Profumare la casa

La casa è il nostro piccolo regno, il luogo dove trascorriamo la maggior parte del tempo, assieme ai nostri cari, rientrando dopo una impegnativa giornata di lavoro; il luogo dove dormiamo, dove riposiamo, dove di rilassiamo e godiamo la nostra intimità. Ecco perchè essa deve essere sempre accogliente e piacevole, sia nel’aspetto che negli arredi, nella temperatura e negli accessori, ma anche negli odori. Scoprite come profumare la vostra casa per renderla ancora più accogliente, ma senza esagerare.

Come profumare la casa

Come profumare la casa

La casa è un luogo che nell’era contemporanea deve risultare il più accogliente e confortevole possibile. Questa concezione coinvolge tutti i sensi: dalla vista, il principale coinvolto, al tatto, che deve trovare superfici piacevoli, all’udito, che con una buona musica in sottofondo starà sempre bene, al gusto, perché in cucina i sapori devono trionfare, fino ad arrivare all’olfatto, che è un senso importantissimo in casa. Gli odori infatti hanno molta influenza sulla nostra psiche e sui nostri ricordi, tanto che ci dimentichiamo più spesso di persone e situazioni, ma meno spesso degli odori ad esse legati.

L’olfatto ci trasmette sensazioni di benessere o di fastidio immediate ed è quindi importante che in casa gli odori siano piacevoli, soprattutto considerando che sono molte le situazioni domestiche in cui gli odori possono venire compromessi: in cucina, in bagno, in camera da letto, negli armadi. Ogni luogo è un potenziale covo di cattivi odori, se non ben trattato.

Il profumo poi, delicato e mai invadente, che trasmette sensazioni gradevoli oltre ad assorbire quelli sgradevoli (e non soltanto a coprirli), si posa sui mobili e sugli accessori di casa, quasi come fosse un elemento tangibile, un altro arredo che concorre alla bellezza della casa. Ecco allora come fare per mantenere la casa sempre profumata, pronta per accogliere gli ospiti o semplicemente per far sentire bene noi e la nostra famiglia.

Le soluzioni per profumare la casa

Per profumare la casa le soluzioni tra cui scegliere sono diverse:

  • Deodoranti per ambienti da spruzzare
  • Deodoranti per ambienti a lento rilascio
  • Deodoranti antiodori
  • Oli ed essenze a lenta diffusione
  • Incensi
  • Candele profumate
  • Piante e fiori
  • Deodoranti per armadi, naturali o artificiali
  • Essenze naturali, da comprare ad esempio in erboristeria oppure da creare da sé.

Deodoranti artificiali
I deodoranti per ambiente da spruzzare sono probabilmente quelli da utilizzare di meno: contengono spesso infatti agenti inquinanti e dannosi anche per la salute (sono recenti ricerche e studi in tal senso, http://italiasalute.leonardo.it/news2pag.asp?ID=6661 ) e non sempre assorbono gli odori, coprendoli solamente con un risultato talvolta pessimo.

Alcuni deodoranti da spruzzare tuttavia potrebbero essere utili in bagno, per essere utilizzati solo nell’ovvia occorrenza e per un’azione “aggressiva”. Esistono tuttavia alternative più naturali anche per questo ambiente, come vedremo in seguito.

I deodoranti per ambiente a lento rilascio (quelli da attaccare alla corrente provvisti di ricariche, tanto per intenderci), possono invece risultare più efficaci, specie se le ricariche scelte sono a base naturale. Il consiglio è quello di utilizzare tali deodoranti magari all’ingresso della casa, dove l’impressione di un ambiente fresco e profumato deve essere immediata.

Esistono poi alcuni deodoranti detti “antiodori” proprio perché non diffondono di per sé fragranze particolari, ma perché assorbono semplicemente gli odori sgradevoli. Ideali per la cucina e per il bagno, questi deodoranti possono anche essere realizzati da sé.

Oli, essenze, candele e incensi

Gli oli e le essenze a lenta diffusione (quelle che utilizzano dei contenitori e dei bastoncini per intenderci), sono soluzioni davvero molto efficaci per mantenere a lungo gli ambienti profumati, in modo naturale, delicato e poco invadente, con sensazioni uniformi e ben distribuite. Ideali ad esempio per il soggiorno e/o l’ingresso. In commercio ne esistono davvero di ogni tipo: il consiglio è quello di provarli prima di acquistarli e trovare le fragranze più giuste per ogni ambiente della casa.

Gli incensi sono molto efficaci nel diffondere in modo immediato fragranze diverse e piacevoli, ma comunque piuttosto forti: da utilizzare nella zona giorno, ma non in cucina o in sala da pranzo e solo in alcuni casi in camera da letto.

Le candele profumate (meglio se naturali) sono ideali anche per creare atmosfera: zona giorno, ingresso, bagno o camera da letto sono i luoghi ideali in cui utilizzarle; data però la poca praticità delle stesse, il consiglio è di utilizzarle magari soltanto in presenza di ospiti.
Piante e fiori
Piante e fiori sono “dispenser di profumi” naturali: gli aromi che possono diffondere sono ineguagliabili, ma occorre fare molta attenzione. Soltanto chi è davvero capace di curare piante e fiori può pensare di utilizzarli anche come complemento “olfattivo”: se infatti non vengono curati bene, rischiano invece di produrre odori sgradevoli. Inoltre in ambienti come la camera da letto, le piante non dovrebbero entrare, o meglio non tutte..
Profumare gli armadi
I deodoranti per armadi servono a profumare abiti e accessori che rimanendo sempre al chiuso, possono essere forieri di odori poco gradevoli. Molto efficaci, anche se sul breve periodo, possono essere i sacchettini riempiti di potpourri, mentre più duratura è la soluzione che prevede l’utilizzo ad esempio di saponette alla lavanda oppure di rametti di lavanda, che soprattutto nei cassetti, lasciano abiti e biancheria freschi e profumatissimi.

Le essenze naturali fai-da-te per ogni ambiente della casa

Con le essenze naturali fai-da-te è possibile ottenere diversi vantaggi: intanto si può personalizzare l’effetto olfattivo con le fragranze preferite; in secondo luogo non si rischiano emissioni dannose per l’ambiente o per la salute; infine si possono ottenere ottimi risultati, cuciti su misura per ogni ambiente della casa.

Ogni stanza della casa infatti ha una particolarità legata all’olfatto, da rispettare e tenere a mente: la cucina, con gli odori di cottura; la sala da pranzo che deve invitare all’appetito (e spesso gli odori possono toglierlo, invece che invogliarlo…); il bagno che spesso profumato non è per ovvi motivi; la camera da letto, al mattino sempre da arieggiare per l’odore di chiuso che si accumula durante la notte e la sera da non profumare in modo aggressivo per favorire il sonno; l’ingresso, che è il luogo di accoglienza e dove si può osare un poco di più.

In questo articolo potete trovare diverse “ricette” per la preparazione del deodorante naturale fai-da-te più adatto per ogni ambiente:

http://www.erboristeriadelborgo.it/pulizia-della-casa-bio/228-detersivi-fai-da-te/1487-come-profumare-la-casa-naturalmente.html

Vale sempre, su tutti, un consiglio fondamentale per la questione odori in casa: aprire le finestre qualche minuto al giorno, anche in inverno, è sempre necessario per un corretto ricambio d’aria, che favorisce gli odori gradevoli e scaccia quelli sgradevoli. Inoltre, pulire la casa con detergenti profumati, meglio se naturali, aiuta sempre a mantenere odori gradevoli in tutti gli ambienti.



Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *