Come risparmiare diesel

Benzina e gasolio hanno smesso di aumentare da un po’ di tempo, ma il rincaro è sempre dietro l’angolo e sono comunque ancora un costo considerevole per le famiglie italiane e per i possessori di auto in generale. Leggerete alcuni suggerimenti pratici e di buon senso per non spendere una follia in diesel e viaggiare a “basso costo”.

Come risparmiare diesel

Ridurre i consumi di benzina diesel: dieci consigli pratici

L’economia di combustibile è un fattore importante quando si acquista un’auto. Come regola generale, le piccole macchine sono più economiche in città e le grandi auto di famiglia alimentate a diesel fanno risparmiare in autostrada.

Scegliere distributori di benzina “no logo”, sfruttare promozioni, mezzi pubblici, piste ciclabili e car sharing sono sicuramente degli stili di vita che permettono di usare meno carburante. Ci sono tuttavia degli accorgimenti che potrete iniziare ad adottare oggi stesso al volante della vostra auto.

  • Viaggiare meno

Organizzare bene la vostra giornata e il numero di viaggi. Meno se ne fanno, è ovvio, meno si consuma. Per svariate ragioni. Se l’automobile è ferma da alcune ore, il motore è freddo e utilizza molto più carburante del necessario per circa i primi otto chilometri. L’ideale sarebbe riuscire a far coincidere le diverse commissioni quotidiane in un “grande viaggio”. Ovviamente, questo non è possibile, ma concentrare i momenti di spesa al supermercato, per esempio, può essere un modo per risparmiare.

  • Evitare di guidare nelle ore di punta

Stare fermi in macchina in un ingorgo non è mai piacevole, inoltre è dispendioso. Questo perché l’innesco della prima marcia richiede più quantità di diesel delle altre. La seconda marcia già costa meglio. La soluzione migliore è quella di non viaggiare su strade affollate. È inoltre possibile salvare un po’di carburante cercando di studiare i flussi di traffico e viaggiare negli ingorghi costantemente a bassa velocità, piuttosto che accelerare e frenare. Se l’ora di punta non si può evitare è meglio considerare l’acquisto di una vettura ibrida che di un diesel. 

  • Chiudere finestrini e tetti apribili

Questo consiglio vale soprattutto se si guida in strade a scorrimento veloce o autostrade. Secondo i principi dell’aerodinamica, seguiti da chi disegna le vetture, è importante ridurre il più possibile la “resistenza” all’aria del vostro mezzo. Il rumore del vento è un indicatore. I finestrini aperti, come i tettucci e le cappotte aumentano notevolmente la resistenza e il consumo di diesel. È meglio usare le prese d’aria per la maggior parte dell’anno e l’aria condizionata quando fa caldo.

  • Togliere portapacchi, portasci, portabiciclette

Questo consiglio si basa sullo stesso principio del precedente: diminuire la resistenza all’aria. Anche se il portapacchi è vuoto, aumenta la resistenza e rende la vostra automobile più costosa da gestire, addirittura avere un grande portasci sul tettuccio fa salire del doppio il costo del diesel impiegato per muovere l’auto. Come se si avesse un’altra vettura a rimorchio! Quindi, se non utilizzato, è meglio lasciarlo in garage.

  • Non trasportare peso superfluo

Se trasportiamo uno zaino pesante facciamo più fatica a camminare e disperdiamo maggiore energia. Lo stesso vale per l’auto a diesel. Evitare di riempire il bagagliaio, ovviamente quando non è strettamente indispensabile, è un modo per ridurre i consumi. Spesso si ha l’abitudine di portare nel bagagliaio carrelli, strumenti ginnici da usare in palestra, borsoni con attrezzi da lavoro, e tenerli sempre lì. Un buon sistema per far scendere velocemente la colonnina del carburante.

  • Evitare accelerazioni improvvise

Il modo migliore per viaggiare è a velocità costante (rispettando i limiti) e nella marcia più alta. Per non spendere troppo in diesel è meglio essere pazienti e prudenti, non fare improvvisi sorpassi (il cambio di marcia improvviso comporta sempre un aumento dei consumi), non sfidare il semaforo rosso con corse all’ultimo secondo e non decidere di fare accelerazioni solo per il gusto di guidare più veloci. Viaggerete anche più sicuri.

  • Non tenere premuto sempre l’acceleratore

Anche se si segue il consiglio di viaggiare con una marcia alta e a una velocità regolare, si tende a tenere premuto l’acceleratore. A volte anche per evitare di scalare la marcia verso una più alta. Bene, è un modo dispendioso di guidare perché si consuma molto diesel.

  • Tenere spenta l’aria condizionata

Anche se la tentazione è forte, non è opportuno lasciare l’aria condizionata accesa tutto l’anno. Certo, non si appannano i cristalli in inverno e la temperatura all’interno dell’auto è costante. Ma viene impiegato molto più diesel per viaggiare. Quindi, bisognerebbe accenderla solo quando fa molto caldo.

  • Non eccedere nella velocità

Oltre a essere un consiglio per viaggiare sicuri, mantenere una velocità costante e moderata fa risparmiare, anche nei tragitti lunghi. Si è calcolato che viaggiare a una velocità superiore alla consentita fino a risparmiare 20 minuti di tempo può costare in media 9,30 euro in più di diesel.

  • Controllare la pressione dei pneumatici

Più bassa è la pressione e più e necessario diesel per spostare l’auto. L’ideale sarebbe controllarla almeno una volta ogni 15 giorni. Si può farlo dal benzinaio impiegando appena cinque minuti.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *