Conto corrente remunerato

Il conto corrente remunerato è un conto deposito che a fronte di un’operatività limitata garantisce al correntista zero spese di gestione. Esso assicura la totale assenza delle voci che solitamente gravano sul nostro portafoglio, come i bolli, le spese di apertura, le commissioni, ecc.

Con questo tipo di conto è possibile mettere al sicuro i nostri risparmi e, allo stesso tempo, incassare un interesse. Nella difficile situazione di incertezza dei mercati in cui si trova il paese, questa è la scelta a cui ricorrono sempre più correntisti.

Conto corrente remunerato

Vantaggi del conto deposito remunerato

Il conto remunerato è un vero e proprio strumento di investimento, che offre sostanzialmente due vantaggi:

  • liquidità
    il saldo del conto remunerato è sempre disponibile in qualunque momento;
  • zero spese di gestione
    non sono previste spese di bolli o commissioni, ne canoni di gestione;
  • interesse
    in base al contratto offerto sono previsti interessi solitamente superiori a quelli del classico conto corrente, comunque superiori al tasso di inflazione;

Quando scegliere un conto remunerato come forma di investimento

La rendita offerta da un conto remunerato è leggermente più alta di quella conseguibile con i Bot. Per questo motivo, sempre più risparmiatori preferiscono questo tipo di conto ai classici strumenti di investimento, come Bot e Cct.

La scelta del conto remunerato è consigliata in tutti quei casi in cui il risparmiatore vuole parcheggiare il suo capitale per un determinato periodo e, nello stesso tempo, percepire un tasso di interesse accettabile, avendo comunque la liquidità in caso di bisogno.

Garanzie offerte dal conto deposito remunerato

Si tratta di un conto deposito assolutamente sicuro, quindi adatto a piccoli risparmiatori, famiglie, con una propensione al rischio bassa. I risparmiatori che si avvicinano a questa tipologia di conto possono comunque stare tranquilli. L’unico pericolo in cui si può incorrere, infatti, resta il default dell’Istituto di credito.

In questo caso arriva in aiuto il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che mette a disposizione una garanzia fino a 100.000 euro a tutela delle somme versate.

Consigli prima di aprire un conto deposito

Prima di aprire un conto deposito, soprattutto per importi di denaro molto elevati, è bene raccogliere informazioni su particolari aspetti che riguardano la Banca specifica, come:

  • solidità patrimoniale e finanziaria della banca;
  • piani e strategie di investimento studiate dall’Istituto di credito per far rendere il capitale depositato. A questo proposito, si consiglia di verificare che l’investimento delle somme depositate sui conti deposito sia effettuata direttamente dalla Banca tramite una tesoreria centralizzata, con titoli con rating da A a AAA;

Interesse offerto da un conto remunerato

Rispetto ad un conto di deposito libero, che solitamente offre un tasso annuo nominale lordo non superiore al 2,50%, il conto deposito remunerato è in grado di garantire un interesse superiore, specialmente se si decide per un vincolo temporale di giacenza.

Tali linee temporali di vincolo prevedono i seguenti scaglioni:

  • 3 mesi
  • 6 mesi
  • 12 mesi
  • 18 mesi
  • 24 mesi

Scegliendo di impegnare e lasciare in giacenza il nostro denaro per lo scaglione di 18 mesi, per esempio, si può raggiungere un tasso di interesse annuo nominale lordo superiore al 4,50%.

Per quanto tempo lasciare i risparmi su un conto deposito remunerato

Per rispondere a questo quesito dobbiamo analizzare i nostri progetti e le nostre aspettative. Per semplicare, potremmo dire che il tasso di interesse varia in base al tempo in cui viene lasciato in giacenza. Prendiamo ad esempio un deposito di 10.000 euro, l’interesse varierà secondo questa modalità:

Vincolo – Tasso lordo – Tasso netto – Totale interessi – Capitale

—————————————————————————————–

3 mesi – 4,20% – 3,36% – 84 euro – 10.084 euro

6 mesi – 4,40% – 3,52% – 176 euro – 10.176 euro

12 mesi – 4,80% – 3,84% – 384 euro – 10.384 euro

24 mesi – 5,20% – 4,16% – 832 euro – 10.832 euro

Punti da verificare prima della stipula del conto remunerato

  • Tasso di rendimento per i nuovi clienti
    alcune banche offrono interessi ancora più convenienti per i nuovi clienti
  • Linee di vincolo proposte dalla banca
    il prelievo prima della scadenza del vincolo prevede la perdita degli interessi maturati quindi, a parità di rendimento, è meglio scegliere la banca che offre il maggior numero di opzioni
  • Spese di apertura e/o gestione
    in genere le banche che offrono questi servizi assicurano conti deposito a zero spese
  • Svincolo anticipato
    in caso di svincolo delle somme prime della scadenza del vincolo, assicurarsi di non incorrere in penali o costi aggiuntivi
  • Reputazione dell’Istituto di Credito
    meglio optare per Istituti già conosciuti, che in genere offrono un maggior rendimento


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *