Aspirapolvere

L’aspirapolvere è uno di quegli elettrodomestici che hanno cambiato radicalmente il nostro modo di fare le pulizie e quindi anche di vivere la casa ed è un ottimo alleato per le pulizie di casa. Ne esistono tantissime tipologie diverse, da quello a traino a quello elettrico, da quello a vapore a quello automatico, e il mercato ne sforna di nuove ogni anno. Inoltre esso può essere dotato di tanti accessori utili per mille attività in casa. In questo articolo impariamo a conoscere i tipi di aspirapolvere e a leggere la loro scheda tecnica per poter acquistare il migliore tra quelli in commercio.

Cos’è l’aspirapolvere e a cosa serve

L’aspirapolvere è un elettrodomestico ormai indispensabile per l’esperta casalinga, da quella a tempo pieno e di stampo tradizionale, a quella che ha poco tempo per pulire, fino soprattutto all’uomo casalingo che in casa fa tutto: veloce e maneggevole, oltre che dotato di sistemi che la rendono sempre più silenziosa, consente di tenere pulite superfici diverse in poco tempo, a volte senza nemmeno l’ausilio di noi umani.

Inoltre l’aspirapolvere può essere utilizzata non solo per rimuovere lo sporco solido, ma anche per aspirare i liquidi, rendendo la vita sempre più semplice.

Come funziona l’aspirapolvere

Il principio di funzionamento dell’aspirapolvere è piuttosto semplice: il motore dell’aspirapolvere mette in azione una ventola che, girando ad alta velocità, crea intorno alla bocchetta dell’aspirapolvere una forte depressione. Il risucchio provocato da essa permette di aspirare lo sporco, che a quel punto finisce dritto nel sacchetto o nell’apposito contenitore di raccolta.

I sistemi di filtraggio poi permettono di raccogliere anche l’acqua, quando si tratta di aspirapolvere per l’aspirazione anche dei liquidi, e di far fuoriuscire eventualmente l’aria separata dalla polvere e depurata dalle particelle più piccole e responsabili di allergie.

Aspirapolvere

Tipi di aspirapolvere

A seconda di come funzionano possiamo avere l’aspirapolvere:

  • traino
    dotati di cavo della corrente estraibile gradualmente, maniglie e ruote per il trasporto
  • elettronico
    con comandi elettronici
  • vapore
    molto potente
  • automatico
    che funziona completamente da solo

A seconda invece di come viene eliminato lo sporco raccolto possiamo avere l’aspirapolvere:

  • a sacchetto
    (in carta), dove quest’ultimo si cambia ogni volta che è pieno
  • a contenitore
    dove quest’ultimo (in materiale plastico, che può essere estratto e lavato, e chiuso da un coperchio che impedisce che la polvere fuoriesca) si svuota e si pulisce quando è pieno, per poi poterlo riutilizzare; la polvere si raccoglie sulle pareti del contenitore spinta da un vortice d’aria
  • con filtro ad acqua
    che può aspirare anche i liquidi, dove l’acqua si versa in un serbatoio dove viene convogliata la polvere; quando questo è pieno basta svuotarlo e lavarlo
  • con scarico a terra
    da attaccare ad apposite prese che convogliano lo sporco in grandi contenitori centralizzati, sistemati ad esempio nella cantina.

A seconda di cosa possono aspirare, possiamo avere l’aspirapolvere:

  • tradizionale
  • per solidi e liquidi, adatto a pulire superfici esterne come balconi o terrazzi, e a prosciugare piccoli allagamenti ad esempio in bagno o in cucina, o quando si versa una bibita a terra

Superfici che si possono pulire con l’aspirapolvere

Questo elettrodomestico permette di tenere puliti diversi tipi di superfici:

  • tutti i tipi di pavimento, considerati superfici dure che necessitano del massimo livello di potenza di aspirazione
  • le tende e i mobili, per cui si richiede una potenza di aspirazione minima
  • i divani, le poltrone, i cuscini e i tappeti, per cui si richiede una potenza di aspirazione media.

Sistema di filtraggio dell’aspirapolvere

L’aspirapolvere è dotato di un sistema di filtraggio che negli apparecchi più sofisticati e complessi è articolato su vari livelli:

  • sacchetto di carta o contenitore destinato a raccogliere lo sporco che è stato aspirato
  • filtro destinato a proteggere il motore; evita alla polvere di accumularsi e quindi rischiare di compromettere il buon funzionamento del motore stesso
  • filtri per l’acqua, che permettono di aspirare anche i liquidi
  • filtri per trattenere le particelle più piccole

Questi ultimi sono filtri applicati all’uscita dell’aria, che impediscono a particelle microscopiche di ritornare in circolo. Lo speciale filtro detto Hepa, che è disponibile in differenti versioni, è appunto uno di questi elementi.

Esso riesce a bloccare le particelle di polvere più fini e sottili, garantendo che l’aria in uscita dall’apparecchio raggiunga una purezza prossima al 99%. Questo filtro è particolarmente adatto a chi soffre di allergie: gli acari infatti, i maggiori responsabili del 25% delle allergie in Europa, si annidano e proliferano proprio sulle superfici che solitamente aspiriamo, come pavimenti, tappeti, cuscini, divani, materassi, etc.

E’ consigliabile, oltre ad aspirare regolarmente questi ricettacoli di polvere, mantenere un tasso di umidità non superiore al 50% negli ambienti e arieggiarli mattino e sera, per evitare che gli acari si diffondano.

Aspirapolvere a traino

L’aspirapolvere a traino è maneggevole e piuttosto potente. Esso è dotato di:

  • accessori intercambiabili di diverse forme per raggiungere gli angoli più impensabili
  • tubo telescopico e flessibile da poter spostare facilmente in qualunque direzione
  • rotelle di gomma per trainare facilmente l’apparecchio
  • possibilità in alcuni modelli, di essere riposti in verticale
  • eventualmente box contenitore per essere riposti in modo ordinato

Tali caratteristiche sono presenti anche nella maggior parte degli altri tipi di aspirapolvere.

Aspirapolvere per solidi e liquidi

Come detto, esistono modelli speciali di aspirapolvere che si rivelano in grado di aspirare tanto la polvere, quanto solidi e liquidi. Si tratta di apparecchi dotati di maggiore potenza, di filtro per l’acqua e di taniche capienti in cui viene raccolto tutto lo sporco, talvolta separando i solidi dai liquidi.

Questi elettrodomestici sono adatti per aspirare anche i luoghi esterni come balconi e terrazzi, e per asciugare i piccoli allagamenti in casa, come anche per effettuare le pulizia di routine in bagno o in cucina dove spesso i pavimenti sono parzialmente bagnati.

Aspirapolvere elettronico

Nei modelli elettronici, la regolazione dell’aspirazione sulle diverse superfici avviene in modo automatico, premendo un pulsante apposito. Ogni pressione di questo pulsante fa aumentare di un livello la potenza del motore e il tutto viene segnalato da led luminosi; con un altro pulsante invece è possibile diminuire la potenza. Tramite appositi segnali acustici o luminosi, viene segnalato quando il contenitore è pieno e deve essere svuotato.

Alcuni modelli elettronici sono poi dotati di un sistema che protegge il motore limitandone la potenza, ogniqualvolta questo venga utilizzato in modo prolungato dopo la segnalazione che il sacco di aspirazione è pieno.

Aspirapolvere automatico

L’aspirapolvere automatico fa tutto da solo, senza l’ausilio di mani umane: possiamo azionarlo e uscire tranquillamente di casa, per poi tornare e trovare tutto pulito. Si tratta di un apparecchio dotato di particolari sensori e di un sistema che oltre ad azionare il motore per l’aspirazione, avvia anche lo spostamento fisico dell’apparecchio stesso.

I sensori gli permettono di evitare gli ostacoli durante il suo cammino e di individuare la presenza delle scale e dei dislivelli, in modo da non cadere. Inoltre i sensori permettono di adattare la potenza di aspirazione alle diverse superfici che l’apparecchio incontra.

L’aspirapolvere automatico è dotato di batteria ricaricabile e di caricabatterie da attaccare alla corrente; quando l’aspirapolvere è scarico, si dirige da solo verso il caricabatterie e se ne stacca quando è carico. Alcuni modelli sono dotati di timer, per la programmazione anticipata dell’aspirazione.

Aspirapolvere a vapore

L’aspirapolvere a vapore è un apparecchio dotato di una grande potenza: con un semplice getto di vapore, questo elettrodomestico è in grado di eliminare qualsiasi tipo di sporco, garantendo nel contempo anche la massima igiene.

La forza del vapore infatti aspira germi, batteri, acari, funghi e pollini, anche senza l’aiuto di detergenti, oltre che solidi e liquidi, quando sono dotati di filtro d’acqua.

Accessori dell’aspirapolvere

Ogni aspirapolvere è dotata di accessori intercambiabili diversi, per permettere differenti tipi di aspirazione. Tali accessori vengono costruiti con materiale termoplastico che è in grado di resistere alle alte temperature e anche agli urti; possono essere di serie oppure opzionali, possono servire per pulire le superfici più delicate o per scovare lo sporco anche negli angoli più nascosti, fornendo quindi una pulizia specifica e anche maggiore igiene.

Gli accessori più comuni sono:

  • spazzola universale
    utile per le superfici, in particolare quelle ampie e piane, ma anche per pulire moquette, fibre naturali e tappeti
  • bocchetta a lancia
    per entrare nelle fessure più strette
  • spazzola triangolare
    che aspira su tre lati ed è pensata proprio per essere utilizzata negli angoli
  • spazzola con setole retrattili
    che non rigano la superficie e che sono quindi specifiche per parquet e pavimenti duri delicati
  • spazzola rotonda
    con setole morbide, per mobili e piccoli oggetti
  • spazzola con forma di pennello sottile
    per gli elementi del calorifero
  • turbo spazzola
    creata specificamente per pulire tappeti e moquette, composta da un accessorio rotante che raccoglie più facilmente oggetti come fili, launggine, capelli umani e peli di animali, e tutte quelle particelle fini che solitamente sono ben difficili da aspirare
  • panni specifici
    venduti generalmente con gli apparecchi a vapore, che puliscono molto a fondo e riscono nello stesso tempo a proteggere le superfici più deteriorabili e delicate

Potenza di aspirazione

La potenza di aspirazione è solitamente modificabile tramite dei comandi presenti sull’impugnatura del tubo di aspirazione. La capacità di aspirazione viene calcolata in Watt aria, un’unità di misura diversa dal Watt, e che oscilla tra i 250 e i 400, a seconda dei modelli. La potenza assorbita dell’apparecchio invece, per calcolare di quanta corrente necessita, è espressa in Watt ed è compresa tra i 1200 e i 2000 a seconda dei modelli.

Funzioni e accessori aggiuntivi

Alcuni modelli di aspirapolvere possono essere dotati di funzioni aggiuntive, come:

  • l’avvolgicavo e l’accensione a pedale, comoda per non chinarsi ogni volta
  • la funzione soffiatore
  • la funzione auto, che regola la potenza automaticamente in base al tipo di pavimento
  • spazzola tergi vetro
  • ruote in gomma antigraffio
  • filtro ai carboni attivi
  • filtro antiodore
  • isolamento acustico
  • spazzola con effetto calamita
  • pulizia del filtro con il semplice tocco della mano
  • parabordo in gomma per aggirare dolcemente tutti gli ostacoli
  • separatore dell’aria dalla polvere
  • sistema Multi Chamber, con sei camere d’aspirazione
  • sistema per compattare polvere e sporco in pastiglie poi espulse, facilissime da rimuovere
  • bocchetta ComfoGlide che si adatta automaticamente a tutte le altezze
  • serbatoio per il recupero dell’acqua
  • programmi di pulizia preimpostati
  • possibilità di ruotare di 90° a destra e a sinistra
  • spazzole motorizzate
  • filtro con effetto venturi
  • sistema di aspirazione ciclonica, che costringe le particelle di sporco a depositarsi direttamente nel contenitore stesso
  • coperchio igiene, che chiude l’apertura di aspirazione quando si sgancia il tubo flessibile, per evitare la fuoriuscita di sporco e odori sgradevoli

Scheda tecnica dell’aspirapolvere

Come tutti gli elettrodomestici e gli apparecchi elettronici, anche l’aspirapolvere deve essere dotato di una scheda tecnica, che deve contenere tra le altre cose:

  • potenza assorbita, espressa in Watt (o in kilo/Pascal, kPa, che oscillano tra i 25 e i 35)
  • potenza di aspirazione, espressa in Watt aria
  • tipologia (se a sacchetto o a contenitore, se a traino o a vapore, etc)
  • filtri presenti
  • caratteristiche e le funzioni aggiuntive
  • accessori in dotazione
  • presenza di automatismi e comandi elettronici

Consigli per l’utilizzo e la sicurezza dell’aspirapolvere

Per poter pulire al meglio i pavimenti, prima dell’aspirazione, rimuovere da questi tutti gli ostacoli spostabili; integrare l’utilizzo della scopa se lo sporco accumulato è tanto (per esempio nelle pulizie al rientro dalle vacanze). Utilizzare i giusti accessori per ogni superficie.

Regolare la potenza dell’aspirazione a seconda della superficie che si sta aspirando. Non utilizzare lo stesso accessorio che si usa per il pavimento o per i tappeti, per aspirare la polvere da cuscini, materassi e divani: pavimento e tappeti infatti risultano solitamente più sporchi e utilizzare lo stesso accessorio per superfici che invece rimangono spesso a contatto con pelle e vestiti non è molto igienico.

Per quanto riguarda la sicurezza, bisogna seguire alcune semplici regole:

  • non aspirare oggetti incandescenti, come i mozziconi di sigaretta o i solventi infiammabili
  • non aspirare oggetti appuntiti che potrebbero danneggiare l’apparecchio
  • non tenere l’aspirapolvere inutilizzato inserito nella presa di corrente
  • non utilizzare l’aspirapolvere per i solidi su superfici bagnate: su queste utilizzare solo quelli dotati di filtro per l’acqua
  • non calpestare il cavo mentre si usa l’apparecchio
  • non tirare il cavo di alimentazione per staccare l’elettrodomestico dalla corrente.

Aziende produttrici di aspirapolvere

  • iRobot
    Il sito dell’aspirapolvere automatico per eccellenza: Roomba, disponibile in diverse versioni con accessori e funzioni differenti. Con l’aiuto dell’elenco dei rivenditori, si può trovare il negozio più vicino per poterlo acquistare, oppure si può comprare online.
  • Hoover
    Sul sito, nella sezione “Pulire”, si possono trovare aspirapolvere a traino e a vapore, complete di schede tecniche, caratteristiche estetiche e foto.
  • Simac
    Nella sezione “Linea Pulizia” sono disponibili aspirapolvere a vapore, a traino, con filtraggio ad acqua, completi di caratteristiche e con l’indicazione delle superfici a cui sono adatti.


Una risposta

  1. Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *