Centrifughe per vegetariani e vegani

Tra gli elettrodomestici che non dovrebbero mai mancare nelle cucine di vegetariani e vegani troviamo la centrifuga, un prezioso alleato della sana alimentazione che permette di sbizzarrirsi nella creazione di succhi, passati e tante altre gustose preparazioni.

Centrifughe per alimentazione vegetariana e vegana

Chi pensa che la cucina vegetariana o vegana siano limitate o “poco avvincenti” dal punto di vista delle papille gustative si sbaglia di grosso, poiché grazie a un prezioso elettrodomestico, le centrifughe, è possibile preparare un numero pressoché infinito di ricette impiegando tutti gli ingredienti che suggerisce la propria fantasia.

Stiamo naturalmente parlando della centrifuga alimentare (che è una cosa ben diversa da quella industriale e da quella per laboratori di analisi), che in pochissimi minuti consente di ottenere bevande ricche di vitamine, sali minerali, antiossidanti e tante altre sostanze benefiche per l’organismo.

Centrifughe per vegetariani e vegani

Il centrifugato

Ma cosa distingue esattamente un “centrifugato” da un comune frullato? Molto semplicemente, i dispositivi che si utilizzano per la sua preparazione consentono di separare attraverso un processo fisico (che sfrutta appunto la forza centrifuga) i succhi contenuti in frutta e verdura da polpa, buccia ed altri componenti solidi.

In questo modo si ottengono bevande leggere, dissetanti e ideali da consumare in qualsiasi momento della giornata, e oltretutto prive anche delle sostanze fibrose che potrebbero interferire con la digestione o con l’assorbimento di alcuni nutrienti contenuti nei vegetali.

I centrifugati possono essere preparati tutto l’anno, cercando come sempre di dare la precedenza all’impiego di frutta e verdura di stagione; d’estate, poi, bevuti freddi questi preparati fatti in casa sono perfetti per dissetarsi e rifornire l’organismo di preziosi sali minerali.

I vegetariani potranno inoltre scegliere di aggiungere ai propri centrifugati latte freddo o yogurt, ingredienti grazie ai quali si otterranno preparazioni più sostanziose che in alcuni casi possono sostituire un intero pasto.

Indipendentemente dalla natura dei suoi ingredienti, per cogliere appieno tutti i benefici di un centrifugato bisogna berlo subito dopo averlo preparato, poiché col passare del tempo vitamine e antiossidanti tendono a degradarsi.

Il diretto concorrente di questo elettrodomestico è l’estrattore di succo a freddo; i due prodotti vengono messi a confronto in questa guida specifica e indipendente.

Centrifughe alimentari in commercio

Oggi in commercio è possibile imbattersi in una gamma davvero ampia di questi piccoli elettrodomestici, cosicché a seconda delle proprie esigenze non sarà difficile trovare un modello che faccia al caso proprio. Mentre le centrifughe più economiche possono costare poche decine di euro, per quelle tecnologicamente avanzate si arrivano a spendere anche 250-300 euro.

Pertanto, prima di procedere con l’acquisto, è bene valutare con attenzione di cosa si ha bisogno in modo tale da evitare di portarsi a casa un prodotto insufficiente, o al contrario sovradimensionato, per le proprie esigenze.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *