Carta Pirkka

Pirkka è il nome di un tipo di carta particolare, perché strutturata sotto forma di fili, una carta derivata dall’abete. Si tratta di un’arte che nasce in Finlandia. I fili pirkka sono impiegati in molteplici hobbies femminili, nella realizzazione di gioielli, nella creazione di fiori, si usano nella tessitura, nel cartonaggio, nello stamping. Diffuso è l’uso di questo filo soprattutto per gli abbellimenti delle bomboniere. In Italia la Twist Art lo ha diffuso nel mercato.

Proprietà della carta Pirkka

Le sue proprietà lo rendono interessante perché resiste alla luce e all’acqua. L’altra sua caratteristica è che il colore sul filo è cangiante e pieno di sfumature, questo deriva dal fatto che la carta viene prima attorcigliata su se stessa e poi tinta. Viene immersa in vasche piuttosto grandi non permettendo al colore di penetrare all’interno ed ecco perché alcune parti rimangono addirittura bianche.

E’ sicuramente un’arte che non richiede grandi doti manuali, ma solo inventiva e, seguendo i piccoli accorgimenti descritti, vedrete che riuscirete con facilità a realizzare piccoli capolavori.

Carta Pirkka

Lavorare con i fili Pirkka

Per lavorare con i fili occorrono poche cose, adattabili poi in base al progetto da realizzare, ma basta procurarsi pochi strumenti per poter iniziare con i primi esperimenti.

fili Pirkka

Nel tempo, comunque, l’attrezzatura non crescerà in quanto non sono molti i materiali da procurarsi per quest’hobby.

  • Fili pirkka
    esistono diversi tipi di filo: piatto, sottile, metal, micro, vite, macro. Esso viene venduto nei negozi di hobbistica, negli eshop nella categoria hobbies e ha un costo molto contenuto. I colori da scegliere sono vari e potete sbizzarrirvi.
  • Forbici
    sono sufficienti le forbici adatte a tagliare la carta, quindi meno specifiche rispetto a quelle usate per la stoffa. Bastano anche un paio di forbici acquistate in un supermercato o in cartoleria.
  • Fil di ferro
    per realizzare i fiori viene usato il fil di ferro per rappresentare il gambo, spesso quello di colore verde. Lo trovate sia dal ferramenta che dai fioristi.
  • Guttaperca
    è un nastro elastico di colore prettamente verde, usato per lo più dai fioristi, che troverete utile nella decorazione del gambo.
  • Colla
    solitamente si usa quella vinilica.
  • Pennellini
    potete aiutarvi con questi per stendere la colla in maniera uniforme sui fili di pirkka.
  • Pinze a punta conica
    servono per dar forma al fil di ferro che, spesso, deve essere modellato.
  • Tronchesine
    sono necessarie per tagliare il fil di ferro nella misura che vi occorrerà.

Come fare una rosa pirkka

Il materiale per questo progetto è: carta pirkka, per i colori ispiratevi ai fiori reali attenendovi quindi al rosa, rosso, giallo e per le foglie al verde. Con le sfumature di colore possedute da questo filo vi renderete conto di quanto i dettagli sembreranno più realistici rispetto ad una creazione con la carta crespa. Per sostenere lo stelo useremo del fil di ferro, se è possibile, sempre per un desiderio di oggettività, sarebbe preferibile verde, inoltre dovrete usare la guttaperca, che potrete acquistare presso i fioristi o nei negozi di hobbistica. Per compattare il tutto sarà necessaria della colla vinilica.

Dovete ricavare, dai fili pirkka, dei rettangoli con una misura di altezza di sei centimetri; da questi rettangoli, poi, vanno ritagliati dei petali, facendone due gruppi, il primo dalle dimensioni maggiori e il secondo con fattezze più piccole. Per far sì che l’effetto sia veritiero dovrete cercare di arricciare l’estremità verso il basso, potete prendere ad esempio una matita e far arrotolare il petalo su di essa fino ad accompagnarlo a prendere la piega giusta.

Distribuite la colla vinilica nella parte inferiore di un petalo e arrotolatelo sul fil di ferro, creando con quest’ultimo un uncino per bloccare il fiore. Proseguite incollando, in maniera alternata, i petali più grandi e poi quelli più piccoli, cercando di assieparne di più nella parte inferiore del fiore. Quando ritenete che la rosa sia delle dimensioni sperate allora è quello il segnale che avete aggiunto i petali sufficienti.

Con la carta pirkka, di colore verde, ritagliate le foglie che andrete a forare per poi inserirle nel gambo precostituito. Fissatele con la guttaperca e un po’ di colla. La guttaperca andrà anche arrotolata lungo tutta la lunghezza del fil di ferro per nascondere questa struttura e trasformarsi in un perfetto gambo.

Per approfondire

  • I fiori di chincoio
    http://www.ifioridichincoio.com/public/Lezioni/La%20rosa.pdf
    Troverete un file in formato pdf da scaricare con le indicazioni dei materiali necessari per il progetto della rosa e le istruzioni corredate da immagini, così da rendere semplice il lavoro.
  • Hobby donna
    http://www.hobbydonna.it/component/option,com_libri/Itemid,536/catid,346/
    Il link rimanda a numerosi titoli di libri interessanti in quanto ognuno si occupa delle creazioni con i fili a vari livelli e sotto vari aspetti, quindi potete scegliere quello che vi colpisce di più.
  • Arte deco
    http://www.artedeco.org/component/virtuemart/fili-nastri-e-cordini/rafia-carta-e-pirkka
    Un esempio di eshop dei fili con prezzi interessanti.

Autrice dell’articolo Elisabetta Valeri

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *