Registro pubblico delle opposizioni

Oggi la pubblicità raggiunge il consumatore ovunque, anche a casa propria, con telefonate e volantini nella cassetta della posta. Come ci si può difendere da questa invasione di pubblicità? Finalmente è possibile scegliere se ricevere o meno la pubblicità grazie al Registro pubblico delle opposizioni. Vediamo di cosa si tratta, come funziona, a cosa serve e come si usa.

Registro pubblico delle opposizioni

Il “Registro pubblico delle opposizioni” ci salva dalla pubblicità

Oggi sembra che non ci sia luogo sicuro per difendersi dalla pubblicità. Spesso si ha la sensazione di essere proprio sorvegliati perché basta rispondere al telefono che dall’altra parte non c’è un amico o un parente, ma un operatore commerciale che promuove prodotti o servizi. Basta accendere il computer e consultare la posta elettronica che arrivano file di messaggi pubblicitari o aprire la cassetta della posta di casa che escono fuori pagine e pagine di dépliant pubblicitari.

Le cassette delle lettere delle abitazioni e dei condomini sono letteralmente invase da opuscoli e dépliant pubblicitari: supermercati che fanno promozioni su alcuni prodotti, parrucchieri che promuovo alcuni servizi di taglio e piega dei capelli a prezzi vantaggiosi in alcuni giorni della settimana, pubblicità per l’apertura di nuovi punti vendita… insomma a volte le lettere e la posta non pubblicitaria si nascondono sotto pagine e pagine colorate di pubblicità.

Ma è possibile tutto questo? E che fine ha fatto la legge sulla privacy? Dove sono stati presi inoltre indirizzi, numeri di telefono e chi ha dato il consenso al loro utilizzo?

Il fenomeno della pubblicità è diventato così dilagante e invadente anche all’interno delle case che finalmente, diranno in molti, si è attivato il cosiddetto Registro pubblico delle opposizioni per difendersi sia dalla pubblicità tramite telefono sia da quella fatta via posta.

Cos’è il Registro pubblico delle opposizioni?

Il Registro pubblico delle opposizioni è lo strumento a tutela del cittadino che ha lo scopo di tutelare lo stesso cittadino dai messaggi pubblicitari. Il servizio è gratuito ed è stato attivato il 1° febbraio 2011 e istituito con il Decreto del Presidente della Repubblica 178/2010. Fino a tale data l’Italia non aveva una normativa specifica che regolamentasse il telemarketing e finalmente anche l’Italia oggi si è “allineata alle disposizioni della direttiva Ue sulla privacy e sulle comunicazioni elettroniche”.

All’inizio è stato istituito per tutelarsi dai messaggi pubblicitari inviati tramite telefono con il cosiddetto telemarketing, poi è stato attivato anche per la tutela dai messaggi pubblicitari inviati tramite posta.

Il Registro pubblico delle opposizioni tutela pertanto il cittadino dalla:

  • pubblicità tramite telemarketing
  • pubblicità inviata per posta.

In tal modo si tutela da un lato la privacy del cittadino e dall’altro si regolarizza l’attività degli operatori di marketing in quanto essi potranno contattare solo i consumatori che non hanno vietato l’utilizzo dei propri dati personali. I cittadini che non si iscrivono al Registro pubblico delle opposizioni potranno invece essere ancora contattati per scopi commerciali o per ricerche di mercato.

Come iscriversi al Registro pubblico delle opposizioni

L’iscrizione al Registro pubblico delle opposizioni può avvenire secondo diverse modalità:

  • compilando on-line il modulo presente nel sito web
  • telefonando al numero verde gratuito 800.265265
  • inviando una lettera raccomandata al seguente indirizzo: Gestore del Registro pubblico delle opposizioni – Abbonati, Ufficio Roma Nomentano, casella postale 7211, 00162 Roma
  • tramite richiesta al numero 06.54224822
  • inviando una e-mail all’indirizzo di posta elettronica abbonati.rpo@fub.it

Il modulo da compilare e inviare tramite lettera raccomandata è possibile scaricarlo direttamente dal sito del Registro pubblico delle opposizioni alla pagina web:

http://abbonati.registrodelleopposizioni.it/sites/default/files/Mod.RO-ABBONATO_FAX.pdf

Il modulo da compilare e inviare tramite e-mail è possibile scaricarlo direttamente dal sito del Registro pubblico delle opposizioni alla pagina web:

http://abbonati.registrodelleopposizioni.it/sites/default/files/Mod.RO-ABBONATO_email.pdf

Basta con il telemarketing

La nuova normativa in materia di tutela dal telemarketing prevede che il cittadino, il cui numero di telefono è presente nell’elenco telefonico pubblico, può decidere di non volere essere più contattato da operatori per telefonate pubblicitarie o per indagini di mercato. Questa normativa tutela i diritti del cittadino di poter scegliere o meno se essere contattato al proprio numero di telefono in quanto negli ultimi anni l’attività di telemarketing presso le abitazioni private ha raggiunto un’insistenza davvero crescente. Le telefonate possono infatti minare la privacy domestica e familiare qualora non espressamente volute e richieste. Per non ricevere più operazioni di telemarketing è però necessario iscriversi al Registro pubblico delle opposizioni altrimenti il silenzio è assenso ovvero si continuerà ad essere contattati per attività commerciali e promozionali.

Stop alla pubblicità per posta

Dopo la possibilità di iscriversi al Registro delle opposizioni per non ricevere più la pubblicità tramite telefono, da maggio 2011 è possibile difendersi anche dalla pubblicità inviata tramite posta. Chi non vuole più ritrovare la propria cassetta di posta invasa da cataloghi, dépliant, volantini pubblicitari non esplicitamente richiesti è necessario che si iscriva al Registro pubblico delle opposizioni.

Gli operatori commerciali infatti finora potevano reperire gli indirizzi dei consumatori a cui inviare la pubblicità dei loro servizi o prodotti direttamente dagli elenchi telefonici, ma dal momento che il consumatore si iscrive al Registro delle opposizioni questo non sarà più lecito.

Trattamento illecito dei dati personali

Nel caso in cui un cittadino si sia iscritto al Registro pubblico delle opposizioni ma continui ugualmente a ricevere telemarketing e pubblicità tramite posta è necessario che:

  • verifichi che l’iscrizione sia stata fatta correttamente, per questo si può telefonare al numero verde gratuito 800.265.265
  • verifichi che siano trascorsi 15 giorni dal momento dell’iscrizione in quanto tale periodo di tempo è previsto per l’aggiornamento delle liste dei nominativi che sono contattabili dagli operatori commerciali del telemarketing
  • verifichi che non siano stati comunicati i dati personali ad altre aziende che abbiamo autorizzato a contattarci per scopi commerciali o indagini di mercato (gli indirizzi dei consumatori posso essere reperiti non solo infatti da elenchi pubblici del telefono, ma anche dalla compilazione ad esempio di tessere per raccolta punti nei supermercati, tessere sconto clienti ecc., pertanto anche nel caso in cui il cittadino sia iscritto al Registro pubblico delle opposizioni ma abbia comunque fornito il suo consenso al trattamento dei dati personali in altro contesto, esso continuerà a ricevere promozioni pubblicitarie).

Uno dei limiti contestati infatti dalle associazioni a difesa del consumatore è che purtroppo non basta l’iscrizione del cittadino al Registro pubblico delle opposizioni per avere la certezza di non essere più vittima del telemarketing. Gli operatori del telemarketing infatti prelevano i numeri del telefono e l’indirizzo dei cittadini da contattare non solo da elenco telefonico pubblico (fonte da cui ci si può difendere iscrivendosi proprio al Registro pubblico delle opposizioni), ma anche da altri canali dove l’utente può aver a suo tempo dato il suo consenso al trattamento dei dati personali. Per questo è molto importante che il consumatore sia molto attento e consapevole che nel compilare ad esempio moduli per il rilascio di tesserini raccolta punti dei supermercati, tessere fedeltà per sconti, sondaggi per grado di soddisfazione nell’uso e impiego di prodotti, modulistica per ottenere sconti particolari ecc. i suoi dati potranno poi essere acquisiti da aziende per operazioni di telemarketing. In tal caso non sarà sufficiente iscriversi solo al Registro pubblico delle opposizioni (che prevede che i nostri dati non siano prelevati dall’elenco pubblico telefonico), ma si dovrà inoltrare specifica richiesta di divieto dell’utilizzo dei nostri dati personali all’azienda in questione.

Nel caso tutte queste condizioni siano state verificate e si continui a ricevere illegittimamente telefonate pubblicitarie è bene procedere in tal modo:

  • segnalare l’inadempienza all’Autorità Garante della tutela dei dati personali
  • inoltrare denuncia all’Autorità giudiziaria?

Società del settore del telemarketing

Le società che operano nel settore del telemarketing pertanto dovranno:

  • non contattare più telefonicamente gli abbonati che si sono iscritti al Registro pubblico delle opposizioni
  • non contattare più un abbonato qualora costui, anche se non iscritto al Registro pubblico delle opposizioni, abbia espressamente fatto richiesta di non essere contattato dall’azienda in questione
  • contattare l’abbonato che è iscritto al Registro pubblico delle opposizioni solo nel caso in cui l’abbonato stesso abbia dato il consenso a tale specifica azienda di poterlo fare (tale consenso potrà però essere revocato dall’utente in qualsiasi momento).

Revocare iscrizione al Registro pubblico delle opposizioni

Nel caso si intenda revocare l’iscrizione al Registro pubblico delle opposizioni è necessario procedere con la richiesta attraverso i canali adottati per l’iscrizione ovvero tramite il sito web http://www.registrodelleopposizoioni.it/ o telefonando al numero verde gratuito 800.265265 o inviando una lettera raccomandata o tramite richiesta al numero 06.54224822 oppure inviando una e-mail all’indirizzo di posta elettronica abbonati.rpo@fub.it

Sito internet di riferimento

Registro pubblico delle opposizioni
http://www.registrodelleopposizoni.it/
Sito del Registro pubblico delle opposizioni dove è possibile leggere la normativa riguardante la tutela dei consumatori dalla pubblicità inviata tramite posta o con il telemarketing. Nel sito è possibile compilare o scaricare il modulo on-line per non ricevere più pubblicità per posta o tramite telemarketing.



Tags:

Una risposta

  1. Simona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *