Pavimento in grès effetto legno ed effetto marmo

Per scegliere i pavimenti di casa non bastano un’occhiata veloce o un’idea vaga, servono tempo e dedizione. Perché il pavimento non è una cosa che si cambia ogni giorno, anzi: potrebbe anche rimanere per tutta la vita! Dunque bisogna concentrarsi su rivestimenti che non stanchino mai gli occhi e il gusto, facili da trattare e da pulire se si ha poco tempo a disposizione per le faccende di casa, difficili da rovinare soprattutto se in casa ci sono bambini e/o animali ed esteticamente adatti agli stili d’arredo e ai colori scelti per la casa, oppure a frequenti cambiamenti degli stessi.

Grès effetto legno ed effetto marmo

Si può fare anche al contrario: si può scegliere un pavimento e poi partire da quello per stabilire lo stile di tutti gli ambienti. In ogni caso il consiglio è sempre quello di non esagerare con le stravaganze: colori e finiture neutre ci aiuteranno ad arredare e decorare la casa a piacere e a cambiare frequentemente qualora l’allestimento dovesse stufarci.

Le stravaganze possiamo relegarle in ambienti piccoli e poco frequentati, oppure in qualche porzione di pavimento che voglia mettere in risalto una determinata area funzionale: sì perché in una stessa stanza possono convivere anche tipi diversi di pavimento.

Nel living ad esempio una superficie potrebbe delimitare l’area soggiorno, mentre un altro genere di rivestimento potrebbe caratterizzare invece la cucina. In questo modo si creano divisioni visive che però non impediscono alla luce e allo spazio di espandersi.

Fra le tante scelte possibili per il pavimento di casa, il grès è sicuramente quella più pratica: le piastrelle in ceramica infatti sono facili da pulire, difficili da rovinare e si mantengono belle nel tempo con poche accortezze.

Tuttavia ciò che potrebbe frenare la scelta di un grès a pavimento è proprio l’estetica: sono in tanti infatti a preferire il parquet, il marmo o il cotto in casa, proprio per le sensazioni visive e tattili che riescono a trasmettere. Sicuramente un interno con parquet è più adatto ad un arredamento caldo e accogliente, ad esempio, mentre le piastrelle si rifanno a un gusto forse più impersonale.

Esiste però la possibilità di unire estetica e praticità: le piastrelle in grès porcellanato infatti possono assumere aspetti differenti, del tutto simili ai materiali naturali originali. Per questo per la vostra casa potreste prendere in considerazione la scelta del grès porcellanato effetto legno e del grès porcellanato effetto marmo.

Grès effetto legno

Il grès effetto legno è un pavimento realizzato appunto in grès porcellanato ma rifinito visivamente come un pavimento in legno. La resa estetica è piuttosto efficace: all’occhio il pavimento appare effettivamente fatto di legno. L’unica differenza, in ogni caso molto importante per alcuni, è l’impressione al tatto.

Se infatti il legno appare caldo e inconfondibilmente ruvido sotto la pelle, il grès porcellanato apparirà sicuramente diverso e certamente non così caloroso. Chi preferisce il parquet a pavimento solitamente desidera anche quella sensazione che unicamente il legno sa regalare al tatto. Tuttavia il grès porcellanato effetto legno in alcuni casi garantisce anche una piacevole resa tattile.

Il consiglio è quello di provarlo, letteralmente: non recatevi in negozio soltanto per guardarlo. Toccatelo proprio con mano e anzi, se ve ne danno la possibilità, camminateci sopra a piedi nudi; capirete così immediatamente se il pavimento che state acquistando vi potrà regalare le sensazioni tattili che cercate.

Per quanto riguarda l’estetica invece non c’è da preoccuparsi: il grès porcellanato effetto legno ripropone tantissime essenze diverse, da quelle più chiare a quelle più scure, senza scordarsi le venature e proponendo formati del tutto simili a quelli del parquet.

Addirittura esistono mattonelle in grès porcellanato effetto legno pregiato, per rendere la casa decisamente elegante con in più i vantaggi pratici ed economici della ceramica.

Grès porcellanato effetto marmo

Per ottenere invece un effetto più lucido e brillante, anche se forse meno caloroso, ma sicuramente molto elegante, c’è il grès porcellanato effetto marmo.

La resa estetica anche qui è di altissimo livello: il grès porcellanato effetto marmo viene realizzato con tecniche avanzate, utilizzando materie prime e minerali miscelati, utili a ottenere risultati visivi ancora più veritieri.

Anche in questo caso esistono molte estetiche differenti fra cui scegliere: colori e finiture diverse ricordano la pietra naturale nelle sue più varie manifestazioni; è possibile ottenere le venature e il fascino anche delle pietre più rare.

Posa del gres: attenzione alle fughe!

Naturalmente, nonostante la resa estetica, sia nel caso del grès porcellanato effetto legno, sia nel caso del grès porcellanato effetto marmo, si tratta di pavimenti in ceramica. Le piastrelle dunque, per quanto possano presentarsi con formati simili a quelli del parquet o della pietra, vanno posate con i giusti materiali e le giuste tecniche. Fondamentali dunque per la tenuta del pavimento sono le fughe.

Se scegliete un pavimento di questo genere cercate un ottimo piastrellista: le fughe infatti devono essere il più possibile sottili, altrimenti l’effetto estetico che vuole riprodurre il legno o il marmo verrà disatteso. E’ anche importante che il colore della fuga venga scelto in accordo con quello delle mattonelle.

Vantaggi del grès porcellanato

I vantaggi della scelta di un pavimento in grès porcellanato effetto legno o effetto marmo sono dunque evidenti:

  • Una resa estetica del tutto simile a quella degli elementi naturali a cui si ispira
  • Facilità di pulizia
  • Durabilità
  • Resistenza all’usura
  • Prezzi più bassi dei relativi materiali naturali

Svantaggi del grès porcellanato

Naturalmente questo genere di pavimenti ha anche degli svantaggi:

  • Effetto tattile non proprio identico a quello dei materiali naturali relativi
  • Una posa difficile: il piastrellista deve fare molta attenzione alle fughe, che potrebbero rovinare l’effetto estetico finale


Tags:

Una risposta

  1. Chiara Supergres

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *