Vaccini per neonati

Quali sono i vaccini obbligatori che è necessario fare ai bambini? Quali invece sono considerati facoltativi? E in quali casi è sconsigliato vaccinare i più piccoli? Con questo articolo specialistico, ma semplice ed essenziale, cercheremo di riassumere le informazioni essenziali utili riguardo ai vaccini per bambini, mettendo a confronto anche le varie teorie sull’argomento.

Vaccini per neonati: informazioni essenziali

Quello dei vaccini per neonati è un tema che da sempre ha suscitato dibattiti, controversie e quindi i genitori spesso sono confusi, hanno pochi dati a loro disposizione per valutare o non sono correttamente e adeguatamente informati su un aspetto così importante per ogni famiglia e quindi per tutta la società.

Abbiamo quindi deciso di fornire delle informazioni essenziali sui vaccini per neonati, cercando di spiegare a cosa serve la vaccinazione, indicando quali sono i vaccini obbligatori e quelli facoltativi, specificando quale è il calendario delle vaccinazioni, quali sono i casi in cui è sconsigliato sottoporre i bambini al vaccino, quali sono gli effetti comuni correlati al vaccino e quali sono invece i rischi più gravi.

Per prendere ogni tipo di decisione è bene essere quanto più informati possibile, in particolar modo quando si tratta della salute dei più piccoli. Per questo è sempre opportuno chiedere spiegazioni al proprio pediatra in merito a qualsiasi dubbio riguardo alla vaccinazione e alla salute dei bambini.

Avere reperito però già delle informazioni sui vaccini per neonati potrà essere utile per fare scelte più consapevoli e per essere in grado di richiedere chiarimenti e approfondimenti al personale sanitario e pediatrico competente.

Vaccini per neonati

A cosa servono i vaccini per neonati

La vaccinazione ha lo scopo di stimolare il sistema immunitario nella produzione degli anticorpi a difesa da alcune malattie che potrebbero essere molto pericolose o addirittura mortali per i bambini.

I vaccini possono essere formati da batteri o virus inattivi (che sono stati cioè uccisi) oppure da batteri o virus attenuati (che sono ancora vivi ma il cui potere è stato attenuato).

Il Ministero della Salute ha stabilito che alcuni vaccini sono obbligatori mentre altri sono facoltativi, ma in genere consigliati da medici e pediatri.

Vaccini per neonati obbligatori

In Italia per legge sono obbligatorie quattro tipi di vaccinazione:

  • difterite
  • tetano
  • poliomielite
  • epatite virale B

Vaccini per neonati facoltativi

Alcuni tipi di vaccinazioni sono facoltative anche se pediatri e medici consigliano di farle a scopo preventivo.

I vaccini per neonati facoltativi in Italia sono:

  • morbillo
  • parotite
  • rosolia (MPR)
  • pertosse
  • infezioni da Haemophilus influenzae b (Hib)
  • pneumococco
  • meningite C
  • varicella

Calendario delle vaccinazioni pediatriche

Il calendario delle vaccinazioni pediatriche è stato redatto dal Ministero della Salute e indica con quale successione cronologica vanno fatte le varie vaccinazioni, sia per quanto riguarda i vaccini obbligatori sia per quanto concerne quelli facoltativi.

Il calendario può subire modifiche nel corso del tempo sia alla luce dell’insorgenza di nuove malattie da debellare con il vaccino sia, al contrario, per l’eliminazione di vaccini di malattie che nel frattempo sono state debellate come è avvenuto ad esempio nel caso del vaiolo.

Ecco il calendario delle vaccinazioni pediatriche:

  • Polio (IPV): 3° mese dal 60° giorno; 5° mese; 11° mese; 3° anno
  • Difterite-Tetano-Pertosse (DTP): 3° mese dal 60° giorno; 5° mese; 11° mese; 6° anno
  • Epatite B (EpB): 3° mese dal 60° giorno; 5° mese; 11° mese
  • Malattie da emofilo (Hib): 3° mese dal 60° giorno; 5° mese; 11° mese
  • Morbillo-Parotite-Rosolia: 15° mese; 6° anno.

È importante sottolineare che a livello regionale possono esserci della variazioni del precedente calendario ad esempio riguardo alle modalità di somministrazione dei vaccini facoltativi. Per questo si raccomanda di rivolgersi al pediatra oppure al centro vaccinale presso la ASL del proprio territorio per avere informazioni dettagliate e aggiornate: i centri di vaccinazione infatti mettono a disposizione tutti i vaccini indicati nel calendario nazionale, mentre per quanto riguarda le vaccinazioni facoltative raccomandate sono disponibili in base a scelte autonome delle Regioni.

I richiami successivi per difterite e tetano devono essere eseguiti ogni 10 anni.

Quando posticipare la data del vaccino

Il neonato va vaccinato se è in buone condizioni di salute. Nel caso in cui il piccolo, ad esempio, ha la febbre o altra malattia o ha dimostrato allergie gravi è bene consultare il pediatra che valuterà quando e se sottoporre il bambino alla vaccinazione. In genere non sono considerati come controindicazione disturbi quali il raffreddore, ma anche in questi casi è sempre bene consultare il proprio pediatra.

Pertanto, come raccomanda il Ministero della Salute, il vaccino va rimandato se ci sono le seguenti controindicazioni temporanee, ossia se il neonato:

  • alla data del vaccino ha malattie acute e febbre alta;
  • in concomitanza con il vaccino sta assumendo farmaci che agiscono sul sistema immunitario come ad esempio i cortisonici.

Rischi, controindicazioni ed effetti collaterali dei vaccini per neonati

Approfondire la vaccinazione per neonati

  • Ministero della Salute – http://www.salute.gov.it
    Sito del Ministero della Salute dove reperire tutte le novità e le informazioni utili sulle vaccinazioni e dove si possono leggere i vantaggi connessi alla pratica sanitaria della vaccinazione che nel corso degli anni ha debellato numerose e gravi malattie.
  • Condav – http://www.condav.it
    Il Condav è il Coordinamento Nazionale Danneggiati da Vaccino nato ufficialmente nel 2001 a cura di genitori che hanno avuto bambini lesi a seguito di vaccini. Nel sito è possibile entrare in contatto con le famiglie, avere informazioni, essere aggiornati e farsi portavoce di chi sostiene l’importanza del diritto di essere informati.


Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *