Cd e DVD vergini

CD e DVD vergini. I CD e i DVD sono prodotti tecnologici ai quali spesso affidiamo il delicato compito di conservare dati preziosi e ricordi. Vanno quindi scelti con la massima cura alla qualità, di modo che non si deteriorino. Continua a leggere per saperne di più e per sapere quali sono le maggiori aziende produttrici.

cd e dvd vergini

Perché si ha bisogno di acquistare Cd e DVD vergini?

Muovendosi nel mondo digitale, uno dei principali problemi nei quali prima o poi ci si imbatte, tanto per gli appassionati di fotografia, quanto per quelli di musica e video, è quello della conservazione dei file di archivio.

CD e DVD vergini, nuove forme di archivio
Parlando nello specifico dei fotografi, va ricordato che nel caso dei vecchi supporti, ossia diapositive, stampe e pellicole negative, pur essendo queste molto sensibili a fattori ambientali come temperatura ed umidità, nonché soggette all’attacco di muffe e funghi, resta vero che esse potevano comodamente venire riposte in plasticoni e scatole. Era sufficiente tenerle al buio e in luoghi ben asciutti per garantire loro una buona conservazione per parecchi anni. Passando al settore musicale, lo stesso discorso valeva per i dischi in vinile.

CD e DVD vergini, salvezza dei dati digitali?
I moderni file digitali, non importa che essi siano immagini, musica o film, sono invece del tutto immateriali. Questo da un lato fa si che si che non siano sensibili agli agenti esterni che danneggiano invece le pellicole, quali appunto l’umidità e i funghi. Dall’altro lato è purtroppo una realtà ormai assodata che ad essi sono invece molto esposti e sensibili proprio quei supporti materiali sui quali i file digitali devono essere registrati per poterli poi archiviare in un luogo che non sia il disco rigido del computer. Di solito essi vengono infatti immagazzinati sugli hard disc del proprio PC fino a che non diventano talmente numerosi da richiedere il loro trasferimento altrove, o l’acquisto di un altro disco rigido. Per questo fine di immagazzinamento si usano quindi CD o DVD vergini che vengono poi masterizzari con le varie informazioni che vogliamo conservare. Il problema sta però nel fatto che si è recentemente verificato come questi ultimi non abbiano certo una durata eterna; anzi, sembra proprio che abbiano una tenuta molto minore rispetto a quanto si era stimato anni fa.

Masterizzare e conservare CD e DVD vergini

Una volta che sia stato masterizzato, la durata di un CD (o di un DVD) è strettamente legata a molteplici fattori tra i quali indubbiamente i più importanti sono il tipo di supporto vergine usato e la sua conservazione successiva alla masterizzazione. Di certo vale la pena di fissare alcune regole di base per il corretto acquisto di cd e dvd vergini destinati a conservare i nostri preziosi dati.

L’importanza della marca dei CD e DVD vergini

Anche se può sembra banale ripeterlo ancora una volta, è ovvio che acquistare un supporto vergine di ottima (o massima) qualità garantisce sicuramente una superiroe affidabilità della masterizzazione oltre a una durata maggiore nel tempo della registrazione. Non è poi superfluo ripetere, fosse anche fino alla noia, questo concetto perché spesso capita di vedere in giro archivi di dati, a volte anche molto importanti o preziosi, che vengono affidati a mucchi di DVD comprati chissa dove e senza alcuna marca. State certi che è meglio preferire sempre supporti prodotti e marchiati da note case produttrici e di qualità certificata. Tra essi si segnalano di certo i Verbatim, anche se non sono naturalmente gli unici a garantire standard di affidabilità molto alta.

Il richio dei CD e DVD vergini anonimi

Vi sconsiglio fortemente di comprare quei CD e quei DVD vergini del tutto anonimi, senza alcun marchio e senza scritte di produzione, marcati solo con improbabili nomi di produttori ignoti a tutti.

Come masterizzare bene Cd e DVD vergini

La gestione ideale di un archivio digitale prevede di fare sempre due copie uguali dello stesso blocco di file, magari usando due masterizzatori diversi tra loro e impiegando CD (o DVD) vergini di produttori diversi. Ovviamente se si dispone di un solo masterizzatore, dando per certo che esso sia in ottima efficienza e presumendo che lo stesso non abbia già masterizzato qualche decina di migliaia di copie, è necessario fare sempre due copie dello stesso gruppo di file utilizzando supporti vergini di marche diverse.

Tutta questa cautela può sembrare esagerata, ma ricordate che in gioco ci sono le vostre immagini, la vostra musica e i vostri film preferiti; se ritenete che siano importanti per voi concorderete sul fatto che nessun accorgimento è superfluo per garantirne la durevole sopravvivenza. Le due copie cosi fatte andrebbero poi conservate in luoghi diversi, magari una in casa e l’altra in ufficio, naturalmente tenendole in ambienti asciutti, ne troppo caldi ne troppo freddi. Ovviamente ciascun Cd (o DVD) deve essere collocato nelle apposite custodie in plastica rigida a scatoletta, tenendolo possibilmente al buio. Evitate le semplici custodie in carta a bustina o quelle a sacchetto in materiale plastico trasparente. Come viene ampiamente chiarito dai vari disegni di avvertimento che sono riportati su tutte le loro custodie, tanto i CD quanto i DVD devono essere maneggiati con massima cura. Nonostante la loro materialità, essi sono estremamente fragili e sensibili alle sollecitazioni meccaniche.

Vanno maneggiati senza mai piegarli, neppure leggermente, senza mai posarli su delle superfici di alcun tipo, senza mai esporli a sorgenti di calore o alla diretta luce del sole; mai metterli su termosifoni o stufe accese, ed evitare urti violenti. Quando essi vengono estratti dalle loro custodie rigide in plastica è necessario fare grande attenzione a non forzare il CD (o il DVD) nell’azione di sollevarlo per sganciarlo dal blocco centrale. L’azione di piegarlo verso l’alto afferrandolo per i bordi può risultare dannoso se non deleterio. Una corretta manovra di estrazione prevede che venga invece premuto il blocco centrale con un dito, in maniera tale da allentarne la stretta e liberare in questa maniera il CD (o il DVD) senza flessione del supporto. Solo a quel punto, una volta liberato, esso può essere sollevato e sfilato con sicurezza.

Cd e DVD vergini: dove acquistare in sicurezza

Anche questa può sembrare una domanda banale e molti risponderanno che si può acquistare dei Cd e DVD vergini ovunque si vendano. Sembra elementare ma non lo è. Andiamo a vedere perché. Se è vero che i CD e i DVD vergini possono essere acquistati tramite diversi canali, essi sono pur sempre riassumibili in alcune categorie generali. Acquisto on line dei Cd e DVD vergini presso negozi virtuali, on line su ebay, in negozi specializzati, nei punti vendita elettronica dei grandi centri commerciali. Chi fosse titolare di una partita iva può includere nell’elenco anche l’opzione di acquisto presso grossisti specializzati in materiale elettronico, fotografico e informatico, luoghi nei quali il risparmio è evidente. Si tratta però di una strada non percorribile dal comune privato. Ovvio che tra negozi reali e negozi virtuali il risparmio c’è ed è più evidente in questi ultimi, ma ci vuole anche più cautela nella scelta.

L’acquisto on line di CD e DVD vergini presso negozi virtuali, anche se collocati all’estero, offre indubbiamente notevoli risparmi, ma bisogna essere cauti per scegliere quelli davvero affidabili e soprattutto prestare molta attenzione nel valutare attentamente le spese di spedizione. A proposito di questo fattore, ossia le spese di spedizione, vale la pena far notare come alcuni siti di questo genere offrano on line la possibilità di calcolare con certezza i costi di invio dei Cd e DVD vergini, come accade per l’americana B&H, solo per fare un esempio. Il rischio al quale siete infatti esposti è quello di comprare 20 euro di materiale, risparmiandone magari anche 10 rispetto ad un negozio normale, salvo poi scoprire che ne dovete spendere 20 di spedizione.

L’acquisto presso negozi di San Marino è facile e sicuro e riserva ancora certi vantaggi in relazione all’Iva. Al contrario l’acquisto dei Cd e DVD vergini in paesi dell’unione europea non offre ventaggi fiscali ma non presenta problemi di sorta. L’acquisto negli Stati Uniti richiede regolare sdoganamento e il pagamento di un dazio e dell’IVA, che ammontano all’incirca al 26% del prezzo di acquisto. Un’altra interessante possibilità di acquisto on line è quella offerta da Ebay e dai similari siti di aste su internet, ma qui ci vuole davvero grande cautela e molta esperienza. I falsi e le contraffazioni dei Cd e DVD vergini sono davvero all’ordine del giorno e in alcuni settori particolari, tra i quali purtroppo quello dei CD e DVD vergini, sono terribilmente frequenti.

Si rischia infatti di pagare per buono e di portare invece a casa misera paccottiglia marcata con nomi celebri ed altisonanti. Nota particolare: mai comprare dei Cd e DVD vergini da utenti che dichiarano di essere (ma soprattutto spedire la merce) da paesi dell’estremo oriente e in particolare dalla Cina. Se proprio volete rischiare vi consiglio di procedere per piccoli passi: compite un primo tentativo ordinando un minimo quantitativo e fate delle prove e delle verifiche specifiche sul prodotto quando vi arriverà; se si riveleranno positive allora potete procedere ad acquisti maggiori.

Ma sconsiglio vivamente questo tipo di venditori perchè per un comune mortale è assai difficile capire se i CD o i DVD vergini acquistati in Cina sono veri o contraffatti, o meglio, se sono affidabili per conservare i vostri preziosi dati oppure no. Ricordate che gli acquisti dei Cd e DVD vergini più sicuri sono quelli presso un negozio serio o un grande centro commerciale; e qui sicuramente si risparmia un pochino rispetto al primo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *