Come dipingere casa

Le pareti di casa sono l’anima strutturale della nostra abitazione, ma anche l’orizzonte visivo che ci accoglie e ci fa compagnia durante la giornata: ecco perchè sceglierne i colori significa scegliere anche il carattere della nostra abitazione. Si tratta di un lavoro che viene generalmente svolto dagli imbianchini, artigiani specializzati in questa operazione, ma lo possiamo fare da soli. Dipingere casa con il “fai da te” non è poi così difficile: basta sapere come fare e avere un po’ di pazienza e accortezza. In questo modo si riesce anche a risparmiare cifre rilevanti rispetto al lavoro commissionato.

In questo articolo, oltre ai consigli pratici per sapere come dipingere casa, per scegliere la pittura e gli attrezzi necessari all’ operazione, troverete anche una serie di preziosi consigli su quali colori scegliere nei vari ambienti e su come abbinarli al resto degli elementi domestici, come mobili ed elementi di arredo.

Come dipingere casa

Dipingere casa

A volte non ce ne accorgiamo, ma i colori permeano tutta la nostra vita, anche quella casalinga. Sono la gioia o il dolore dei nostri occhi, la prima caratteristica degli oggetti, che vediamo.

E forse non tutti sanno che ogni colore ha delle proprietà, soprattutto in relazione all’ambiente domestico, e da ognuno scaturiscono delle qualità per le pareti di casa nostra, a partire dal bianco fino al viola, passando per giallo e blu, che possono migliorare la nostra vita casalinga.

Quella del dipingere casa è ritenuta da molti una operazione problematica sia per l’impegno in fato di spostamento di mobili e suppellettili, sia per la spesa. Vediamo quindi come è possibile farlo da soli, grazie a questa guida che spiega come scegliere i colori più adatti e come e applicarli da sé alle pareti, riducendo le spese.

Le funzioni dei colori sulle pareti

I colori possono svolgere molte funzioni se abbinati alle pareti quando andate a dipingere casa:

  • dare luminosità
  • allargare visivamente lo spazio
  • donare energia
  • rilassare gli occhi e la mente
  • dare un tocco di allegria
  • dare una carica di stile tutto personale all’ambiente
  • permettere di giocare con i colori di arredo e accessori

Prima di scegliere un colore per dipingere casa secondo il proprio gusto, il proprio carattere e la propria personalità, è bene anche tenere conto di altri fattori correlati agli ambienti da pitturare, ossia:

  • illuminazione naturale e/o artificiale
  • funzione principale cui sono destinati

dipingere casa

Strumenti e attrezzi per dipingere casa

Oltre al colore, per dipingere casa e tinteggiare le pareti vi serviranno naturalmente tutta una serie di accessori, tra i quali:

  • carta vetrata, per carteggiare i muri da imperfezioni in rilievo e protuberanze
  • stucco e paletta, per coprire gli eventuali buchi nel muro
  • almeno 2 rulli per ogni persona che lavorerà alla tinteggiatura, provvisti ognuno di bastone allungabile per le parti più alte
  • un pennello piccolo e uno grande, a setole non troppo morbide, per ogni persona, per rifinire angoli e particolari
  • carta adesiva apposita, per coprire interruttori, zoccoli, battiscopa, etc
  • griglie da applicare ai secchi per strizzare i rulli prima di applicare il colore (una griglia per secchio), così la pittura non va sprecata
  • due secchi per ogni colore
  • grandi quantità di nylon da mettere a terra assieme ai giornali
  • almeno una scala a persona

Come dipingere casa: le pareti

Le fasi pratiche della “tinteggiatura”, che sarebbe il termine tecnico con cui si indica l’operazione di dipingere casa, o meglio le sue pareti, sono le seguenti:

  • applicare il nastro adesivo a zoccoli, battiscopa, interruttori, stipiti, etc
  • stendere i nylon e fissarli a terra con il nastro adesivo; applicare poi sopra strati di giornali vecchi, per assorbire l’eventuale caduta copiosa di colore; stendere i nylon anche sugli eventuali mobili spostati tutti verso il centro della stanza
  • versare una parte del colore in un secchio e diluirlo con acqua o acqua ragia a seconda del tipo di pittura scelta e delle indicazioni delle istruzioni; non diluite mai tutta la pittura in una volta: se doveste avanzarla, si deteriorerebbe in fretta. La pittura non diluita si conserva anche fino a 3 anni
  • coprire un altro secchio con la griglia
  • vestirsi con abiti di cui ci importa poco, proteggere i capelli con cappellini o cuffie impermeabili dopo averli legati se sono lunghi, infilarsi i guanti per le mani
  • iniziare a tinteggiare: immergere il rullo nel colore, passarlo più volte sulla griglia posta sull’altro secchio e applicare il colore al muro; per una copertura uniforme stendete il colore in obliquo, prima da destra e subito dopo da sinistra, formando delle specie di grandi frecce; quando le pareti sono coperte di colore per la maggior parte, prendere i pennelli e rifinite angoli e particolari; salite sulla scala se necessario per i punti più alti
  • lasciate una striscia bianca di qualche centimetro (a meno che il colore scelto non sia il bianco) a partire dal soffitto: aiuta ad ampliare visivamente lo spazio
  • quando una stanza è conclusa, lasciate asciugare per almeno 12 ore lasciando aerato il locale
  • ripetere l’operazione per una seconda mano
  • se rimangono macchie di stesura, passare una terza mano
  • ripetere le operazioni per ogni colore e per ogni stanza, usando secchi diversi. I rulli e i pennelli basta lavarli con cura.

Questi consigli valgono in linea generale per una normale tinteggiatura. A seconda però che il muro sia già stato trattato, che sia nuovo o che sia ricoperto da tappezzeria, la preparazione dello stesso varia. Per i dettagli di questi casi particolari potete visitare il sito Waybricolage.

Come pulire le macchie di vernice

Nel caso che, nonostante la vostra accurata preparazione, durante i lavori per dipingere casa il colore cada su pavimenti, oggetti, mobili o porte, seguite le istruzioni della pittura scelta per ripulirle:

  • idropitture
    basta un panno inumidito con acqua
  • pitture acriliche
    ci vuole olio di gomito e acqua ragia: ricordatevi in questo caso di proteggere le mani con i guanti, poiché l’acqua ragia può bruciare la pelle a contatto prolungato

Dipingere il soffitto

Qualora scegliate di utilizzare colori diversi dal bianco per dipingere casa, si consiglia di lasciare comunque il soffitto bianco: questo permette di spezzare un po’ il risultato del colore e di ampliare visivamente lo spazio.

Effetti speciali di tinteggiatura

Se siete bravi ed esperti di bricolage, oppure se volete far fare il lavoro da un imbianchino di mestiere, gli effetti che si possono ottenere con la pittura quando andrete a dipingere casa sono diversi; ecco alcune denominazioni di tali effetti, che potrete farvi illustrare dall’esperto che chiamerete, e che necessitano comunque l’acquisto di vernici e strumenti appositi nel caso voleste fare da soli:

  • stucco antico
  • terre fiorentine
  • antico damasco
  • marmorino
  • stucco veneziano
  • antico etrusco
  • velature

Approfondire l’arte del dipingere casa

  • Web color http://www.colorehobby.it
    In questo sito è possibile tenere d’occhio tutte le novità in fatto di colori per dipingere casa.
  • Baldini vernici http://www.baldinivernici.it
    Sul sito è possibile vedere le gamme di colori disponibili appartenenti alle diverse linee, e scegliere il punto vendita più vicino.
  • http://www.covemavernici.com
    Dal sito è possibile acquistare le vernici per dipingere casa e dowloadare le schede tecniche dei prodotti.

Dipingere casa: scegliere la pittura

Pittura murale: come sceglierla

Una volta che avete deciso quale colore donare alle vostre pareti, ecco presentarsi un secondo problema: quale tipo di pittura murale scegliere per dipingere casa.

Ebbene, anche questa è una decisione critica, addirittura cruciale, sicuramente più importante della precedente. La prima è infati una questione puramente visiva, che al massimo può avere effetti positivi o meno sul vostro benessere psicologico, mentre la seconda – in caso di errore – comporta conseguenza pratiche abbastanza serie sulle tenuta e durata dello strato di pittura, e persino sulla salute di chi abita quella casa.

I passi da fare per comprare la pittura per dipingere casa sono:

  • una volta scelti i colori e gli accostamenti, dovrete fare uno sforzo di immaginazione molto forte e il più veritiero possibile. Ancor meglio se riuscite a crearvi con l’ausilio del computer dei modelli in 3D delle stanze, colorate con le tinte scelte, per vederne l’effetto e decidere definitivamente.
  • decisi i colori, ci si accinge a misurare i metri quadrati da dipingere con ogni singola tinta: misurate la larghezza di ogni parete e moltiplicatela per l’altezza della casa; fatelo per ogni parete e per ogni singolo colore. Calcolate poi che ogni parete necessiterà in linea di massima almeno di due mani di colore e arrotondate le quantità sempre per eccesso, in quanto gli errori durante la stesura possono essere molti e colore in più potrebbe sempre rivelarsi utile
  • una volta che ci si è fatti un’idea di quali e quanti colori comprare, il passo successivo è quello di scegliere dei colorifici dotati di tintometro.

Meglio il tintometro

Il consiglio più importante, derivante da esperienze negative subite, è quello di acquistare soltanto tinte già preparate per dipingere casa, dotate di un codice di riconoscimento, che individua per l’apparecchio in questione, il tintometro appunto, in quale quantità mischiare i diversi colori primari e secondari; il colore così ottenuto si è in grado di ottenerlo più volte, senza rischiare di sbagliare le dosi e lo si può ricomprare qualora ci possa servire per dei ritocchi in seguito a macchie e a interventi murali.

A meno che non siate degli esperti, non cercate quindi di creare da voi le tinte: risulta difficile ottenere il colore che si desidera, sbagliando a volte le dosi si rischia di comprare una grande quantità di colori primari spendendo alla fine più di un colore realizzato col tintometro, è impossibile ottenere di nuovo la stessa tinta a distanza di tempo, per realizzare dei semplici ritocchi, e si è costretti quindi a ritinteggiare intere pareti.

Si spende un po’ di più per i colori già pronti, ma l’investimento iniziale ripaga in corso d’opera. Ogni negozio dotato di tintometro, mette poi a disposizione dei cataloghi in cui scegliere le tinte e le sfumature che si desiderano, che solitamente sono centinaia.

Ricordatevi che l’effetto che vedete su un piccolo rettangolo di carta, una volta messo su parete sarà alquanto amplificato: scegliete quindi sempre colori che sulla carta risultano un po’ meno intensi di quel che avevate in mente.

Scegliete il tipo di pittura per dipingere casa

Ma quali sono in definitiva le tipologie di vernice per dipingere casa (meglio detta pittura murale) che possiamo scegliere al momento in cui ci troviamo a dover dipingere le pareti, interne o esterne, della nostra abitazione?

  • Idropittura
    A base d’acqua e atossica, è quella più consigliata per gli interni, anche perché risulta facile da pulire (basta utilizzare un panno imbevuto d’acqua); l’unico svantaggio è che non è adatta ad ambienti umidi o per esterni, dato che offre scarsa resistenza da questo punto di vista.
  • Acrilica
    Ha una buona resa visiva, ma purtroppoanche ha un odore pungente dovuto al solvente usato; può essere quindi tossica ed è molto difficile da pulire; va diluita con l’acqua ragia, che oltre a essere fastidiosa al naso, può essere nociva e bruciante per occhi e pelle. Lo stesso prodotto è necessario per la pulizia dei pennelli e degli attrezzi.
  • Idropittura traspirante
    Non è proprio facilissima da pulire, ma è adatta anche per gli ambienti umidi, in quanto non forma condensa
  • Pitture isolanti
    Costano un po’ di più rispetto a tutte quelel viste sino a ora, ma aumentano le proprietà isolanti (sia dal punto di vista termico che acustico) di una casa.

Calcolare quanta pittura serve

A seconda di quanti metri quadri può coprire una latta di colore del tipo di pittura che avete scelto, calcolate (tenendo conto dei risultati ottenuti dalle superfici che dovete tinteggiare) quante latte per colore vi serviranno per dipingere casa.

Una volta arrivati a casa con le latte, segnatevi (su un foglio che conserverete con grande cura) dove avete acquistato i colori e i codici del tintometro, dati essenziali che corrispondono ad ognuno di essi; se non è stato già fatto segnate con un pennarello indelebile codici e indirizzo del negozio sul coperchio di ogni latta: tali informazioni potrebbero servirvi in futuro in caso di ritocchi.

Dipingere casa: scelta dei colori

Colori per dipingere casa

La scelta dei colori che impiegheremo per dipingere le pareti delle stanze della nostra casa è certamente soggettiva, perchè questi ambienti devono piacerci, ma è anche bene saper che ogni colore ha un suo particolare effetto sulla nostra anima; inoltre non tutti sanno che l’accostamento dei colori è una vera e propria “arte” visiva, basata su alcune semplici regole che è bene conoscere. Infine, ogni stanza preferisce una scelta tonale e cromatica che la rende più adatta al suo ruolo.

Con questo paragrafo vediamo nel dettaglio quali sono le proprietà dei colori e quali funzioni quindi possono svolgere singolarmente.

Per ogni tipo di colore che userete nel dipingere casa, ricordate che le sfumature più decise sono quelle che denotano un carattere più forte, ma possono stancare più facilmente, mentre le sfumature pastello possono ravvivare l’ambiente senza dare troppo nell’occhio: scegliete quindi per ogni colore le sfumature che più si adattano alla vostra personalità.

  • Bianco
    Il bianco è il colore più utilizzato per dipingere casa. Le sue proprietà sono note a tutti: dona luminosità, allarga visivamente lo spazio ed è sempre attuale e di classe. Gli svantaggi sono che si sporca facilmente e rischia di diventare impersonale se non lo si abbina a scelte forti nell’arredo e negli accessori dei vari ambienti della casa. Per non scendere nel banale e non sembrare troppo austeri, si consiglia di utilizzare sfumature di bianco come il panna oppure di venare il bianco con tinte pastello molto chiare, come il giallo.
  • Giallo, arancione e rosso
    Si tratta di due colori primari (il giallo e il rosso) e del colore secondario che risulta dalla loro unione (l’arancione). Tali colori, in tutte le loro sfumature, più o meno chiare, più o meno intense, più sul rosso o più sul giallo nel caso dell’arancione, sono conosciuti come colori caldi. Sono caldi per evocazione: ricordano il sole, il fuoco, quindi il calore. Ma ricordano quindi anche estate, vacanze. Per questi due motivi, tali colori hanno proprietà energizzanti e di luminosità: danno allegria, forza, voglia di fare, in una parola portano il sole in casa.
  • Blu, viola e verde
    Il blu è un colore primario. Gli altri sono due secondari, che derivano appunto dal blu unito con rosso (e si ottiene il viola) e giallo (e si ottiene il verde). Tali colori, comprese tutte le loro sfumature più o meno chiare (che a volte generano veri e propri colori nuovi, come il lilla), sono detti freddi. Anche qui, tali colori sono freddi perché evocano principalmente l’acqua, il mare, i laghi, o la pioggia e il cielo plumbeo, quindi l’inverno. Per questi motivi, sono considerati colori con proprietà rilassanti, in quanto ricordano quando ci si rifugia in casa nelle stagioni fredde, oppure quando in casa si trova il fresco che non c’è nei pomeriggi estivi all’esterno (per questo tali colori sono usati anche molto nelle case al mare). Ma sono rilassanti anche per come colpiscono l’iride e conseguentemente il cervello: dato che allargano visivamente gli spazi, tendono a dare una sfumatura di tranquillità alla mente.
  • Rosa e lilla
    Il rosa è il rosso unito al bianco, il lilla è un colore secondario, il viola, anch’esso schiarito col bianco. Possono assumere diverse sfumature, che sfociano spesso in colori altri molto diffusi, come il fuxia, il rosa shocking, etc. Tali tinte, nelle sfumature più intense, se utilizzate in casa donano una certa dose di elettricità, oltre a caratterizzare in modo molto forte e personale gli ambienti. Negli altri casi, quando le tinte derivanti da questi colori sono molto delicate e romantiche, riescono a trasmettere sensazioni di intimità e rilassamento.

Colori ideali per dipingere i vari ambienti della casa

Proprio per le proprietà intrinseche dei colori ogni ambiente della casa può essere dipinto diversamente, a seconda della funzione che ricopre.

Cucina

E’ una delle zone giorno più importanti della casa. Spesso le composizioni di mobili ed elettrodomestici in cucina hanno già di per sé colori forti, proprio perché questo ambiente permette di sbizzarrirsi molto con le tinte.

Dato appunto che si tratta di una zona giorno, sono consigliati colori caldi ed energizzanti, come:

  • giallo
  • rosso
  • arancione

magari ben abbinati con altri. Ma possono andar bene anche

  • blu e le sue sfumature
  • bianco classico

questt’ultimo ideale per ampliare visivamente gli spazi. In cucina potete osare anche con tinte forti e intense a vostro gusto.

Soggiorno

Altro discorso meritano invece le zone adibite a giorno. Il soggiorno è il luogo dove passiamo il nostro tempo attivo in casa e dove accogliamo gli ospiti. Oltre al bianco, che può adattarsi a ogni ambiente, anche qui sono consigliate tinte calde, magari un poco più soffuse, più “pastello”, per non dare troppo nell’occhio e per renderle un poco più rilassanti.

Camere da letto

Negli ambienti destinati alla notte sono consigliate assolutamente le tinte fredde, per favorire il relax e il riposo.

Per le camerette dei ragazzi, scegliete possibilmente tinte neutre e non legate al sesso dei piccoli (per esempio rosa per le femminucce e azzurro per i maschietti), e magari rendetele più intense, perché ai bambini le tinte forti piacciono e inducono all’attività e al gioco.

Se siete dei tipi un po’ fiacchi, nati stanchi come si dice, che la mattina si svegliano già assonnati, tinteggiate con colori caldi anche la zona notte: vi daranno energia già dal mattino.

Bagno

Anche nel bagno vi potete sbizzarrire con colori forti, su cui magari giocare con accessori e arredo in tinta sia per colori che per forme. Azzardate dal rosa, al viola, al lilla al blu elettrico.

Ingresso

Per l’ingresso, spesso senza sbocchi di luce propri, sono consigliati colori che ampliano visivamente lo spazio e la luce. Il bianco è sempre una buona soluzione in questi casi.

Zone di servizio

Per sgabuzzini, disimpegni, lavanderie, etc, potete nuovamente sbizzarrirvi: le tinte forti, che a lungo andare potrebbero stancare negli altri ambienti, qua potrebbero invece starci perfettamente, in quanto sono zone che vengono usate di rado rispetto alle altre stanze.

Seguire il Feng Shui

Per conoscere una delle teorie più famose sulla cromoterapia nell’ambiente domestico, rifatevi al Feng Shui, una disciplina orientale che studia come star bene con l’ambiente circostante e che getta un particolare occhio sui colori delle pareti in casa.

Dipingere casa: accostamenti di colori

E’ possibile innanzitutto scegliere tra due tipi cromatici di casa:

  • monocromatica
    scegliete un colore che riassuma tutte le vostre esigenze e con quello pitturate ogni stanza della vostra casa. Personalizzerete poi ogni ambiente con note di colore negli arredi e negli accessori
  • policromatica
    scegliete un colore predominante in ogni ambiente della vostra casa; in alternativa ogni ambiente potrà avere addirittura due colori oppure scegliete due colori per tutta la casa e alternateli secondo criterio e logica.

Nel caso scegliate più colori e scegliate di abbinarne due insieme, i consigli sono diversi e prevedeono di accostare colori tra loro molto:

  • contrastanti
    dipingere casa con un colore freddo abbinato a uno caldo
  • complementari
    abbinarne due con una tinta primaria in comune, o che siano uno una sfumatura dell’altro.

I modi per accostare due colori nelle pareti di un’ambiente sono molteplici:

  • una parete di un colore, tutte le altre dell’altro
  • due pareti frontali di un colore, le altre due dell’altro
  • due pareti contigue di un colore, le altre due dell’altro

Nel caso scegliate una parete soltanto, essa dovrà essere colorata con la tinta più intensa che avete scelto fra le due: nella camera da letto potrebbe essere la parete dietro al letto, per dare carattere alla stanza ma non stancare gli occhi e il gusto; nella cameretta dei ragazzi potrebbe essere la parete attigua allo studio e al gioco; in cucina e in soggiorno potrebbe essere la parete più libera.

In questo caso potete scegliere due colori fra di loro anche molto contrastanti. Se scegliete invece di dipingere casa con due pareti alternate a coppie, ossia due di un colore e due di un altro, è consigliato che le tinte scelte siano cromaticamente vicine fra loro, complementari o sfumature l’uno dell’altro: sceglierle troppo contrastanti in questo caso potrebbe risultare stancante e sbagliato, creando brutture estetiche.

Accostamenti di colore suggeriti per dipingere casa

Gli accostamenti possibili per dipingere casa nel caso voagliate due tinte contrastanti possono essere:

  • bianco e rosso
  • bianco e blu
  • verde e giallo
  • rosso e giallo

Gli accostamenti possibili di colore nel caso di due tinte simili possono essere:

  • viola e lilla
  • blu e azzurro
  • giallo e arancione
  • arancione e rosso
  • bianco e giallo chiaro
  • verde e blu

Ovviamente gli accostamenti di colori possibili per dipingere casa sono infiniti, dipendono dai gusti personali e dalle innumerevoli tinte e sfumature della gamma completa dei colori. Prima di scegliere un accostamento in via definitiva, provatelo su carta o trovate immagini, magari da internet o su cataloghi di arredamento, che rispecchino le vostre intenzioni, per vedere l’effetto che i due colori fanno insieme.

69 Commenti

  1. Giovanni Lattanzi
  2. Alessio
  3. cofield.it
  4. Davide
  5. Giovanni Lattanzi
  6. DE MORI GIOVANNA
  7. Giovanni Lattanzi
  8. concetta
  9. Giovanni Lattanzi
  10. salvo
  11. Giovanni Lattanzi
  12. Uccio
  13. Antonella
  14. Ettore
  15. antonia
  16. salvatore
  17. Giovanni Lattanzi
  18. antonella
  19. ROSY
  20. Giovanni Lattanzi
  21. Marco
  22. Giovanni Lattanzi
  23. rossella iuliano
  24. costantino
  25. Damianoi
  26. redazione
  27. capuano maurizio
  28. Carla
  29. dori
  30. dori
  31. gioia
  32. goal
  33. goal
  34. carla
  35. valentina
  36. Dadà
  37. giusi
  38. Alessandra
  39. maria
  40. maria
  41. albert
  42. alessandro
  43. Giovanni
  44. Giovanni
  45. Giovanni
  46. Giovanni
  47. Giovanni
  48. Giovanni
  49. Giovanni
  50. Giovanni
  51. Giovanni
  52. camillo
  53. paul
  54. Mirco
  55. davide
  56. Loredana
  57. genni
  58. paola
  59. peppe ratto
  60. rosa
  61. rosa
  62. rosa
  63. alessio
  64. marialuisa
  65. angela
  66. roberto
  67. fortunato
  68. giovanni
  69. giovanni

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *