Come barattare online

Il baratto è una forma di scambio di beni e/o servizi tra due o più persone dove non viene utilizzata la moneta ma oggetti, utensili, abiti, prestazioni e tutto ciò che si può scambiare. E’ considerato la prima forma di commercio. E’ un’operazione ecologica, etica ed educativa. Ma come barattare online in piena sicurezza? E soprattutto, dove farlo? Ecco una guida facile e completa.

Guida a come barattare online

Il baratto è una pratica molto antica, diventata però attuale grazie soprattutto all’utilizzo di internet, che ha reso finalmente possibile barattare online. Esso si basa sullo scambio di beni e/o servizi: “io dò una cosa a te e tu in cambio mi dai questo servizio oppure quell’oggetto”.

Il valore di ciò che si scambia è deciso da chi partecipa al baratto; non è quindi un valore assoluto come quello che appartiene invece alla moneta. Una cosa che io ritengo inutile può servire ad un’altra persona, la quale può darmi in cambio cose o servizi che cerco. L’utilità o meno di un oggetto è relativa e può mutare da individuo ad individuo e nel corso del tempo.

Ecco perchè il baratto è anche una pratica ecologica: si cerca di creare meno rifiuti possibili facendo circolare gli oggetti usati. E’ un ritorno all’essenzialità e un invito ad eliminare il superfluo. Inoltre anche l’aspetto economico è importante: non utilizzando la moneta il risparmio è notevole!

Come barattare online

Come si fa a barattare online

Il baratto ha trovato una nuova rinascita grazie all’uso di internet: esistono, infatti, vari siti o gruppi all’interno dei social network che si basano sullo scambio.

Tutti funzionano bene o male in questo modo: si pubblicano sul web le fotografie degli oggetti che non si usano più insieme ad una loro breve descrizione e si crea una lista con le cose che si vorrebbero in cambio (chiamata “lista dei desideri”). Naturalmente ciò che si offre deve essere in buone condizioni.

Ci si accorda sullo scambio che può avvenire mediante posta o, se la distanza lo permette, anche di persona.

I siti più importanti per barattare online sono principalmente tre:

In rete si possono trovare molti altri siti meno conosciuti e gruppi molto attivi dedicati al baratto online all’interno dei vari social network (come Facebook per esempio).

Barattare online in piena sicurezza

Chi baratta è solitamente una persona sensibile all’ambiente, che vuole risparmiare qualche soldo e che punta all’essenzialità e non all’accumulo di beni.

Proprio per questo motivo barattare online, ossia tramite siti internet, è una pratica sicura sia per la buona fede dei partecipanti sia perchè ogni individuo che partecipa allo scambio riceve dei feedback in seguito ai baratti conclusi che ne evidenziano il profilo più o meno degno di fiducia. Di conseguenza se una persona presenta molti commenti positivi sappiamo di poterci fidare, al contrario è meglio non scambiare con quell’utente.

Barattare online il B&B

Da qualche anno è anche possibile soggiornare in molti B&B italiani in cambio di beni e servizi: vi è un vero e proprio evento creato annualmente per diffondere la pratica dello scambio che si chiama Settimana del Baratto.

Sul sito www.settimanadelbaratto.it è possibile conoscere le strutture che aderiscono all’iniziativa e leggere cosa chiedono in cambio di un soggiorno. Se invece si visita il sito www.barattobb.it si possono leggere quali sono i bed and breakfast che praticano il baratto tutto l’anno.

Vantaggi del barattare online

Gli oggetti col baratto circolano e non vengono dimenticati in cassetti ed armadi: prendono vita, assolvono la loro funzione e passano di mano in mano indebolendo così il senso della proprietà e anche quello del possedere, così egoisticamente esagerati e malsani nella nostra società.

I servizi ed i lavori che siamo in grado di svolgere possono essere “pagati” senza moneta, ritornando ad una dimensione originaria di non accumulo ma di soddisfazione delle proprie necessità primarie.

Le relazioni che si instaurano mediante lo scambio, soprattutto quelle che dal virtuale si trasformano in reale, sono solitamente molto piacevoli e costruttive.

E’ una pratica ecologica perchè mira a non inquinare (le discariche sono colme di oggetti ancora in buono stato ed utilizzabili), è etica perchè ci costringe a riflettere e a comprendere cosa davvero ci serve e cosa invece è in più, è anche educativa perchè ci insegna a non comprare in futuro il superfluo e dà un esempio sano di vita a chi ci sta intorno, soprattutto ai giovani.



Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *