Macchine per caffè professionali

Se si desidera in casa gustare un caffè come al bar, occorre acquistare una macchina per il caffè. Ne esistono di diverso tipo, con funzioni aggiuntive tra le più innovative, e con determinate caratteristiche possono aiutarci a preparare dei caffè davvero ottimi. In questo articolo tutti i consigli utili per acquistare la macchina per il caffè che risponde meglio alle nostre esigenze.

Le macchine per il caffè professionali

Sempre più spesso vediamo la macchina per il caffè, prima elemento esclusivo dei bar, entrare anche nelle nostre case, ovviamente in misura e dimensioni più ridotte.

Capace di fare un buon caffè come quello del bar, la macchina per il caffè (in polvere o in cialde) è un elettrodomestico si cui non si può più fare a meno. Quesi strumenti, da non confondere ovviamente con le classiche caffettiere, sono davvero il modo migliore per portarsi il gusto del bar a casa

Le macchine per il caffè sono ormai dei veri e propri apparecchi semiprofessionali da espresso da tenere in casa, per gustare ottimi caffè. Quelle di nuova generazione possono essere da incasso o da appoggio e hanno le dimensioni di un forno a microonde oppure di un piccolo elettrodomestico; essendo simili ai modelli professionali, i costi sono elevati, ma queste macchine sono consigliate se si prevede di prepararsi il caffè molto spesso.

Macchine per il caffè professionali

Breve storia del caffè

La tradizione del rito del caffè risale al 1700 e deriva dal frutto di una pianta tropicale. La Coffea è un arbusto che cresce nei climi caldi e umidi e che ha piccole bacche verdi, rosse una volta maturate. Proprio da queste bacche si estraggono i chicchi del caffè, che poi vengono tostati. Sono due le specie di Coffea più diffuse, da cui si ricavano miscele diverse per gusto e caratteristiche organolettiche:

  • Robusta
    rappresenta un quarto della produzione mondiale, dà gusto corposo e contiene una quantità di caffeina pari al 2-4,5%
  • Arabica
    la più diffusa, con un aroma più intenso e una percentuale di caffeina minore

Caffeina

La caffeina è una sostanza presente in natura, oltre che nel caffè, anche nel tè e nel cacao. Se assunta in piccole quantità, la caffeina produce sull’organismo un effetto stimolante, aumenta l’attenzione e la concentrazione. Il caffè preparato con la moka contiene più caffeina rispetto al caffè preparato con l’espresso bevuto al bar o preparato in casa con la macchina. Le miscele decaffeinate, adatte a chi non vuole rinunciare al gusto del caffè ma che per problemi di salute (come ad esempio le cardiopatie) non può assumerne, sono speciali miscele che per legge contengono una quantità di caffeina di circa 0,1%.

Come sono fatte le macchine per il caffè professionali?

Le macchine per il caffè professionali sono costituite solitamente da:

  • serbatoio dell’acqua estraibile, per poter essere riempito
  • pompa
  • caldaia
  • coppetta del filtro o portafiltro
  • filtro monouso o filtro permanente
  • recipiente per il caffè macinato oppure porta cialde
  • ripiano per poggiare le tazzine

Come funzionano le macchine per il caffè professionali

La pompa della macchina per il caffè, alimentata dal serbatoio d’acqua, invia quest’ultima in pressione nella caldaia, dove si riscalda e viene inviata nel filtro del caffè, che può essere monodose o bidose. Infine il caffè esce dalle bocchette (una o due) direttamente nelle tazzine poste al di sotto.

Macchina per il caffè da incasso

Per questo tipo di macchine bisogna predisporre l’installazione al momento della progettazione della cucina. Le macchine per il caffè ad incasso sono larghe circa 60 cm, come tutti gli elettrodomestici standard, una profondità tra i 30 e i 55 cm e un’altezza inferiore ai 50 cm, per poter essere facilmente incassate nei mobili della cucina. Deve essere previsto un unico collegamento, quello all’impianto elettrico.

Macchina per il caffè da appoggio

Si tratta di piccoli elettrodomestici, disponibili in diverse forme, dimensioni e colori. Spesso le dimensioni sono molto contenute, mentre i costi sono diversi a seconda della capacità del serbatoio dell’acqua e dalle funzioni dell’apparecchio.

Come scegliere il caffè per le macchine

Il caffè si trova in commercio confezionato in molti modi: macinato, in grani, in cialda. Scegliere il tipo di caffè giusto significa avere la possibilità anche di scegliere il modo migliore di ottenere l’espresso adatto in ogni occasione, in casa, in camper, in ufficio, in barca, e soprattutto nel modo più pratico per ognuno.

Caffè in cialde

Gli ultimi modelli di macchina per il caffè funzionano oltre che col caffè macinato, anche con le cialde monouso o capsule, facili da usare e che rendono più semplice la pulizia. Le cialde sono dosi preconfezionate e sono composte da: caffè torrefatto, macinato, dosato e compresso, racchiuso tra due fogli di carta filtro per alimenti. Alcune macchine funzionano con cialde universali, che si trovano tranquillamente nei supermercati.

Altri modelli funzionano con cialde particolari fornite dal produttore. Per ottenere un buon caffè occorre introdurre la cialda nell’apposito alloggiamento della macchina per il caffè. Si inserisce poi il portafiltro e si preme il tasto di accensione. Una volta che il caffè è pronto bisogna estrarre la cialda esausta e buttarla nel secchio.

Il vantaggio di questo sistema sta nel fatto che la quantità, la macinatura ed il livello di pressatura del caffè sono prestabiliti quando la cialda viene confezionata; vantaggio ulteriore sta nella sua velocità di utilizzo e nella pulizia, in quanto l’intero processo di preparazione del caffè è facilitato dal gettare nei rifiuti la cialda esausta.

Il caffè macinato per espresso si trova in commercio con gradi di macinatura e miscele diverse a seconda della marca, che condizionano il risultato finale. Scegliete la marca che più vi piace. Per preparare un buon caffè con la polvere, occorre:

Caffè in polvere

  • accendere la macchina per il caffè espresso
  • lasciarla riscaldare per un po’, con filtro e portafiltro inseriti, perché devono essere scaldati anche loro
  • a riscaldamento ultimato, estrarre il portafiltro dalla macchina e, tramite l’apposito misurino, prendere il caffè macinato nella giusta quantità (la dose consigliata per un singolo caffè è di 7 grammi, esattamente quanto ne può contenere il misurino)
  • versare il caffè del misurino nel filtro, livellarlo e pressarlo
  • inserire il portafiltro contenente il caffè sulla macchina, premere subito il tasto d’erogazione (se passa troppo tempo prima di erogare l’acqua si compromettono le caratteristiche del macinato) ed interrompere una volta raggiunta l’altezza desiderata in tazza

Se il caffè scende troppo velocemente (dovrebbero passare circa 25 secondi per un caffè espresso), provare a mettere un grammo in più di polvere nel filtro e pressare poi di più il tutto. Se il caffè scende a gocce o troppo lentamente, pressare di meno la polvere e controllare che la quantità di caffè nel filtro non superi i 7 grammi a tazzina. Se il caffè non vi piace comunque, è consigliabile cambiare miscela.

Caffè in grani

Il caffè in grani è la migliore scelta per un caffè espresso buono come al bar. I grani devono essere macinati appena qualche secondo prima della preparazione del caffè, per mantenere più a lungo le caratteristiche organolettiche e la freschezza della miscela. Perché questo sia possibile bisogna possedere un macinacaffè, a volte fornito assieme alla macchine per il caffè espresso.

Macinazione del caffè

La macinazione del caffè è importante per il tipo di miscela che si vuole ottenere: per un caffè forte i chicchi vanno macinati finemente, mentre per un caffè più leggero ci vuole una grana più grossa.

L’ideale per un buon caffè sarebbe effettuare la macinazione poco prima di preparare il caffè: ecco perché alcune macchine per il caffè hanno anche la funzione di macinazione, che talvolta è regolabile. In alcune macchine il macinacaffè è separato dal corpo macchina. La macinazione avviene così:

  • si tara il grado di macinatura, servendosi delle istruzioni del macinatore che possediamo; solitamente ci sono 15 livelli, i migliori sono il 5 o il 6
  • si inserisce nel contenitore apposito una piccola quantità di grani, come una manciata
  • a questo punto bisogna attivare il macinino per qualche secondo, per vedere quale tipo di macinato si sta ottenendo, se fine, medio o grosso. Una volta trovata la taratura desiderata, si passa a macinare tutti i grani
  • a questo punto si procede con l’erogazione del caffè, inserendolo nella macchina come caffè in polvere.

Consigli per un caffè perfetto

Ecco alcuni consigli per preparare un ottimo caffè:

  • la confezione del caffè è di solito sottovuoto o in atmosfera modificata, ottenuta eliminando l’aria e inserendo al suo posto un gas inerte: una volta aperta una nuova confezione, aspettare un paio d’ore prima dell’utilizzo, in modo che la miscela possa adeguarsi alle condizioni ambientali e per rendere il gusto più aromatico
  • per conservarlo meglio, il caffè una volta aperto va conservato in un recipiente di vetro o di ceramica provvisto di coperchio, in un luogo fresco
  • svuotare sempre il serbatoio e riempirlo con acqua fresca, a basso contenuto di calcare, prima di cominciare una nuova preparazione con la macchina
  • il buon espresso deve avere una crema color nocciola in superficie, tanto densa da far passare lo zucchero lentamente
  • servire il caffè in tazzine di ceramica, porcellana o vetro termico, meglio se leggermente preriscaldate, per non modificare il gusto del caffè

Caratteristiche fondamentali delle macchine per il caffè professionali

Perché una macchina produca un buon caffè, sono fondamentali due cose:

  • la pressione di erogazione
  • la temperatura dell’acqua, che non deve essere bollente, ma oscillare tra gli 85 e i 92°C

Controllare quindi al momento dell’acquisto le caratteristiche della macchina rispetto a questi due fattori.

Funzioni delle macchine per il caffè professionali

Una macchina per il caffè può essere dotata di diverse funzioni. Innanzitutto può produrre:

  • caffè espresso
  • caffè ristretto
  • caffè lungo

Funzioni aggiuntive possono essere

  • l’automatic cappuccino, un montalatte automatico che permette di preparare il cappuccino attingendo da una caraffa apposita, che può essere sistemata in frigo dopo l’uso
  • la tecnologia crf, che permette di dosare la quantità di acqua e polvere
  • il Whirl System, che mescola perfettamente acqua e caffè, esaltandone profumo e gusto
  • il Flow Stop, un sistema che permette un dosaggio automatico del caffè in tazza, poiché memorizza qual è la quantità preferita
  • il Rapid System o Rapid Steam, che riduce a pochi secondi il tempo fra l’erogazione del caffè e la fuoriuscita del vapore
  • la finitura Easy to clean, un tipo particolare di acciaio che ha subito un trattamento con l’obiettivo di ridurre la formazione di aloni e facilitarne la pulizia
  • lo scalda-acqua istantaneo, che riscalda l’acqua in breve tempo
  • il programma automatico di risciacquo e pulizia, grazie al quale l’acqua fredda non ristagna nei condotti
  • sistemi per erogare e cioccolata
  • sistema per la regolazione del livello di macinatura
  • sistema per la regolazione del livello di cremosità del caffè
  • programma automatico di decalcificazione e pulizia pastiglie
  • funzione di programmazione oraria, per avere il caffè pronto all’ora desiderata (per esempio per svegliarsi al mattino con l’aroma del caffè già nell’aria)
  • display Lcd, per programmare tutte le funzioni della macchina
  • sistema per regolare il vapore
  • sistema Thermocream: composto dal disco Thermocream e dal filtro Thermocream. Se utilizzate insieme queste funzioni si produce un caffè con crema fine, mentre se si utilizza solo il filtro, la crema risulterà spessa e densa
  • un secondo recipiente per contenere un’altra qualità di caffè macinato

Macchina per il caffè americano

Il caffè americano è una versione meno concentrata dell’espresso, poiché viene allungato con acqua calda, ma può non piacere affatto a chi è abituato al gusto normale. Al contrario, il caffè americano può essere utile per chi non vuole rinunciare al potere energizzante del caffè, ma non può permettersi di berne uno concentrato, come capita per esempio a chi soffre di gastrite. Il caffè lungo può essere un’opzione delle macchine per il caffè espresso, ma può anche essere preparato tramite macchine specifiche, più piccole e solitamente meno costose di quelle per l’espresso. Queste macchine sono dotate di:

  • un serbatoio per l’acqua da riempire ogni volta che si prepara il caffè
  • un portafiltro, dove inserire un filtro in carta da cambiare ogni volta che si prepara il caffè
  • in alcuni modelli sono presenti dei filtri permanenti, che non devono essere cambiati
  • una caraffa di vetro molto capiente e spesso graduata

Una volta inserita l’acqua nel serbatoio, si accende l’apparecchio. Questo scalderà l’acqua, che andando in ebollizione passerà lentamente attraverso il filtro a imbuto. L’acqua rimarrà quindi in infusione con il caffè, finchè non colerà lentamente nella caraffa, posta sulla base della macchina e provvista sul coperchio di buchi per far colare il caffè e di un bozzo che premendo contro il filtro della macchina, creerà lo spazio per far scendere lentamente il caffè. Esistono poi macchine elettriche che contengono i due apparecchi insieme: quello per l’espresso e quello per il caffè americano.

Link a siti web di macchine da caffè professionali

  • Saeco
    E’ possibile vedere i prodotti completi di tutte le caratteristiche, suddivisi per linee di produzione.
  • Fiorenzato
    Si possono visionare le macchine per il caffè, ricevere assistenza e avere informazioni sulle fiere.
  • Rdl
    E’ possibile vedere i prodotti e scegliere il punto vendita più vicino.
  • Termozeta
    Sul sito si possono vedere e confrontare i prodotti fra loro, nonché consultare l’elenco dei punti vendita.


Potreste trovare interessanti anche questi articoli:





Questo articolo ha 4 commenti

  • Luigi scrive:

    X moreno, sarei interessato ad acquistare e/o commercializzare il suo brevetto se rispetta le aspettative da lei descritte, la prego di contattarmi, le lascio il mio indirizzo email, grazie
    luigi.tirella@alice.it

  • Diego scrive:

    Sono interessato alla tua invenzione mi puoi inviare foto e caratteristiche, prezzo e modalità di reperimento.
    Grazie Diego

  • moreno scrive:

    Per gli amanti del caffè e del risparmio, ho brevettato un dispositivo adattabile alla moka e alle classiche caffettiere da casa, quelle che usano il caffe in polvere. Con questo dispositivo adattabile si possono usare le cialde o le capsule che vengono commercializzate in vari gusti e da varie marche. Consiglio le cialde in quanto biodegradabili al 100% e il caffe è ottimo in quanto protetto da involucro sottovuoto. Comunque poi la vostra caffettiera la potete usare sia con le cialde che con il classico caffe in polvere. Essendo produttore di caffettiere e di tale brevetto, Vi metto a conoscenza della mia invenzione che reputo moderna mantenendo tradizione e bonta e soprattutto risparmiando denaro, visto che oggi ne abbiamo un gran bisogno. Buon caffe a tutti. Un passo avanti per vivere meglio.

  • Nereo scrive:

    Per usare le cialde sulla macchina MAGIC Espesso
    SAECO occorre il portafiltro? Dove si può reperire? Grazie.

Lascia un Commento

Si prega di inserire solo commenti inerenti l'articolo e l'argomento trattato.