Come scegliere il conto corrente

Per depositare il denaro, farsi accreditare lo stipendio, la pensione, o per procedere all’invio di bonifici o riceverne, il conto corrente serve a chiunque. Ma non tutti sono uguali; le banche offrono, infatti, numerose opzioni ed è importante scegliere quella che più soddisfa le proprie esigenze, in base alle consuete operazioni che andrete a compiere e ai potenziali vantaggi.

Come scegliere conto corrente

Come scegliere il conto corrente

Quando si tratta di dover scegliere il conto corrente, in un’epoca sempre più evoluta e dominata da internet, il primo ostacolo da superare è tra la scelta di un conto corrente tradizionale oppure per un conto on line, un’opzione che sta prendendo sempre più piede per via delle condizioni spesso davvero vantaggiose che offre.

Il conto corrente on line ha più vantaggi di tipo economico, ha meno tasse, canoni annui, spesso pari a zero, ed è più indicato per una clientela più giovane, che non ha timore di gestire in internet tutte le proprie operazioni senza l’assistenza di un impiegato di filiale. Il conto on line, infatti, si appoggia a una banca virtuale e tutto, dalle operazioni all’assistenza, quando necessario, è gestito via internet.

Il conto tradizionale, invece, offre al cliente la possibilità di interfacciarsi sempre con la banca in caso di problemi. Anche in questo caso, molte delle operazioni possono essere effettuate on line, evitando così file presso gli sportelli, ma resta sempre la possibilità di recarsi fisicamente presso la filiale, se preferite o se avete necessità di consultare un addetto della consulenza.

Risolta questa prima questione, non vi resta che confrontare le varie offerte che la banca mette sul mercato. In base alle vostre esigenze, diverse banche propongono l’apertura di conti correnti a prezzi vantaggiosi soprattutto per studenti, giovani under 35 e pensionati.

Esistono anche conti correnti pensati esclusivamente per le famiglie e conti correnti per le aziende. La cosa migliore per destreggiarsi in questo finito mare di opzioni è fare una ricerca in internet o, se preferite, prendere un appuntamento presso la potenziale filiale in cui vorreste ricevere informazioni a riguardo.

Se iniziate la vostra ricerca on line, è molto utile visitare i siti in cui, mediante un rapido sondaggio, in base alle vostre esigenze, potete essere direttamente indirizzati alle banche che potrebbero fare al caso vostro.

Se invece siete alla ricerca di offerte decisamente vantaggiose e vi serve aprire un conto corrente per motivi di lavoro, quelle che potrebbero fare al caso vostro sono le soluzioni a zero spese. Si tratta di una particolare tipologia di conto che, facendo leva su chi opera nel commercio, offre condizioni particolarmente vantaggiose per quanto riguarda prelievi, pagamenti e depositi di denaro.

Per farvi un’idea precisa, prima di iniziare la vostra ricerca, in ogni caso i parametri da considerare sono questi:

Per quali esigenze si apre un conto corrente
Quali operazioni finanziare saranno più frequenti in un mese
Tipologie di addebiti sul conto corrente: bolletta luce, gas e telefono
Possibilità di accedere a un fido in caso di conto scoperto

È molto importante valutare anche se vi è necessario, o meno, una carta di credito. A differenza del bancomat, infatti, le condizioni per richiedere una carta di credito si snodano attraverso una più complessa trafila burocratica e ogni banca prevede modalità di concessioni diverse, da valutare anche in questo caso in baso alle vostre esigenze.

Allo stesso modo, al conto può essere abbinata la possibilità di ottenere una carta prepagata, decisamente utile per gli acquisti on line o come strumento di deposito per il denaro, a condizioni particolarmente vantaggiose. Anche in questo caso, ogni banca adotta la propria politica nei confronti dei clienti a condizioni più o meno vantaggiose a seconda dei casi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *