Riscaldamento a legna con la stufa

Il riscaldamento a legna, sia che derivi da stufe a pellet o dalle classiche alimentate con pezzi di legna, rappresenta una eccellente soluzione per scaldare casa nella stagione fredda in maniera efficace ma più economica rispetto al gas, il cui costo ha raggiunto ormai livelli impossibile da gestire nell’ambito dell’economia familiare. Ecco quindi una guida che spiega differenze e vantaggi tra i due principali tipi di stufa per il riscaldamento a legna delle abitazioni.

Riscaldamento a legna con la stufa a pellet

Per il riscaldamento a legna in casa le stufe a pellet possono rappresentare una soluzione ottima per ottenere molti e diversi benefici. Vediamone i vantaggi:

  • sono esteticamente molto gradevoli, in cui il fuoco rimane a vista anche se protetto, per evitare rischi, e dona un senso di calore “visivo” accogliente e rassicurante; si sposano bene sia in ambienti con arredamento classico che in ambienti con arredamento moderno; sono disponibili in vari colori e rifiniture
  • si possono integrare con il sistema di riscaldamento tradizionale già presente. Possono costituire un impianto di riscaldamento a legna con i dovuti canali da far passare nel controsoffitto o nel muro, per inviare l’aria calda in tutti i locali della casa utilizzano fonti di energia rinnovabile: l’ambiente ringrazia e anche il portafoglio, in quanto i combustibili fossili (petrolio, gas, carbone) che invece si esauriranno, costeranno sempre di più
  • rendono molto in termini di calore, anche più della legna in quanto le biomasse che bruciano sono prive di umidità, che sottrae calore e richiede più tempo per far incendiare il combustibile
  • le emissioni inquinanti del riscaldamento a legna sono minime, minori di un quinto rispetto anche a quelle della legna, perché sono senza umidità né corteccia
  • sono costose per quanto riguarda l’investimento iniziale, ma fanno risparmiare sul lungo periodo, in quanto una carica di biomassa dura a lungo e scalda molto prelevano in automatico il combustibile dal serbatoio quando serve, togliendo il fastidio di doverle continuamente caricare

Riscaldamento a legna con la stufa

Funzioni aggiuntive

Oltre a essere una eccellente alternativa per il riscaldamento a legna in casa, le stufe a pellet possono anche essere fornite di opzioni aggiuntive impossibili su quelle classiche e che le rendono pratiche, comode ed efficaci per rispondere a tutte le nostre eventuali esigenze. Vediamo alcune di queste opzioni:

  • sensore elettronico interno, che riconosce la quantità e la qualità dei pellets e decide di conseguenza quanta aria erogare per bruciarli nel modo migliore
  • quadro comandi, dove impostare temperature diurne e notturne, e la programmazione giornaliera e settimanale dell’accensione del riscaldamento
  • diversi programmi preimpostati di riscaldamento
  • telecomando per comandare la stufa a distanza di qualche metro, comodamente seduti in poltrona
  • funzione di comando tramite sms, anche quando si è fuori casa, ci si è dimenticati o non si è potuto programmare la stufa, e la si vuole accendere qualche minuto prima del ritorno a casa, in modo da trovarla calda e accogliente
  • serbatoio capiente fino a 28 litri, per un’autonomia fino a 28 ore
  • potenza per riscaldare (tenendo le porte interne aperte) fino a 100 mq, una casa intera

Combustibile rinnovabile: le biomasse

Le biomasse, di cui fanno parte anche i vari tipi di pellets, sono ricavate dai residui della lavorazione del legno, per esempio per il settore dell’arredamento, e dal settore agroalimentare. Il pellet si trova in commercio sotto forma di capsulette cilindriche, da inserire facilmente nel serbatoio della stufa; quando le acquistate assicuratevi sempre che siano certificate, che non contengano quindi additivi o colle. Per avere ulteriori informazioni sui combustibili rinnovabili di questo genere, visitate il sito www.pelletitalia.org

Riscaldamento a legna con la stufa tradizionale

Avere il fuoco acceso in casa richiama tempi lontani, quando il focolare appunto era il fulcro dell’attività familiare, quando il fuoco significava proprio casa, calore umano (oltre che ambientale!), amore. In questo senso la stufa a legna ha un gusto retrò, che si accompagna piacevolmente alla funzione di riscaldamento a legna. Ma solo in questo senso, perché a livello estetico esistono le stufe a legna che effettivamente ricordano l’aspetto di quelle di una volta, ma esistono anche quelle dal design squisitamente moderno.

Vantaggi

Oltre ad avere il fuoco a vista, le stufe a legna sono dotate anche di caratteristiche che le rendono ottime per l’utilizzo in casa:

  • il fuoco è coperto da uno sportello trasparente con sicura, per evitare pericoli soprattutto per i bambini ma anche per gli adulti
  • la legna ha un rendimento dell’80% nel riscaldare un ambiente ed è poco inquinante
    esteticamente la stufa a legna può soddisfare i gusti retrò, i gusti moderni, e l’estetica in generale, poiché può essere acquistata in diversi stili e rifiniture, con materiali diversissimi fra loro
  • può integrare ottimamente il riscaldamento tradizionale o addirittura, con le dovute modifiche, sostituirlo totalmente

Alcuni modelli di stufe a legna, che ricordano molto proprio le stufe di una volta, possono scaldare e cuocere nello stesso tempo; sono dotate di un piano a cerchi, dove vanno posizionate le pentole per essere riscaldate dal fuoco della stufa e poter cucinare le pietanze. Queste stufe, particolarmente belle in ambienti classici, sono anche molto utili a chi ha ampia e facile disponibilità di legna. Infatti con un carico di legna si può non solo riscaldare l’ambiente, ma anche preparare da mangiare.

Funzioni aggiuntive

Anche le stufe a legna possono avere delle funzioni aggiuntive, sia da un punto di vista pratico che da un punto di vista estetico:

  • alcuni modelli di stufe assomigliano ai tradizionali camini; questo permette di ottenere lo stesso effetto visivo del camino anche laddove non ci sia la possibilità di inserirne uno per motivi edilizi
  • alcuni modelli sono dotati di sistemi per la ventilazione forzata, che permettono di riscaldare un ambiente molto più velocemente
  • le stufe costruite con materiale refrattario, sfruttano al meglio il calore, in quanto conservano anche quello accumulato all’interno della stufa stessa; queste stufe bruciano solo 18-20 kg di legna al giorno

Stufe combinate

Esistono poi modelli di stufe, sempre esteticamente curatissime e con funzioni elettroniche aggiuntive opzionali, che possono bruciare sia legna che pellet, a seconda di cosa avete maggiormente a disposizione e dell’aspetto e dell’atmosfera che volete dare alla vostra casa.

Come aprire una produzione di cippato o pellet

Se volete fare affari nel settore potete trovare molte informazioni utili in un apposito kit che spiega tutto so come avviare questa attività

Approfondire su internet il riscaldamento a legna

  • Pellet Italia – www.pelletitalia.org
    In questo sito si possono trovare tutte le informazioni utili sulle biomasse da poter utilizzare come combustibili.
  • Fsc Italia – www.fsc-italia.it
    In questo sito si possono trovare tutte le informazioni per capire come utilizzare intelligentemente la legna da bruciare nel camino o nella stufa, senza danneggiare le foreste.
  • Edilkamin – www.edilkamin.com
    Sono visibili circa 300 modelli di stufe e camini, con tutte le loro varianti, l’elenco dei rivenditori e dei centri assistenza.
  • Palazzetti – http://www.palazzetti.it/fuoco/home.html
    Sul sito di Palazzetti si possono vedere tutti i prodotti e trovare risposte a molti quesiti importanti sulla questione della legna da ardere.
  • Caminetti Montegrappa – http://www.caminettimontegrappa.it/servlet/SrvInvoker?template=1&lang=it
    Sul sito prodotti, eventi su camini e stufe e i punti vendita.
  • La Nordica Extraflame – http://www.lanordica-extraflame.com
    Sul sito prodotti a pellet e a legna, la spiegazione delle tecnologie e la possibilità di scaricare i manuali di istruzione dei prodotti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *