungato ed evitate di alzare eccessivamente il volume. Qualche piccolo accorgimento è sufficiente per evitare probabili fastidiosi problemi.

Futuro degli Ipod

Forse potremmo dire che il futuro non è poi tanto lontano. Nel vedere piccoli gioielli di tecnologia come quelli che si stanno diffondendo ultimamente, pare quasi di essere finiti per sbaglio di una trentina di anni in avanti senza rendercene conto! Il futuro degli Ipod sembra esprimersi ai massimi livelli nel nuovissimo modello Ipod Touch.

Caratteristica basilare è lo schermo sensibile al tatto, mai provato prima d’ora per un lettore musicale.

Altezza: 110 mm
Larghezza: 61.8 mm
Profondità: 8 mm
Peso: 120 grammi
Supporta diversi tipi di formati Audio e Video e garantisce un autonomia di 22 (benché solo 5 di riproduzione video).

Una grande innovazione è il software iTunes WI-FI Store, che garantisce l’accesso ad un portale interattivo dalla quale scaricare musica e video direttamente dal proprio Ipod Touch. E’ stato anche ideato un Iphone (diffuso unicamente già in Francia, Inghilterra e Germania) giusto compromesso tra la tecnologia dei telefonini e la musica degli Ipod, tutto in un solo strumento. La parte del telefonino sarà utilizzabile tramite tariffe mensili prestabilite in concomitanza con le compagnie telefoniche locali. Ma per avere questo gioiellino in Italia dovremmo pazientare ancora un po’!

Approfondire iPod

  • Apple iTunes
    sito ufficiale Apple iPod
  • Manuale iPod
    Guida Utile per le prime volte col vostro Ipod
  • Amazon mp3
    Per scaricare la musica da AmazonMP3 (sito concorrenziale con Itunes)
  • Itunes 7.5
    Per scarica gratis Itunes 7.5
  • MelaBlog
    Ulteriori informazioni su Iphone


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *