Rischi e pericoli della dieta del pomodoro

Cosa c’è di più tipicamente mediterraneo del pomodoro? Anche se in realtà le sue origini sono americane, ormai fa parte integrante della cucina italiana: vediamo insieme i suoi difetti e le sue virtù.

Rischi e pericoli della dieta del pomodoro

Cosa c’è di più tipicamente mediterraneo del pomodoro? Anche se in realtà le sue origini sono americane, ormai fa parte integrante della cucina italiana: vediamo insieme i suoi difetti e le sue virtù.

Rischi e pericoli della dieta del pomodoro, panoramica

Esistono diete di tutti i tipi, ormai questo lo sanno tutti. Dopo quella del pompelmo, del kiwi, dello yogurt, del ghiaccio (!), non poteva ovviamente mancare la dieta del pomodoro. Si tratterà dell’ennesima bizzarria di qualche dietista matto a piede libero oppure siamo finalmente di fronte ad un approccio alimentare anche solo vagamente sensato? Osserviamo insieme quali sono – se esistono – i rischi e pericoli della dieta del pomodoro. Iniziamo con una breve disanima, scoprendo che si tratta di una dieta in cui si può arrivare a perdere due kg in cinque giorni: abbastanza, ma comunque meno di quello che promettono altre alternative decisamente più squilibrate di questa. In sostanza, si sfruttano le caratteristiche intrinseche del pomodoro facendolo diventare protagonista della nostra alimentazione per questi pochi giorni, ed in effetti l’alimento si presta bene: possiede appena 19 calorie ogni 100 grammi, è ricco di acqua, vitamine e sali minerali ed, inoltre, è molto gustoso! La dieta del pomodoro prevede dunque una colazione leggerissima con appena uno yogurt magro e una mela, un pranzo in cui la fanno da padrone ovviamente i pomodori in ogni loro forma ed infine una cena prettamente proteica. Come spuntini, concessa la frutta o verdura da masticare, come le carote od i sedani. Un’altra buona notizia: il pomodoro, essendo molto ricco di potassio, può contribuire a combattere la ritenzione idrica!

In realtà, un ottimo alimento: approvato!

Fin qui sembra ci siano solo benefici. Dove sono finiti i rischi e pericoli della dieta del pomodoro? Beh, molto banalmente: non ve ne sono o quasi. Certo, se soffrite di forme estremamente severe di gastrite ingerire ingenti quantità di un alimento così acido sicuramente potrebbe non giovarvi, però per una persona normale che gode di buona salute, la dieta del pomodoro è sicuramente consigliabile: si perderà peso, ci si disintossicherà e…non solo. Infatti la grandissima sorpresa è che il pomodoro, signori, non solo non fa male, ma fa addirittura bene! Al suo interno troviamo infatti beta-carotene cioè vitamina A, che fa bene alla pelle ed alla vista, il licopene, che contrasta l’invecchiamento delle nostre cellule ed anche la vitamina C, fondamentale per la salute del nostro collagene. Ma vi sono anche delle novità recenti che fanno risaltare l’importanza del pomodoro nell’alimentazione di una persona, specialmente di una donna. Secondo una ricerca compiuta dall’americana Rutgers University infatti mangiare spesso questo alimento aiuterebbe a prevenire non solo molte problematiche dal punto di vista cardiovascolare oppure il temutissimo diabete: il pomodoro si dimostrerebbe anche in grado di prevenire il cancro al seno! La redazione specifica che gli effetti benefici si verificano unicamente se si consuma l’ortaggio maturo, i pomodori verdi al contrario possono dare effetti collaterali anche gravi poiché ricchi di solanina, un alcaloide decisamente tossico per il nostro organismo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *