Dieta tisanoreica: di cosa si tratta?

Molti la conoscono con il nome di “dieta tisanoreica”, ma in realtà non si tratta di una dieta vera e proprio. Il modo più giusto per definirla sarebbe “metodo tisanoreica”, un modo per dimagrire che prevede la riduzione del peso corporeo senza affrontare grandi sacrifici alimentari e l’introduzione di alcuni prodotti alimentari, decotti e infusi nella propria dieta quotidiana. Vediamo allora di cosa si tratta e come seguirla al meglio.

dieta tisanoreica

Cos’è la dieta tisanoreica

Tra le molteplici diete che al giorno d’oggi promettono di perdere peso in modo facile c’è anche la dieta tisanoreica, un metodo alimentare che ha l’obiettivo di far perdere perso grazie all’aiuto di alcune piante e di alcuni infusi da bere e da integrare all’interno della propria alimentazione. In Italia questa dieta è molto conosciuta, anche grazie alla potenzialità mediatica del suo creatore, Gianluca Mech, che ha prestato direttamente il suo volto alla pubblicità televisiva del marchio.

La dieta va seguita per un periodo di tempo minimo pari a 20 giorni, fino a un massimo di 40 giorni e, secondo gli stessi inventori, si tratta di un regime in grado di far perdere fino a otto chili in un solo mese. I risultati, quindi, sembrano essere immediati, grazie all’intervento delle erbe officinali e degli amminoacidi che, grazie a un sistema di infusi e decotti, vanno a sostituire alcuni pasti.

Pochi carboidrati e più grassi e proteine, questo è uno dei capisaldi di questa dieta, oltre a mix di erbe che devono essere integrati nella dieta. Il principio su cui si basa questo metodo dimagrante è molto semplice; si mangiano meno carboidrati in modo che il corpo possa trasformare il grasso in energia, senza rovinare il corpo e in particolare la muscolatura, che così non corre il rischio di afflosciarsi, come spesso succede quando si perdono parecchi chili in poco tempo.

La dieta tisanoreica è una tipologia di dieta che ha l’obiettivo di sfamare l’organismo nel migliore dei modi anche quando il corpo è messo a dura pura in fase di dimagrimento. Il sistema tisanoreica è stato a lungo studiato e anche testato presso il dipartimento di Anatomia e Fisiologia dell’Università degli Studi di Padova. A differenza di tante dieta fai da te in circolazione, questo metodo si mostra essere sin da subito rispetto alle altre soluzioni alternative perché presuppone il supporto medico.

Per seguire il metodo tisanoreica, infatti, il supporto del medico, ma anche di un fidato nutrizionista è fondamentale. Le pietanze che il metodo propone hanno una base naturale e sono ricavate da piante trattate e tradotte in fitoestratti che si possono sciogliere nell’acqua e hanno anche un sapore gradevole per chi deve assumerle.

I fitoestratti hanno un compito molto importante: migliorare la digeribilità delle proteine, che diventano più facili da assimilare e da digerire da parte dell’organismo. Inoltre queste sostanze svolgono un ruolo molto importante nella fase del dimagrimento e nell’equilibrio dell’organismo.

La caratteristica principale di questa dieta, poi, è che si tratta di un metodo integrativo e non sostitutivo. Quando pensiamo a una dieta da seguire, infatti, ci vengono subito in mente molti sacrifici alimentari e un programma ben serrato da seguire giorno per giorno. In questo, caso, invece, il metodo tisanoreica si basa sull’interazione del cibo quotidiano, e quindi degli alimenti che siamo abituati a mangiare, con alcuni decotti, tisane e preparati.

Si tratta di prodotti che contengono fibre e diversi nutrienti che attingono da tutto il sapere antico che deriva dall’arte di preparare decotti e infusi con le erbe. Secondo questo metodo, associando gli infusi e le erbe ai normali alimenti che normalmente si assumono si crea una sorta di sinergia che aiuta il corpo a dimagrire e a ritrovare il peso forma. 

Le caratteristiche del metodo tisanoreica

I tratti salienti di questo metodo, che alle volte si chiama dieta in modo un po’ impreciso, sono la volontà di riportare armonia all’interno dell’organismo e seguire un regime alimentare disintossicante e benefico per il corpo. Altra caratteristica importante, che farà sicuramente piacere a quanti associano la dieta alla sofferenza per la mancanza del cibo, è che la dieta tisanoreica limita il senso di fame, prediligendo tutti quei cibi in grado di saziare il corpo nel modo giusto senza appesantirlo. Quindi, l’obiettivo è quello di perdere peso senza rinunciare al piacere del cibo.

Altra caratteristica di questa dieta è che mette al bando il classico “effetto yo-yo”. Chi ha già provato a seguire diverse diete e ha anche ottenuto un discreto successo, conosce perfettamente l’annoso problema della perdita di pesa, che spesso avviene anche in tempi rapidi, ma che si porta dietro il problema della pelle e dei tessuti molli che rimangono dopo la perdita dei chili. Questo metodo, invece, si propone di salvaguardare la massa magra e di far dimagrire nel modo corretto, poco alla volta e secondo quelle che sono le esigenze dei singoli organismi.

Ultima e saliente caratteristica del metodo tisanoreica è il successo che questa dieta ha ottenuto nel tempo, grazie anche a vip ed esponenti dello star system che hanno dichiarato di averne fatto uso, grazie a studi e ricerche sugli elementi che la natura offre e su vari metodi dimagranti.

Come funziona la dieta tisanoreica

Ma veniamo alla parte più interessante della faccenda: come funziona la dieta tisanoreica e come trarne benefici al meglio e a lunga durata. La dieta procede per fasi; nella fase intensiva non si mangiano i carboidrati, ma il loro fabbisogno è sostenuto dall’assunzione delle proteine contenute nell’attivatore tisanoreica, a base di otto piante officinali (papaia, ananas, malva, anice stellato, carciofo, finocchio, senna e tarassaco. Il sapore è gradevole e studiato appositamente anche per appagare il gusto.

Dopo questa prima fase iniziale, si procede con la fase di stabilizzazione, in cui i carboidrati vengono pian piano introdotti nella dieta, a patto che però si privilegino quelli integrali. Anche gli infusi, in questa fase, si potranno ridurre: da 4 a 2 al giorno.

È sempre bene specificare, però, che anse se non si tratta di una dieta iperproteica è sempre bene chiedere il parere del medico, prima di iniziare e anche durante la dieta nel caso in cui ci siano dubbi o si noti qualsiasi cosa da segnalare. Le donne in gravidanza, chi soffre di disturbi epatici o chi è diabetico, invece, non possono in nessun modo affrontare questa dieta e sottoporsi al regime alimentare che la disciplina.

Vediamo adesso più nello specifico quelle che sono le fasi di questa dieta.

Fase intensiva

È la fase iniziale e ha una durata minima di sette giorni. Niente carboidrati e quattro pasti tisanoreica ogni giorno, integrati ovviamente con carne, pesce, uova e verdure.

Fase di stabilizzazione

Dura minimo otto giorni e in questo periodo i carboidrati possono essere reinseriti, ma affiancati da due pasti tisanoreica al giorno.

Fase finale

Qui finisce la dieta e comincia una fase di equilibrio da seguire per i giorni a venire. Gli estratti e le erbe potranno essere assunti al bisogno e si raccomanda di seguire un’alimentazione sana e bilanciata.

Il ruolo dei decotti nella tisanoreica

I decotti hanno delle funzioni molto importanti; depurano l’organismo e favoriscono il suo corretto funzionamento. In particolare sono quattro le tipologie di decotti che si utilizzano in questa dieta; quello depurativo, quello diuretico e quello tonico. Non per tutti, però, si segue lo stesso iter. È il nutrizionista che di volta in volta stabilisce quale estratto e in quali quantità la persona deve assumerlo in base alle sue esigenze personali.

Secondo i principi del metodo tisanoreica, il decotto cura la salute e non cura la malattia e, per questo motivo, sono consigliati non solo a chi in sovrappeso deve ritrovare la forma, ma anche per chi non ha questo genere di problemi e vuole semplicemente mantenersi in forma. Secondo i principi della decottoterapia, infatti, ci sono dieci piante officinali, da qui il nome “deka”, da cui deriva “decotto”, dalle quali si estrae un particolare principio attivo attraverso procedimenti come la decozione, la macerazione e l’infusione.

Il risultato è tutto naturale e permette di assumere un prodotto che non contiene zuccheri, conservanti, alcol o glutine, molto importante considerato la percentuale molto consistente di persone celiache, e che può essere combinato tranquillamente da persone che seguono il regime della tisanoreica ma anche da chi vuole incentivare il proprio benessere personale e migliorarsi dal punto di vista nutrizionale. I decotti sono molto semplici da utilizzare, si mescolano facilmente nell’acqua e si possono bere a sorsi, poco alla volta, durante l’arco della giornata.

Gli altri prodotti della dieta tisanoreica

Il metodo tisanoreica si basa anche su altri prodotti, che possono essere assunti al bisogno e secondo le proprie esigenze personali. Per chi soffre di disturbi gastrointestinali ed è spesso affetto da gonfiore, si possono assumere alcuni estratti che aiutano la digestione e garantiscono regolarità digestiva all’intestino.

Ci sono poi alcune erbe che possono essere combinate al proprio regime alimentare, ma sempre dietro le indicazioni stabilite, perfette per smaltire gli effetti della pesantezza che si hanno dopo una mangiata particolarmente sostanziosa, soprattutto dopo le feste. Altri estratti, invece, possono essere assunti nel caso in cui il metabolismo sia stato indebolito dallo stress; per questo è possibile prendere un mix di erbe capace di stimolare le difese naturali dell’organismo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *