Confronto tra tariffe elettriche per risparmiare

Quando la bolletta elettrica diventa troppo cara, è il momento di prendere provvedimenti per risparmiare, seguendo consigli utili a partire dalla scelta del gestore del servizio alle tariffe più convenienti, all’uso ideale degli elettrodomestici che spesso utilizziamo in maniera sbagliata. Detto ciò, pensiamo anche alla possibilità di installare un impianto fotovoltaico per autoprodurre energia elettrica.

Fare un confronto tra tariffe elettriche per risparmiare

Da quando il mercato della distribuzione dell’elettricità è stato liberalizzato, sono nati nuovi fornitori di energia, ognuno dei quali offre la propria migliore proposta che può essere scelta a seconda delle nostre esigenze di consumo e, quando la scelta è oculata, il risparmio annuale in bolletta è più che sensibile. La soluzione milgiore si trova facendo il confronto tra tariffe elettriche.

Generalmente, le aziende offrono tre tipi di tariffa che si basano sulle fasce orarie di utilizzo: monoraria, bioraria e multioraria, mentre per quanto riguarda i costi ci sono proposte a prezzo bloccato (di solito per un periodo di tempo limitato) e quelle che seguono l’andamento del mercato ossia indicizzate.

Confronto tra tariffe elettriche per risparmiare

Confronto tra tariffe elettriche in fascia oraria

Vediamo ora che cosa sono le tariffe a fascia oraria, passo fondamentale per poter fare un confronto tra tariffe elettriche.

Tariffa monoraria

è una proposta in cui l’energia elettrica ha un costo uguale in ogni momento della giornata e in tutti i giorni della settimana, è indicata per chi resta in casa e usa l’elettricità in modo costante senza picchi giornalieri.

Tariffa bioraria

è una proposta in cui l’energia elettrica ha un costo differente nel corso della giornata e della settimana, è indicata a chi lavora fuori casa e consuma solo la mattina presto e la sera è ha la necessità di concentrare l’utilizzo di lavatrice, ferro da stiro e altri elettrodomestici, dopo le diciannove e il sabato e la domenica. Ovviamente la tariffa più conveniente è valida anche nei giorni di festa

Tariffa multioraria

è simile alla bioraria, solo ha tre diverse fasce orarie di utenza, oltre alle due della bioraria, esiste una terza fascia ancora più economica, dedicata agli insonni, che va dalle ventitre alle sette.

Tipologie di prezzi per compagnia

Ora un breve cenno alle tipologie di prezzi offerti dalle compagnie.

  • Bloccato
    quando si stipula il contratto con l’azienda fornitrice viene bloccato il prezzo base dell’energia per due anni massimo, questo può essere vantaggioso in caso di un aumento tariffario, ma non lo è nel caso, davvero rarissimo, in cui il prezzo diminuisca.
  • Indicizzato
    questo prezzo è strettamente connesso al costo dei combustibili che sono utilizzati per ottenere elettricità e sono fissati dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas in tutto il nostro Paese, indipendentemente da chi sia il fornitore di elettricità. Ha un grande svantaggio: con l’aumento dei prezzi dei combustibili aumentano le bollette, è invece vantaggiosa nel caso contrario.

Quindi un ultimo consiglio: prima di firmare un contratto valutiamo bene tutti questi punti e poi scegliamo la compagnia che ci garantisce, a parità di servizio efficiente, le tariffe migliori.



Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *