Pulire pavimenti in linoleum e resina

I pavimenti domestici possono essere realizzati in diversi materiali, ognuno con caratteristiche specifiche, pregi e difetti, vantaggi e svantaggi. Oltre a pavimenti tradizionali in cotto, legno, ceramica, moquette e marmo, esistono anche dei pavimenti realizzabili in materiali ottenuti da processi innovativi e tecnologicamente avanzati, che rendono la manutenzione dei pavimenti molto più facile e la resa estetica sempre ottima.

Pulire pavimenti in linoleum e resina

Come pulire i pavimenti in linoleum e in resina

Il pavimento in linoleum si basa sul trattamento industriale di un processo naturale, l’ossidazione dell’olio di lino; si tratta di un pavimento ecologico e anche naturalmente resistente allo sporco, poiché avente proprietà battericidi e antistatiche. Il pavimento in resina è un particolare pavimento ottenuto da specifici trattamenti industriali, in grado di assumere qualunque aspetto visivo e nello stesso tempo di risultare resistente a urti e sporco e facile da posare e da mantenere. Essendo privo di fughe, evita il formarsi di ricettacoli di sporco e batteri.

Inizialmente utilizzato solo per soluzioni industriali, il pavimento in resina sta entrando sempre di più in ambito domestico, utilizzato sempre più spesso da architetti e designer, proprio per le sue proprietà anche estetiche. La pulizia di queste tipologie di pavimenti risulta meno impegnativa di quella da eseguire per pavimenti più tradizionali, quali il parquet, il marmo, il cotto o la moquette. Inoltre la rimozione delle macchie, di diverso genere, risulta molto più semplice.

Le operazioni di pulizia per i pavimenti in linoleum e in resina

La pulizia ordinaria e generale di queste tipologie di pavimenti non è dissimile da quella destinata ad altri pavimenti, soltanto forse meno frequente, poiché si tratta di materiali resistenti allo sporco.

  • Innanzitutto occorre spazzare per eliminare polvere e residui, utilizzando scope oppure aspirapolveri, cercando di arrivare anche nei punti difficili.
  • In secondo luogo occorre lavare con acqua e detergente, utilizzando panni appositi e avendo cura di arrivare nei punti difficili e negli angoli anche utilizzando mani e olio di gomito.
  • Infine occorre asciugare il pavimento, passando un panno morbido e asciutto e lasciando aperte porte e finestre, anche di inverno, per eliminare qualunque traccia di umidità e di acqua.
  • Saltuariamente occorre passare la cera lucidante oppure ricorrere ad alcune alternative fai-da-te.

Alternativa fai-da-te alla cera o al lavaincera

Un’alternativa fai-da-te alla cera, da utilizzare una volta al mese circa, è quella di miscelare un secchio di acqua fredda o tiepida, cinque cucchiai d’aceto, cinque cucchiai di alcool, una goccia di detersivo per i piatti e due cucchiai di cera. Senza l’aggiunta della cera, la soluzione proposta è utilissima per la pulizia quotidiana del pavimento in linoleum.

Detergenti per la pulizia del pavimento in linoleum

Per pulire i pavimenti in linoleum occorre utilizzare detergenti specifici.In alternativa, è possibile utilizzare acqua calda mista a detergenti neutri, come il sapone di Marsiglia.

In ogni caso occorre evitare prodotti alcalini e prodotti abrasivi. La soluzione fai-da-te per i pavimenti in linoleum è quella descritta sopra: un secchio di acqua fredda o tiepida, cinque cucchiai d’aceto, cinque cucchiai di alcool e una goccia di detersivo per i piatti.

Detergenti per il pavimento in resina

Il pavimento in resina, per le sue proprietà intrinseche, è un pavimento molto resistente allo sporco e che quindi necessita una pulizia fortunatamente meno frequente rispetto a un pavimento tradizionale, pur rimanendo comunque igienizzato e bello da vedere. In ogni caso, anche le operazioni di pulizia del pavimento in resina risultano molto semplici.

Infatti, in alternativa al detergente, è possibile utilizzare soltanto acqua e un panno in microfibra, che asporta da solo lo sporco ostinato. In alternativa, è consigliabile utilizzare detergenti non aggressivi e privi di additivi abrasivi: è l’unico accorgimento da tenere presente per la pulizia dei pavimenti in resina. Spazzole di saggina e detergenti appositi servono periodicamente a sgrassare il pavimento in resina.

Il passaggio saltuario di cere protettive apposite aiuta poi a eliminare ogni porosità, conferendo al pavimento lucentezza e uniformità.



Tags:

5 Commenti

  1. Bacco Lazzarini Cesira Paola
  2. Roberta
  3. ugo castel
  4. giuliana
  5. Monika

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *